Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Martedì, 16 Luglio 2024
Milano

Tutti i nuovi hotel di lusso che stanno per aprire a Milano

In questa lista i nuovissimi alberghi 5 stelle che arriveranno a Milano nei prossimi mesi e anni. Dai tanti brand del Gruppo Marriott al Rosewood ecco tutte le novità in vista

Milano è sempre più ritenuta sullo scacchiere del turismo una città internazionale e di grandi eventi. Manifestazioni come la Fashion Week o il Salone del Mobile, senza contare l’arrivo imminente delle Olimpiadi del 2026, sono capaci di attirare un pubblico eterogeneo da ogni parte del mondo. Questo, con la spinta decennale ricevuta a partire dall’Expo 2015, ha fatto sì che anche le strutture alberghiere della città si adeguassero alle diverse esigenze e richieste. Sono nati così nuovi indirizzi di lusso, hotel di fascia alta, che hanno avvicinato la città alle grandi capitali europee in termini di offerta recettizia. Un processo in continua espansione testimoniato dal fervore di queste nuove aperture che coinvolgeranno Milano nei prossimi mesi e anni. In questa lista abbiamo condensato le più importanti novità in fatto di alberghi 5 stelle che si affacceranno nel capoluogo lombardo a breve.

Rosewood

Lo spazio dove sorgerà il Rosewood Hotel

È nell’aria da tempo la notizia circa la prossima apertura del Rosewood Hotel & Resorts, uno dei gruppi d’hotellerie di lusso più importanti del mondo. Con 30 alberghi in 18 paesi, ora l’arrivo anche a Milano nel 2025 in via Borgonuovo 2, negli spazi dell’ex Palazzo Branca e Palazzo della Banca Commerciale. 70 camere, 20 suites, cocktail bar e ristorante per un progetto ambizioso firmato dallo Studio K.O. Un’operazione in linea con le politiche del brand volte a dare nuova vita a strutture cittadine importanti e dalla lunga storia.

Soho House

Soho House Milano-2

Dopo una lunga attesa e progetti interrotti finalmente Soho House sembra avere una sede definita per Milano: negli spazi dell’ex Cinema delle Arti dovrebbe a breve iniziare il cantiere. Posizionato strategicamente tra Piazza San Babila e Corso Indipendenza, in via Pietro Mascagni 8 all’interno di un affascinante edificio Anni ’30, Soho House occuperà ben 6 piani. Apertura numero 44 del noto club privato nato a Londra e poi sviluppatosi in tutto il mondo, nonché seconda location italiana dopo quella a Roma inaugurata nell'ottobre 2021. Si può accedere solo se si è soci paganti - mandando una richiesta formale o introdotti da un altro membro - e una volta accettati si possono visitare tutte le Soho House nel mondo. Nella sede milanese oltre a 50 camere da letto ci sarà una terrazza panoramica con piscina, cocktail bar e i tradizionali ristoranti della compagnia. Nonché una palestra che è uno dei luoghi di relazioni più importanti di Soho House.

W Milano Hotel – Corso Matteotti

L'ex Boscolo Hotel dove troverà spazio il W Milano

Nuova apertura anche per il Gruppo Marriott International che in Corso Matteotti 4/6, a cavallo tra San Babila e Dumo: qui darà vita al nuovo W Milano. Sorgerà all’interno dell’ex Boscolo Palazzo Matteotti e il progetto architettonico dovrebbe essere dell’archistar Stefano Boeri. Un totale di 166 camere, incluse 36 suite, più rooftop bar, ristorante, area fitness e spa. Cantiere piuttosto lento: apertura a fine 2025.

Six Senses Milano

Nel centro di Milano, in via Brera 19, troverà casa la nuova struttura del Six Senses Hotel. Dopo l’apertura a Roma, firmata dalla designer Patricia Urquiola a novembre 2023 (ne abbiamo parlato qui), ora anche nel capoluogo lombardo. Il marchio dell’hotellerie di lusso che fa capo a Ihg Hotels & Resorts, aprirà a fine 2025 e l’operazione è gestita dal Gruppo Statuto già proprietario di alcuni dei più prestigiosi edifici contenenti hotel di lusso, tra cui il Four Seasons, il Mandarin e il Rosewood Milano.

The Plein Hotel

The Plein Hotel a Milano, il render

Si tratta del debutto del noto stilista svizzero Philippe Plein nel mondo dell’hospitality. The Plein Hotel, notizia che circola già da diversi anni, è in procinto di aprire a Milano all’interno del Palazzo Melzi d'Eril, struttura storica in Via Manin 23, ex quartier generale della designer Krizia. Non ci sono molte informazioni circa l’apertura, se non attraverso alcuni post Instagram del designer e cartelloni pubblicitari per la città dove si ipotizza una data: primavera 2024. Come aveva affermato in precedenza il patron Plein, l’hotel sarà iper esclusivo con solo 18 suites, cocktail bar e un’area benessere. Progetto sviluppato con la consulenza e i servizi di ErmesHotels, azienda che opera in ambito alberghiero. A quanto si vocifera ci sarà tantissimo spazio per la ristorazione: “non un hotel con il ristorante, ma un ristorante con le camere” dice qualcuno in città.

Hotel delle Stelline

Hotel delle Stelline

Si trova all’interno del Palazzo delle Stelline, da cui prende il nome, il nuovo hotel 4 stelle firmato dallo studio del progettista Stefano Boeri. L’operazione vede la presenza di Regione Lombardia, del Comune di Milano e della stessa Fondazione tra fondi propri e finanziamenti. Come ha affermato in una nota Boeri: “Le Stelline incarnano una lunga storia milanese di accoglienza e generosità sociale. Il progetto di riqualificazione cerca di razionalizzare la coabitazione tra gli spazi destinati agli usi ricettivi e quelli invece dedicati alle attività culturali e congressuali”. Oltre alle camere ci sarà anche un centro benessere, area fitness e un ristorante di qualità. Apertura per le Olimpiadi del 2026.

Casa Brera

Casa Brera è un nuovo luxury lifestyle hotel gestito da Marriott International, in Piazzetta Bossi 2, il cui progetto è curato dalla nota designer Patricia Urquiola. A ispirare il restyling dell’hotel l’architettura razionalista del palazzo Anni ’50 progettato settant’anni fa da Pietro Lingeri: oltre a 116 stanze e 15 suites, ci sarà anche un ristorante gourmet, Scena, guidato dallo chef Andrea Berton (di cui ne abbiamo parlato qui, prima del cambio di destinazione visto che all’epoca si pensava fosse un W Hotel). Casa Brera sarà un interessante polo gastronomico anche grazie alla presenza del cocktail bar sul rooftop, e, infine, del ristorante Odachi dedicato alla cucina giapponese. L’apertura è prevista per il terzo trimestre del 2024, intanto ai piedi dell’hotel si riqualifica

Portici Meridionali di Milano

Portici meridionali del Duomo-3

Un bando del Comune di Milano ha assegnato la riqualificazione e conversione di Palazzo dei Portici Meridionali di Piazza Duomo (quelli a destra guardando la cattedrale). Ad aggiudicarsi questo complesso monumentale Siam, Società Incremento Alberghiero Milano, azienda che opera nell’ospitalità milanese di fascia media con brand come “Just”, “Spice”, “Da Vinci”, “Smart”, “J24”, nei pressi di Stazione Centrale. Ora il salto di scala per questo gruppo con un investimento da 144 milioni di euro che trasformerà la struttura in un hotel di lusso vista Duomo. Una superficie di 8 mila metri quadri, distribuiti su cinque piani, oltre che al piano terra, due piani interrati e sottotetto, nello storico edificio compreso fra via Dogana, via Marconi e via Mazzini, realizzato nel 1875.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento