Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Firenze

Le cene per imparare cucina e cultura di altri paesi in una galleria d’arte di Firenze

Cib’aria è un programma di cene-evento con corsi di cucina, degustazioni, letture e dibattiti con ospiti stranieri. Dal cibo si passa all’arte e al cinema, con chef e autori internazionali. Prossimo appuntamento: la Svezia

Un pranzo in un locale autentico è sempre una buona idea per cominciare ad assaporare la realtà di un paese straniero. Mentre la cucina resta una chiave efficace per leggere altre culture, resta vero anche il contrario; ovvero che per comprendere davvero ciò che arriva nel piatto bisogna sapere di più su ciò che sta dietro, e che fra tradizione, economia, storia e persino arte ha plasmato l’espressione culinaria. Parte da queste premesse Cib’aria, una rassegna gastronomica itinerante che a Firenze combina cucina e cultura di diversi paesi nel mondo. Il prossimo appuntamento è per giovedì 6 giugno 2024, con un incontro a tema Svezia in un luogo insolito: la galleria d’arte contemporanea Beast nel quartiere Sant’Ambrogio.

Il menu della cena palestinese di Cib'aria

Cucina e arte per conoscere le culture del mondo

Cib’aria, storie e ricette dell’altro mondo, vuole dare voce a tutte quelle storie che attraversano la nostra città”, spiega Elena Ponti, ideatrice del progetto, “e che la rendono un luogo unico e interessante”. Un format nato ai primi del 2022, ancora in quella fase pandemica che aveva fiaccato la possibilità — e un po’ anche la voglia — di viaggiare. Il cibo, però, è rimasto una leva irrinunciabile di scoperta e contatto, e così, in un momento che obbligava alla stasi, ha portato storie ‘altre’ direttamente a Firenze.

Elena Ponti, ideatrice di Cib'aria, presenta una cena alla Beast Gallery

Inizialmente ospitati all’Ostello Tasso, gli eventi si svolgono in più tappe: una breve lezione di cucina condotta da uno chef ospite, la degustazione della cena preparata insieme e infine l’apertura a performance musicali, letture di poesia e prosa, proiezioni e dibattiti con esponenti internazionali.

Il programma di ‘storie e ricette’ Cib’aria a Firenze

Un piccolo giro del mondo da intorno alla tavola, Cib’aria ha raccontato negli anni Marocco, India, Senegal, Albania e Iran. Poi Thailandia, Corea, Angola e Libano, coinvolgendo artisti, scrittori e intellettuali, oltre a cuochi esperti. Da marzo 2023 la rassegna ha trovato un altro spazio. Quello di Beast Gallery, uno spazio espositivo privato che accoglie tra opere allestite alle pareti il lungo tavolo sociale con una ventina di partecipanti.

Un piatto servito durante una cena di Cib'aria

Dopo la cena dedicata alla Palestina — tra hummus, tabouleh, muthabal e kofta di chef Jamal Amin, insieme agli esponenti di alcuni progetti benefici a Gaza — ci sono state una cena turca e una incentrata sulle ricette dell’anglo-israeliano Yotam Ottolenghi. L’ultimo appuntamento di questa serie è invece in programma per giovedì 6 giugno. Il tema? La cucina svedese, ‘questa grande sconosciuta’.

La cena svedese alla Beast Gallery di Firenze

Ce ne ricordiamo soprattutto alla fine dello shopping per casa al centro commerciale, ma la gastronomia del Nord Europa, oltre alle polpette con salsa di mirtilli, ha parecchio da dire. In Svezia la tradizione casalinga si chiama husmanskost, ed è incentrata sulla capacità di trasformare ingredienti locali in pietanze confortevoli e un po’ nostalgiche. Dalle 18.30 di giovedì 6 giugno alla galleria Beast, la chef Annika mostrerà come prepararle, arricchendole di nozioni di storie e spunti.

Partecipanti ai corsi di cucina evento di Cib'aria, ph. Luca Managlia

Alle 20.30 la cena, insieme a letture che spazieranno dalla poesia alla letteratura working class, e infine un focus sul cinema. Si approfondirà l’opera del registra cinematografico e teatrale Ingmar Bergman e quella del premio Oscar Ruben Östlund, passando per Roy Andersson e l’italo-svedese Erik Gandini. Quest’ultimo, in diretta da Stoccolma, dirà la sua sullo stato dell’arte nel cinema svedese e racconterà i suoi futuri progetti. Il prezzo? 55 o 75€, a seconda che si partecipi alla lezione, o direttamente alla cena.

Per altre info: 

@cibaria_firenze

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento