Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Milano

Uno dei più apprezzati ristoranti di Milano apre una nuova enoteca dentro la Stazione Centrale

Si chiama L’Enoteca del Mercato Centrale, dentro la stazione di Milano. A gestirla Alessandra Straccamore e Matteo Mazza del ristorante Motelombroso sul Naviglio Grande. Ci sono 600 etichette e prodotti gastronomici artigianali

C’è una novità per chi parte e arriva dalla Stazione Centrale di Milano. Una nuova enoteca all’interno del grande Mercato Centrale, negli spazi dove un tempo si trovava Tannico, a firma del ristorante Motelombroso sul Naviglio Grande. Si chiama semplicemente l’Enoteca del Mercato Centrale e inaugurerà ufficialmente (anche se è già aperta) domenica 3 marzo con un festa dalle 18. Tante le novità a partire dal restyling che modifica senza stravolgere l’estetica dello spazio, avvicinandolo al ristorante di Alessandra Straccamore e del suo socio e compagno Matteo Mazza, anche dietro questa nuova apertura. Ma com’è dunque la nuova enoteca del Mercato Centrale?

L'Enoteca del Mercato Centrale di Milano PH Roberta Marciello

L’Enoteca del Mercato Centrale di Milano: la nuova proposta di vini

La nuova enoteca segue i principi guida del ristorante primogenito della coppia Straccamore e Mazza. Tutto è stato modificato, mantenendo pero l’ossatura di ciò che c’era prima. Un bancone dove si trovano i vini alla mescita, i tavoli comunali dove gustarsi una bottiglia o un calice, comprese le scaffalature che fanno da perimetro al locale. A delimitare lo spazio luci soffuse che giocano sui toni del viola fluo, che si possono ritrovare anche nella sala di Motelombroso. Un posto di passaggio, dove fermarsi per comprare una bottiglia o godersi gli attimi prima della partenza, grazie alle numerosissime etichette presenti. Infatti fondamentale è l’esperienza di Matteo Mazza nella nuova carta dei vini, che si arricchisce di referenze che a differenza del ristorante abbracciano un panorama più internazionale. Tante le denominazioni italiane affianco a una selezione di vini dalla Francia, caratteristica del locale sui Navigli, per un totale di 600 etichette. Non ci si vuole focalizzare solo su etichette naturali, non si fa una netta distinzione tra i due classici versanti enologici: qui si troveranno “solo vini fatti bene che raccontano del proprio territorio, con attenzione alla sostenibilità agricola” raccontano i due.

I ragazzi di Motelombroso ora dietro all'enoteca in Stazione Centrale

Cosa si mangia da Motelombroso: i prodotti tipici e i piatti dello chef Nicola Bonora

Il valore aggiunto di Alessandra Straccamore e di Matteo Mazza si scopre anche nella scelta dei produttori che entreranno a far parte del nuovo menu dell’enoteca. Formaggi, salumi, conserve, prodotti provenienti da aziende con cui la coppia ha rapporti stabili e duratori, selezionati personalmente e inseriti all’interno di Motelombroso. Come la mortadella di mora romagnola di Zavoli (6,5€), il culatello di Carletti (15€), la bresaola di Sergio Motta (11€); tra i formaggi lo strachitunt di Guglielmo Locatelli (7€), il taleggio di Cascina Carena (6€), e la fontina d’alpeggio di Paduano a Cogne (7€). Prodotti artigianali che cambieranno ciclicamente in base alla disponibilità.

I formaggi dell'enoteca PH Roberta Marciello

Novità assoluta, anche rispetto alla vecchia gestione, le proposte di Nicola Bonora chef di Motelombroso. La sua è una cucina creativa, mixando tecniche e lavorazioni che vengono anche da mondi lontani, utilizzando però materie prime del territorio italiano. Per l’Enoteca del Mercato Centrale la proposta sarà semplificata ma non banalizzata, rivisitando alcuni piatti storici. Come il maialtonnè, che prende il posto del vitello, l’anguilla affumicata, il fungo ostrica, ma anche comfort food veloci e gustosi. Immancabile il toast, che diventerà un po’ il simbolo di questa nuova avventura in Stazione Centrale. Ci saranno in futuro anche delle serate speciali, che vedranno ospite lo chef e la sua brigata, per delle cene tematiche.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento