Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Milano

Anche il sushi “all you can eat” può essere di qualità? A Milano ci provano (in un ex museo!)

Si chiama Domò il ristorante di sushi a Milano, tra Brera e Moscova, che sta cercando di rompere i pregiudizi che incombono su questa formula. E siamo all’interno di un enorme spazio di 1500 mq

All’interno dell’Ex Museo dei Navigli in Via San Marco nel cuore di Milano c’è un nuovo ristorante che si propone l’obiettivo di portare a un livello più alto del percepito attuale la formula l’all you can eat. Quella dei ristoranti dove si paga una cifra fissa e poi si mangia quanto si vuole. Si chiama Domò, locale specializzato in sushi e cucina giapponese, terza apertura dei giovani imprenditori Massimo Sun, classe 1995, e Flaminia Ceccarini classe 1997. Dopo Roma e Dubai la volta di Milano, per dimostrare a tutti che fare una proposta all you can eat di qualità è possibile, allontanando così i soliti pregiudizi sul tema. Domò infatti cerca di avvicinare il concetto di cucina gastronomica alle masse, attraverso una fruizione che da un lato va oltre il classico menu degustazione e che dall’altro raffina la modalità “mangia tutto quello che vuoi” tra strizzate l’occhio al linguaggio degli influencer e contenuti adattissimi a Instagram e TikTok dove infatti il locale è molto citato.

Il locale di Domò a Milano

Domò: le piccole porzioni gastronomiche da ordinare a “blocchi”

Domò funziona in questo modo. L’ordinazione avviene in “blocchi” di 10 piatti per commensale da scegliere e da condividere in tavola come fossero piccole monoporzioni gastronomiche. Entro i 5 minuti successivi può partire l’odine successivo, e così via fino a quando si pensa di essere soddisfatti: 20 piatti in 2, 30 in 3, 40 in 4, 80 piatti in 8, con una velocità di servizio che lascia il tavolo sempre in ordine. La carta si concentra sui piatti cardine della tradizione giapponese con un occhio attento al gusto occidentale: sushi, gyoza, bun ripieni di polo o wagyu, nigiri, roll e maki, tataki.

Uno dei piatti di Domò Sushi

La cucina di Domò può essere definita fusion grazie all’ingresso di ricette e ingredienti internazionali, dal Sud America all’Europa con un approdo speciale ai sapori di Roma dove tutto ha avuto inizio. Gamberi di Mazara, polpo del mediterraneo, ma anche patanegra, manzo piemontese, verdure di stagione, sono alcune delle materie prime selezionate da Massimo Lu e Flaminia Ceccarini insieme alla consulenza dello chef di Domò Antonio Dai (classe 1996) con esperienze a Londra e Tokyo. A differenza di ogni altro all you can eat da Domò c’è anche un percorso di pairing con i cocktail che provengo dall’area bar.

Domò Sushi si trova in un ex Museo in zona Brera a Milano

Il locale creato negli spazi di un ex museo riqualificato

Domò nasce a cavallo tra il quartiere di Brera e Moscova da un’importante operazione di restyling. 1500mq distribuiti su due piani, all’interno di quello che era una volta il Museo dei Navigli di Via San Marco, accanto al Ponte delle Gabelle. Una dimora storica completamente rinnovata grazie allo studio di architettura Naos Design di Dario Alessi. Il concetto di casa vuole essere mantenuto non solo nel nome del locale, che è un omaggio sia alla parola giapponese domò che significa grazie, sia al concetto di domus romana.

L'all you can eat di qualità a Milano

Concepito su due piani, di cui uno inferiore, tutto è studiato e progettato in maniera scenografica: c’è il banco per il sushi show, la consolle a specchio per i dj set, il bancone per le preparazioni fredde e quelle calde con le postazioni wok. Uno spazio a parte è invece riservato a caffetteria e dolci. Nel piano inferiore invece c’è una saletta privée con caminetto e una fontana, vecchio lascito del museo. Un allure internazionale e cosmopolita che ha come obiettivo principale quello di elevare il concetto di all you can eat, ormai bistrattato a Milano.

Domò Sushi

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento