Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Genova

Nei vicoli di Genova il locale dove si mangia e si beve come nell’Europa dell’Est

Il nome? Kowalski. Per oltrepassare i Carpazi e giungere dove la vodka è servita anche a colazione, non serve più prendere un aereo. Basta andare a Genova e perdersi nei vicoli

Il Kowalski in questione non è il pugile né, tantomeno, il politico che si salvò grazie a un ottimo boršč cucinato al momento giusto e per le persone giuste. No, questo Kowalski è un personaggio di fantasia, un semplice uomo di Varsavia che alla veneranda età di 111 anni ci conduce a Genova. È proprio qui che ci lascia una storia a puntate che possiamo leggere e, ancor meglio, degustare nel menu di questo locale situato in via dei Giustiniani.

La cucina dell’Est a pochi passi dal Porto Antico

L’arredo del Kowalski riporta esattamente in quell’Europa dove un tempo bastava veramente poco per essere scambiati per una spia. Qui, però, si può stare tranquilli. Non saranno le stampe a tema politico e neanche le vetrine colme di prodotti tipici dell’Est a rendere la cena meno piacevole, tutt’altro. Pierpaolo Cozzolino, uno dei soci fondatori del Kowalski ci dice che “questa scenografia è studiata per far sentire gli ospiti lontano da Genova e più vicino alla Polonia contribuendo a rendere tutta l’esperienza più sincera”. L’idea nasce dalla passione verso una cultura così lontana dalla nostra da voler accorciare le distanze.

Cocktail da Kowalski

La tradizione gastronomica polacca è affiancata da quella ungherese, russa e ucraina fin dal 2014 quando l’attività aprì i battenti. Da quel momento, sino a oggi, il Kowalski ha ospitato viandanti assetati, genovesi curiosi e tanti eventi a tema, per godersi al meglio l’esperienza internazionale, senza allontanarsi troppo dal Porto Antico.

Una cena a base di zakąski e dania główne

Potrà sembrare complicato leggere ad alta voce un menu dove vi sentirete alla prima lezione di un corso di lingua straniera. Ma dalla teoria alla pratica c’è il mare in mezzo, infatti, l’assaggio risulterà molto meno complesso della lettura. Gli antipasti (zakąski) aprono le danze, destreggiandosi tra le tradizionali aringhe del mar Baltico e i paszteciki, i saccottini polacchi ripieni di carne, funghi e verdure miste, rigorosamente serviti con l’immancabile insalata russa. Una volta aperto lo stomaco si può procedere con le portate principali (dania główne). Se i pierogi fatti a mano sono considerati il cavallo di battaglia del Kowalski, il riso p’lov non è da meno in fatto di bontà.

Il gulasch di Kowalski a Genova

Si tratta di un piatto uzbeco a base di riso speziato e condito con un brodo di pollo, disponibile anche nella versione vegetale. È l’esempio di come si voglia includere a 360 gradi la cultura dell’Est, non focalizzandoci solamente sulla Polonia” racconta a CiboToday Cozzolino. Dicono siano i dolci a decretare o meno il ritorno in un locale, proprio perché questo è l’ultimo sapore che resta della cena. Se così fosse, non ci sarebbero problemi poiché nel menu c’è da provare la szarlotka, la torta di mele e grano saraceno e la cheesecake sernik. Con antipasti che si aggirano sui 10€, portate principali intorni ai 14€ e i dolci a 6€, una cena completa da Kowalski non vi costerà più di 30€.

Kowalski, la Piccola Birreria e gli eventi itineranti

La cultura dell’Est Europa prevede che accanto a grandi piatti, ci siano delle grandi birre (e anche cocktail). Kowalski non è da meno e non si è fatto cogliere impreparato sull’argomento. Sono così dediti alla loro missione di far mangiare e bere bene i propri clienti da aver aperto la Piccola Birreria Kowalski nella Salita Pollaiuoli. Pierpaolo lo definisce “un pub dell’Est dove trovare birre selezionate provenienti dalla Polonia e dalla Repubblica Ceca animato da eventi a tema musicale”.

Pierogi da Kowalski

Le stesse birre tornano protagoniste anche in uno degli eventi nati proprio dall’impegno dei soci di Kowalski: la Birralonga. “Abbiamo pensato a un percorso che si snodasse fra i vicoli di Genova toccando dieci tappe in cui degustare birre e street food. Un modo per coinvolgere tutti i locali di questa zona e per creare un ritorno comune, che potesse dare beneficio senza distinzioni”. Tornando alla casa base, al ristorante Kowalski, va ricordato che quest’anno festeggerà i 10 anni di apertura. Aspettiamoci, quindi, grandi eventi e, chissà, maratone di cibi provenienti dall’Est Europa.

Kowalski

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento