Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Genova

A Genova la pagina social dedicata al tè di qualità diventa un’attiva comunità di appassionati

Il progetto creato da Andrea Silvestri e Riccardo Gambino si chiama Teaps ed è nato su Instagram per poi trasformarsi in un’esperienza di gran lunga più concreta

I limiti imposti dall’esterno sono spesso una preziosa fonte di ispirazione e creatività. Tante idee e la voglia di mettersi in gioco e di seguire i propri sogni possono sollecitare la mente quando non si ha altro da fare se non immaginare. Andrea Silvestri e Riccardo Gambino, però, non sono rimasti con la testa tra le nuvole. Nella primavera del 2020 hanno dato vita a Teaps, una pagina Instagram improntata sulla diffusione della cultura del tè. Oggi l’attività è diventata più dinamica e prevede eventi itineranti in tutto il territorio.

I fondatori di Teaps, Andrea e Riccardo

Ricordi di famiglia che sublimano l’esperienza del tè

La via del tè non è stata scelta casualmente. Andrea si ricorda della sua infanzia “trascorsa a casa della nonna che per merenda mi preparava la crostata con il tè. Tanto zucchero e bustine lasciate in infusione per ore” era tutto sbagliato chiaramente, “ma rimane la bellezza di quel rituale”. Dopo queste esperienze Silvestri ha scelto di intraprendere la via della conoscenza. Seguendo dei percorsi formativi e dedicandosi a letture specifiche, ha appreso i segreti del vasto mondo legato al tè. Formazione che non si è ancora conclusa perché “non si finisce mai di imparare” e prosegue anche grazie ai corsi di Marco Bertona di AssoTè&Infusi.

Una tavola imbandita per un evento Teaps ph. Diletta Nicosia

Da qualche parte questo impegno doveva pur portare. Seppur oggi non sia un lavoro per Andrea e Riccardo, l’attività legata a Teaps ha conquistato il cuore dei followers dell’omonima pagina, tanto da far nascere una vera e propria rete tra le realtà locali e questi due giovani pronti a tutto per diffondere le loro conoscenze sul tema.

Tra mito e coincidenze, la storia di Teaps

Tutto il percorso legato a Teaps segue un filo conduttore che, a volte, prende pieghe del tutto inaspettate. “Il mito narra che nel 2700 a.C., l’imperatore cinese, girando per le sue terre, si fermò a bollire dell’acqua per dissetarsi. In quel momento, delle foglie di camelia caddero dentro l’acqua spinte da una leggera brezza”, racconta Andrea Silvestri. Il tè è una bevanda ricavata dalle foglie della Camellia Sinensis, una pianta originaria dell’Asia. Proprio durante uno dei suoi corsi Andrea ha conosciuto la realtà del Tea shop Camellia di Torino, loro attuale fornitore di prodotti. Grazie al constante impegno di Andrea e Riccardo, e a una serie di incontri fortuiti con persone dagli ideali comuni, oggi Teaps ha allargato i propri orizzonti. “È il momento di portare l’ora del tè anche a Genova, raccontando agli italiani cosa si cela dietro questo rituale” si dicono i due fondatori. Dalla pagina Instagram dedicata alla divulgazione si è salito un gradino in più e ora Teaps si è trasformata anche in eventi a contatto diretto con il pubblico.

Una tavola con il tea time organizzato da Teaps

Eventi e progetti da vivere e scoprire con Teaps

Le esperienze che oggi Teaps offre sono strettamente legate al rito del tè nel XXI Secolo, con un fitto e ricco calendario che prevede eventi in tutto il territorio ligure e che ha visto il proprio debutto sabato 9 marzo in una location d’eccezione, il Teatro Modena di Genova. “Ogni appuntamento è unico e ha il suo taglio sartoriale ispirato dal luogo. Il format prevede un’introduzione sul mondo del tè a cui segue il vero e proprio tea time con degustazione di prodotti ogni volta differenti”. A coronare il tutto ci pensa la classica pasticceria che da sempre accompagna una buona tazza di tè. Per questo Teaps si avvale della collaborazione di realtà locali come Pâtisserie 918.

Le esperienze organizzate da Teaps: quali sono

Con il debutto a teatro, il tea time si è arricchito di un vero e proprio spettacolo che ha allietato gli ospiti al termine della degustazione. Si tratta solamente dell’inizio di una stagione che prevede degustazioni a tema Poirot dove cimentarsi con indizi e misteri tra una tazza di tè e un romanzo giallo o veri e propri viaggi a bordo del Casella Express, il treno che collega Genova a Casella, per un tè dal sapore di altri tempi. Tra gli eventi in programma non mancano i picnic nei parchi di Genova Nervi dove le camelie fanno da sfondo e il tè diventa il vero protagonista.  Andrea conclude la chiacchierata definendosi simile ad “un tè oolong. Un tè blu, a metà tra i verdi e i rossi, che offre un’ampia gamma di sfumature”. E le sfumature le stiamo vendendo tutte nell’impegno e nella passione che si respirano nel suo lavoro.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento