Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Milano

La storica rivista sul vino che ha la redazione proprio dentro un’enoteca di Milano

L’Enoluogo è l’enoteca di Civiltà del Bere, importante rivista sul vino che si appresta a compiere 50 anni di attività. Oltre alla vendita di bottiglie, anche corsi di degustazione, eventi, incontri con i produttori

L’Enoluogo è un posto di Milano molto particolare, un’enoteca che non si limita alla semplice vendita di bottiglie. Infatti l’Enoluogo è anche lo spazio dove si trova la redazione di Civiltà del Bere, rivista di settore specializzata su tematiche enologiche e vitivinicole. Tre vetrine su Viale Andrea Doria 24, a Milano, nata nel 2011 (anche se prima si trovava a qualche civico più là), dove si organizzano eventi, corsi, incontri e degustazioni con i produttori. “L’Enoluogo è l’enoteca della rivista Civiltà del Bere, dove trovare i nostri redattori, poter parlare di vino, degustarlo nei corsi e ovviamente acquistare bottiglie che sono il frutto della nostra lunga ricerca” ci spiega Alessandro Torcoli, giornalista, sommelier, accademico della vite e del vino, nonché editore e direttore della rivista.

L'Enoluogo a Milano

La nascita dell’Enoluogo: l’enoteca di Civiltà del Bere

Siamo nati in uno spazio più piccolo nel 2011, sempre in Viale Doria. Tutto è partito perché ci piaceva l’idea di avere un nostro spazio dove si potessero vendere le bottiglie conosciute in questi anni di ricerca” racconta Torcoli a CiboToday. Poi nel 2023 è avvenuto il trasferimento in questo locale più grande, modulare, che viene allestito a seconda degli scopi. “Qui dentro oltre alle classiche bottigliere di una normale enoteca, troverete anche alcuni redattori e i grafici di Civiltà del Bere” continua. E infatti l’Enoluogo è anche la redazione di questa storica rivista dedicata alla cultura enologica, nonché uno spazio aperto al pubblico dove però “non si fa somministrazione, se non durante i tasting di vino che organizziamo”. L’Enoluogo infatti non è un’enoteca con mescita, con una bottiglieria dove le etichette girano spesso: “A differenza di una classica enoteca qui abbiamo una grandissima rotazione. Il 50% delle bottiglie rimane perché più rappresentative e piacciono molto alle persone, l’altra parte invece gira in base anche alle nostre esperienze in giro”.

Degustazioni e corsi all'Enoluogo

Gli eventi di Civiltà del Bere nell’Enoluogo di Milano

Quindi un luogo dove è il vino a parlare sotto tanti punti di vista. C’è un ricco calendario di eventi che viene divulgato agli appassionati tramite i canali ufficiali di Civiltà del Bere e attraverso le newsletter dedicate all’Enoluogo. “I nostri clienti vengono informati periodicamente sulle novità in corso e sugli eventi futuri. Qui svolgiamo infatti tantissime attività rivolte a un ampio ventaglio di pubblico”. Ci sono gli appuntamenti più istituzionali, organizzati direttamente dalle aziende o consorzi che si appoggiano all’Enoluogo per presentare i propri prodotti a giornalisti, professionisti del settore, clienti. Oppure ci sono gli eventi aperti al pubblico: “Corsi di introduzione al vino, serate tematiche per conoscere specifiche area vitivinicole o prodotti, come Barolo o Champagne, incontri con i produttori e le nostre walk around table ovvero le degustazioni” e i prezzi cambiano a seconda del tipo di evento dai 35€ fino ai 100€. Qui si fanno anche incontri utilizzando il metodo Vinology, un manuale scritto da Torcoli nonché uno dei libri sul vino più venduti negli ultimi 10 anni: “Si tratta di una pubblicazione infografica dove si spiega in maniera semplice e diretta, anche grazie all’utilizzo di immagini, il mondo del vino. Trattiamo tantissimi argomenti con questa metodologia”. Ma qui non c’è solo vino, infatti si organizzano anche corsi sul sake, distillati e sul mondo del beverage in generale.

Alessandro Torcoli di Civiltà del Bere

La storia di Civiltà del Bere: la storica rivista sul vino

Civiltà del Bere è nata nel 1974 a Milano, e proprio quest’anno compie i suoi primi 50 anni di attività. “A fondarla è stato mio nonno, il giornalista Pino Khail, in un periodo in cui non si era formata coscienza sulla qualità vinicola italiana” racconta Torcoli oggi direttore della rivista. “Siamo stati pionieri in Italia, ai quei tempi il vino era considerato un mero alimento ed eravamo agli albori di una vera e propria cultura enologica. Mio nonno mise su una squadra di giornalisti dal Corriere della Sera e da Il Giornale di Montanelli, creando un prodotto di qualità e con un livello culturale molto ampio”. Oggi Civiltà del Bere conta una vasta serie di collaboratori in giro per l’Italia e oltre a fare informazione sul vino organizza anche eventi: “Come Simple The Best, a Milano, fiera con i migliori produttori d’Italia e non solo, e Vip Cortina e Forte dei Marmi. Due eventi più piccoli con una selezione accurata di cantine e una serie di incontri sul futuro e le problematiche del settore”.

Enoluogo

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento