Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Milano

Due sorelle aprono a Milano una sede della pasticceria più famosa di Beirut

Si chiama Oslo Made in Heaven e rappresenta il sogno di Yasmine e Julie Audi che hanno cambiato vita per seguire la tradizione dolciaria di famiglia. Era stata la madre Nayla ad aprire la prima pasticceria a Beirut nel 1997. Gusti gelato all’orchidea e altre particolarità

Tutto è iniziato nel 1997, a Beirut in Libano quando Nayla Audi aprì la sua prima pasticceria Oslo made in heaven. Da sempre appassionata di dolci, soprattutto di gelato, fa esperienza come pasticciera in un ristorante di un amico a Los Angeles. Così, quando torna a vivere a Beirut inizia prima a sperimentare a casa per poi aprire un suo ristorante. Poi realizza finalmente il sogno di aprire un suo negozio specializzato in torte e i gelati dai gusti del tutto particolari diventato molto rinomato. Oggi, 27 anni dopo l’apertura del primo punto vendita (attualmente sono due) che è diventato un’istituzione a Beirut, le figlie di Nayla – Yasmine e Julie – hanno mollato le loro promettenti carriere per continuare la tradizione. A febbraio 2024 hanno deciso di far uscire Oslo dai confini nazionali per portarla a Milano.

L'ingresso della Pasticceria Oslo made in heaven a Milano

La storia delle sorelle libanesi Yasmine e Julie Audi

“Da piccole dopo la scuola, nostra madre ci faceva sempre trovare due gelati diversi che aveva preparato. E noi dovevamo scegliere il migliore. Era molto divertente, perché spesso si univano anche i nostri amici”. Questo è uno dei tanti ricordi che conserva Yasmine Audi della sua infanzia, in cui il gelato e le torte non sono di certo mancate. “Ogni volta che andavamo in un posto nuovo mia mamma ci portava ad assaggiare gelati e torte. Abbiamo appreso tanto senza neanche saperlo”.

Le sorelle Yasmine e Julie Audi con la madre Nayla

Nel frattempo però hanno preso la loro strada: Yasmine quella della graphic designer a Milano, mentre Julie ha seguito studi economici per poi lavorare tra Milano e Londra. Questo fino a quando non si sono ritrovate chiuse in casa per 5 mesi con la madre causa Covid. “Avevamo tanto tempo a disposizione e la maggior parte lo passavamo in cucina a sperimentare nuove ricette. È proprio in questo momento che abbiamo deciso che volevamo portare avanti la tradizione di famiglia”. Hanno mollato tutto, si sono licenziate per aprire un terzo negozio della loro rinomata Pasticceria Oslo.Yasmine e Julie Audi nel loro negozio

L’apertura di Oslo made in heaven a Milano

Yasmine e Julie hanno aperto in pieno centro a Milano, in via Filippo Corridoni 1, zona San Babila. “Inizialmente volevamo aprire a Londra, poi abbiamo fatto un po’ di ricerca di mercato e Milano ci sembrava più azzeccata. È vero che ci sono tantissime pasticcerie molto buone, ma sono tutte molto tradizionali e classiche. Secondo noi c’era spazio per qualcosa di diverso. E poi le materie prime italiane sono le migliori”, spiega Yasmine. A curare il progetto insieme alle due sorelle ovviamente la madre Nayla, che in parallelo porta avanti i negozi di Beirut.Il bancone della Pasticceria Oslo Milano

Oltre a un nuovo indirizzo di riferimento per i dolci e il gelato in città, Oslo Milano funge da centro culturale, con eventi curati e presentazioni di opere artistiche. Lo spazio è stato progettato dall'amico e architetto Benoît Dupuis, noto per il suo lavoro al mitico Crazy Horse di Parigi. Mentre l'amica e designer Superyaya Rym Beydoun ha dato il tocco finale progettando divise e i tessuti delle panche. “Siamo entusiaste di portare a Milano lo spirito di Oslo made in heaven, fondendo le nostre radici libanesi con l'eleganza senza tempo dei caffè italiani. Per noi è più di un semplice negozio di dolci: è una celebrazione della famiglia, della creatività e della cucina”.

Le Angel Cake di Oslo made in heaven

Cosa assaggiare nella Pasticceria Oslo a Milano

Oslo Milano offre un nuovo approccio al dessert. Al centro dell’offerta c’è l’amatissima Angel Cake, il loro best seller in Libano. Si tratta di una torta molto morbida, quasi eterea, realizzata senza grassi e senza lattosio. Può essere presa da sola “naked”, intera (30-35€) o a fette (6-7,50€), oppure farcita con alcuni tipi di coulis, panna montata di gusti diversi come fragola, cioccolato e rosa, e guarnizioni (pistacchi caramellati, frutta fresca, crema di rose e matcha). Su richiesta realizzano anche altri tipi di torte personalizzate per eventi e feste. L’altro cuore della produzione è il gelato, di cui propongono 8 gusti diversi che cambiano stagionalmente. “All’inizio avevamo un po’ paura, perché l’Italia è la patria del gelato ed eravamo timide a presentare la nostra versione libanese, che però fortunatamente è molto apprezzata soprattutto per la qualità degli ingredienti”.

Infatti il gelato di Oslo che preparano Yasmine e Julie in un laboratorio fuori Milano, contiene anche uovo che lo rende più denso e corposo. E poi, qui si possono assaggiare gusti inediti per l’Italia, in particolare quelli ai fiori. Primo tra tutti il Wild Orchid, “un gusto molto tipico in Libano, un po’ come la vaniglia in Italia, fatto con una polvere di orchidea selvatica che importiamo. E poi il Rose Loukoum fatto con lo sciroppo di rose”. Oltre a questi c’è il Coffee Toffee Crunch, ovvero caffè con pezzettini di caramello, ma anche il cioccolato bianco e quello al tè earl grey. E anche questi si possono guarnire con diversi topping, come le turkish delight, tipo gelatine di frutta. Infine, i sorbetti stagionali preparati con frutta fresca e acqua - in Libano provengono dagli orti della madre Nayla. “Sarebbe bellissimo aprire in altre città ma dobbiamo prima strutturarci per essere sicuri che la qualità rimanga invariata: per noi è la cosa più importante”.

OSLO made in heaven

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento