Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Milano

“Portiamo la pasticceria internazionale a Milano”. Nuovo progetto di un team di giovani imprenditori

Si chiama Sisu, parola finlandese che vuol dire perseveranza, la nuova pasticceria che in Darsena a Milano. Dalla colazione all’aperitivo parola d’ordine contaminazione con i sapori del mondo

Sempre più affollato il panorama delle pasticcerie milanesi con l’ingresso in scena di Sisu, in zona Darsena a Milano. Dietro questo nuovo laboratorio, punto vendita e caffetteria in via Gaudenzio Ferrari 1, un team di giovani imprenditori e professionisti del settore già dietro a un altro importate nome della pasticceria milanese. Parliamo di Alessandro Sanso, Giuseppe Gallello insieme alla pasticcera e socia Silvia Dell’Acqua, tutti e tre già dietro al brand Gelsomina, altra nota pasticceria milanese. Sisu aprirà i battenti a inizio aprile 2024, la data ancora non è certa, e sarà tutto incentrato sulla contaminazione culturale e gastronomica prendendo spunto dagli usi e abitudini del resto del mondo. Partendo dalla colazione fino ad arrivare all’aperitivo. Alessandro Sanso ci ha dato qualche anticipazione.

Silvia Dell'Acqua

Pasticceria Sisu: il nuovo locale vicino ai Navigli dedicato alla contaminazione gastronomica

Prima di lanciarsi in questa nuova apertura Alessandro Sanso e Giuseppe Gallello, calabresi classe 1991, si sono conosciuti all’interno di Panini Durini (qui la recente notizia della chiusura) dove hanno lavorato per un periodo. “Poi siamo approdati nel 2019 da Pasticceria Gelsomina, insieme a Ilaria Puddu e Stefano Saturnino, di cui oggi siamo soci minoritari” e qui incontrano Silvia Dell’Acqua, figura che definiscono fondamentale per lo sviluppo di Sisu. “Silvia è una grande professionista, una pasticcera con esperienza internazionale con cui abbiamo pensato tutto il format. Partendo dai nostri viaggi per il mondo, tra Londra, Madrid, Parigi, ma anche India e Finlandia, dove Silvia si è formata”. Infatti Sisu è una parola finlandese che vuol dire perseveranza, filo conduttore di questa nuova esperienza che porterà prodotti e ricette dal mondo.

Un dettaglio di Sisu-2

Il locale in zona Darsena e la proposta dalla colazione all’aperitivo

Sisu sarà un locale con un tocco vintage, che ricorda molto una casa, dall’ambiente estremamente familiare e accogliente”, spiega Alessandro Sanso che personalmente insieme ai suoi soci si è occupato del restyling e progettazione del locale. “Grazie ai nostri viaggio vogliamo portare il meglio di quello che abbiamo incontrato, non specializzandoci verticalmente solo su un prodotto ma abbracciando una pluralità produttiva dalla colazione all’aperitivo”. Infatti Sisu parte la mattina con le colazioni che però “si vogliono allontanare dalla classica concezione italiana fatta solo di cornetti, che comunque non mancheranno”. Quindi pain au chocolate, bun, rolls con forme alternative e ripieni stagionali che seguono la ricerca dei tre soci sulla materia prima. “Non si troveranno mai gli stessi prodotti qui da Sisu, proprio perché vogliamo garantire il rispetto della materia tramite un approvvigionamento esclusivamente stagionale”, non solo sulla viennoiserie ma anche su torte e monoporzioni. Grande spazio alla caffetteria per cui è sviluppato lo stesso discorso, tramite la ricerca di monorigini e specialty coffee scovati dai suoi proprietari nel corso di questi anni. “Anche sul caffè ci rivolgiamo a un bacino di utenti ampio: non solo chi ama provare cose più particolari, che è interessato a origine, piantagione ed estrazione ma anche a chi vuole bere un buon espresso, fatto a regola d’arte”, conclude Sanso.

C’è anche una parte dedicata alla pasticceria salata, che si potrà gustare a ogni ora del giorno. Infatti Sisu si vive anche a pranzo grazie a una selezione di piatti realizzati con lo stesso principio: “Tutto quello che vendiamo è lavorato e prodotto all’interno del nostro laboratorio. Come la pasta fresca fatta in casa, le torte salate, le quiche, ma anche secondi piatti e sandwich”. Fino all’aperitivo con cocktail classici e vini. Un luogo internazionale a due passi dal Naviglio Grande che porta un altro modo di concepire il bar al giorno d’oggi.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento