Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Bologna

12 panettoni artigianali da comprare a Bologna per Natale 2023

Grandi classici con canditi e uvetta, ricette creative con cioccolato, frutta secca e creme sfiziose oppure proposte in vasetto. I nostri consigli per individuare i migliori lievitati del capoluogo

Dove comprare i migliori panettoni artigianali di Bologna? Non manca molto a Natale e le botteghe della città si stanno già dando da fare per realizzare il dolce protagonista delle feste in modo artigianale, con materie prime di qualità e lievitazioni pazienti. Abbiamo raccolto le migliori proposte di forni e pasticcerie che rimangono fedeli alla ricetta classica con canditi e uvetta oppure ne rielaborano la tradizione, scegliendo cioccolato, frutta secca e qualche crema sfiziosa. Questa la nostra selezione.

Forno Brisa

I ragazzi di Forno Brisa hanno assortito i loro 5 punti vendita cittadini con una collezione natalizia sorprendentemente ampia. C’è il “veganone” classico e alle albicocche & cioccolato (autoprodotto), quello al gianduia e anche allo strudel, con tante mele. Non manca il pandoro e il Modernissimo: una tiratura limitata in box che omaggia la riapertura dello storico cinema. E c’è pure il panettone gastronomico con la mortadella. Prezzi: 28 (per i prodotti “brutti ma buoni”) — 42€. Sito web.

Forno Brisa - Panettone Strudel

Gino Fabbri Pasticcere

Il maestro pasticcere e lievitista Gino Fabbri arriva alle feste preparato. Al suo negozio bolognese si può scegliere tra il panettone classico e quello Milano (senza glassa, con scorza di arancia e cedro candito); il panettone “divino”, con gocce di fondente, cioccolato al latte e glassa alle mandorle e cacao, e infine il “Giubileo”, ovvero un’interpretazione gourmet che prevede amarene candite, gocce di fondente e una copertura al cioccolato con perle croccanti di lampone. Tutti disponibili anche on-line. Prezzi: 44 — 54€. Sito web.

Gino Fabbri Pasticcere - Panettone Giubileo

Sapiente Bologna

Il giovane Pierluigi Sapiente ha aperto il suo punto vendita a Bologna nel 2022, dopo esperienze importanti con maestri del calibro di Iginio Massari e Gino Fabbri. Pralineria, sfogliati, torte moderne, e sotto le feste anche i grandi lievitati da ricorrenza. Il suo panettone è a lievitazione naturale da lievito madre vivo, arriva anche in vasocottura, ma è prodotto altresì nella versione classica e al cioccolato (sia fondente che al latte). Le novità della collezione 2023? “Dany”, con gocce di cioccolato bianco, fichi e noci caramellate; “Silvy”, al caffè e cioccolato bianco; “Sopear”, con pere semicandite e cioccolato e infine “Rosemary”, con albicocche, cioccolato e rosmarino fresco. Prezzi: 30 — 33 €. Sito web.

Sapiente Bologna - Panettone in vasocottura

Caffè Letterario Sebastiano Caridi

Il pasticciere calabrese di stanza a Faenza Sebastiano Caridi — dopo l’esperienza critica dell’alluvione che ha gravemente danneggiato il laboratorio — è ripartito alla grande. Non subisce battute d’arresto la produzione delle feste, con i suoi già apprezzati panettoni e anche qualche nuova referenza. Come quello senza canditi e uvetta ma con caffè e caramello, che si aggiunge alla versione classica, quella con cioccolato e arancia, nonché cioccolato e marron glacé. Prezzi: 22 — 45€. Sito web.

Sebastiano Caridi - Panettone al caffè

Forno Pallotti

È un’istituzione cittadina con oltre un secolo di storia, il Forno Pallotti, che quest’anno offre oltre al panettone classico quello al cioccolato, un impasto integrale con fichi e noci e la versione all’albicocca. Poi c’è quello super goloso al pistacchio. Prezzi: 20 — 45€. Sito web.

Forno Pallotti

Paolo Atti & Figli

Dal 2002 il signor Paolo Bonaga, pro-nipote del fondatore Paolo Atti, ha introdotto la prassi della preparazione del panettone nella bottega bolognese. Niente conservanti, aromi e additivi chimici, per una versione semplice, nel più classico stile Milano. La particolarità? Si trova in pezzature crescenti, da 100 e 500 grammi, nonché da 1 kilo. Prezzi: 5 — 39€. Sito web.

Paolo Atti & Figli

Regina di Quadri

La pasticceria di Francesco Elmi è un appuntamento fisso per i bolognesi dal 2010, specie sotto le feste. La scelta di panettoni artigianali, infatti, è davvero ampia: da quello classico con uvetta, arancia e cedro al Nadalin con vaniglia Bourbon; dall’impasto con pistacchio e frutti di bosco a quello con albicocca e mandorla. Per i più esigenti, è disponibile la versione al cioccolato e quella senza canditi, mentre tra le novità spiccano il “Foresta Nera”, con amarena e pasta di mandorle, e il “Sua Maestà” da 1,3 kg in scatola d’autore, con albicocca, gianduia e zenzero. Prezzi: 38 — 60€. Sito web.

Regina di Quadri

Francesco Gigliotti per Centrale Gastronomica

Il panificatore emiliano-romagnolo Francesco Gigliotti è appassionato di grani antichi e materie prime di selezione e quest’anno mette a disposizione i suoi panettoni presso la Centrale Gastronomica di Via Indipendenza. Le possibilità sono tre, accomunate dall’uso di pasta madre, miele, uova e panna fresche, nonché un impasto con “spremuta” di arance, limoni, mandarini e pompelmo che conferisce aromi freschi. C’è il tradizionale, quello ai cioccolati — con infuso di buccia di fave di cacao e glassa al fondente Bolivia 80% — e quello al pistacchio, con all’interno gocce di frutta secca, oltre a crema e granella in superficie. Prezzi: 30 — 35 €. Sito web.

Francesco Gigliotti - Panettone ai cioccolati

Forno di Calzolari

Matteo Calzolari non transige sulla qualità della materia prima, scegliendo farina dell’Appennino, burro da latte e panna da affioramento lavorato a mano e uova fresche. È disponibile già da qualche settimana il suo “panettone d’autunno”, una visione mini da 500 grammi con cachi essiccati e noci. Ma è in arrivo anche la versione classica da 1 kg, con tanto di uvetta e canditi. Prezzi: 22€. Sito web.

Forno di Calzolari - Panettone d'autunno

Gamberini

Nel periodo che precede il Natale, il bancone di Gamberini in Via Ugo Bassi diventa festivo come non mai. Il panettone si sforna da mezzo kilo, 750 grammi e 1 kilo. Quello “medio” si prepara ai marron glacé, nella versione classica mandorlata e infine con albicocche e mandorle, mentre gli altri due con ricetta tradizionale, cioccolato e nocciole e pere e fondente. Prezzi: 22 — 42€. Sito web.

Gamberini

Panificio Biagini

Al panificio Biagini di Via Augusto Murri il panettone è quello classico, con ricetta perfezionata in anni di esperienza. Si segue la ricetta della tradizione, ma lo si propone anche inversione più bassa e glassata (senza canditi, per coloro che non li amano). Infine c’è una proposta al cioccolato, con o senza glassa. Prezzi: 32€ al kg. Sito web.

Panificio Biagini

Forno di Porta Lame

Dal 1980 Francesco Mafaro, oggi col figlio Samuel, conduce un forno e pasticceria che ha visto premiare i suoi panettoni in diverse occasioni. La prima interpretazione è a base di marron glacé, ma si attendono anche la ricetta classica e quella con gocce di cioccolato. Farine di alta qualità. Sito web.

Forno di Porta Lame - Panettone ai marron glacé

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento