Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Milano

Apre la pizzeria più attesa del 2024 a Milano: "qui prodotti eccellenti a prezzi accessibili”

Si chiama Varrone Pizza ed è la nuova pizzeria del Gruppo Varrone, specializzati nella carne di qualità da tutto il mondo. Massimo Minutelli, imprenditore dietro al progetto, ci spiega la sua filosofia

Era nell’aria da un po’ di mesi e ora la notizia ufficiale. Varrone Pizza apre a Milano in Via Faruffini 15, il 24 gennaio 2024. In zona De Angeli il nuovo format di casa Varrone replica il successo della pizzeria aperta a Lucca, città dove l’imprenditore toscano Massimo Minutelli è partito nel lontano 2006 con il primo locale dedicato alla griglia e alla carne. E proprio Minutelli spiega a CiboToday la filosofia dietro Varrone Pizza, dove l’eccellenza delle materie prime rimane il focus principale: “La mia pizza è un prodotto moderno, fatta di ingredienti di prima qualità di cui mi sono innamorato in giro per l’Italia”. Con una precisazione doverosa: “Deve rimanere un piatto popolare con prezzi adatti a tutti”.

La sala di Varrone Pizza a Milano

Dalla carne alla pizza: l’ascesa del Gruppo Varrone sul concetto di italianità

Grazie all’amicizia con Gabriele Bonci mi sono innamorato di questo prodotto nel 2017, per poi studiare i diversi tipi di impasti contemporanei con un pizzaiolo napoletano che mi ha fatto conoscere le moderne declinazioni della pizza” ci spiega Minutelli partendo dagli esordi. Infatti tutto nasce a Lucca, città che definisce hub per tutte le idee macinate in questa lunga carriera da imprenditore e ristoratore. Dove infatti nel 2006 è nato il suo locale di punta, l’originaria La Griglia di Varrone dedicato alla carne, così nel 2022 si sposta su un altro format aprendo Varrone Pizza. “Il successo è stato strepitoso e quindi ho pensato di portarlo nella città che offre più possibilità in assoluto, sempre recettiva a nuove proposte: Milano”, che già conosce Minutelli per il suo secondo locale sulla carne in zona Corso Como e che ad aprile compirà 10 anni. Ora Varrone Pizza dopo Lucca si duplica nella città lombarda e porta la filosofia di Minutelli anche su questo prodotto simbolo d’italianità del mondo.

Massimo Minutelli del Gruppo Varrone

Varrone Pizza: come sarà e come si mangerà nel nuovo locale di Milano

Quali sono gli ingredienti più importanti per una pizza? Sicuramente farina, pomodoro e mozzarella” e proprio da qui che si parte selezionando produttori provenienti dalla filiera del biologico e dai Presidi Slow Food. Per Varrone è importante salvaguardare le piccole produzioni di eccellenza gastronomica, sempre alla ricerca di materie prime che raccontano una storia di qualità. Come per il pomodoro, proveniente da tre produttori differenti: “Ho scelto Casa Marrazzo, Paolo Petrilli e Masseria Dauna per tre pomodori differenti che andranno a condire le pizze. Così come per i formaggi: per la bufala mi rifornisco da Casa Madaio, vicino Salerno, mentre il fiordilatte e la stracciatella sono del Formagiatt, uno dei primi caseifici di Milano gestiti da Alessio Mogliani” ci spiega Minutelli. Le farine sono di Petra e l’impasto ha una lievitazione di almeno 48 ore utilizzando esclusivamente 100% poolish (impasto ad alta idratazione e lievitazione lenta), cucinate con forno Moretti e sotto la direzione del pizzaiolo Massimo La Gamba.

Il menu di Varrone Pizza spazia tra pizze classiche e sperimentali, focacce della migliore tradizione e frittatine napoletane. Ci sono le marinare con i tre diversi pomodori (8€-11€), mentre le focacce sono farcite con i salumi simbolo di Varrone: salame vecchio Varzi (13€), chorizo de bellota iberico (14€), patenegra de bellota Don Ramon (22€). Tra le pizze c’è quella con la mortadella Bidinelli, pesto e granella di pistacchio (13,5€), con chorizo e chicas joselito e crema d’uovo (18€), immancabile quella con guanciale nero di Nebrodi (13,50€) e la versione con cotto Villani e funghi cardoncelli (13€).  Tutte le verdure sono cotto nel forno josper e seguono la stagionalità del mercato. “Per me questo è il concetto di pizzeria moderna, un luogo dove anche il locale è curato nei minimi dettagli allontanandosi dalla tradizionale pizzeria bruttina e con ingredienti scadenti. È uno dei prodotti che ci rappresenta al massimo nel mondo e merita cura e attenzione, senza però strafare o allontanandola da una fruizione popolare e a prezzi moderati” conclude Massimo Minutelli.

Il motto di Varrone Pizza

Il futuro del Gruppo Varrone e le altre aperture

Quando gli chiediamo dove vuole arrivare ci spiega ridendo: “Nell’ultimo anno ho aperto tre locali. Due a Lucca, con Varrone Pasta e il Gattino Bianco una trattoria storica che ho rilevato, e ora Varrone Pizza a Milano. Per il momento mi voglio riposare”. Un’escalation importante che si sta aprendo a format diversi, tutti incentrati sull’eccellenza delle materie prime. Dalla carne alla pasta passando per la pizza, il Gruppo Varrone guarda avanti e non esclude di allargarsi un giorno anche fuori dall’Italia: “Io sono un imprenditore, se arrivano investitori anche esteri perché no”.

Varrone Pizza Milano
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento