Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Milano

Ristoranti dove prenotare per il cenone di Capodanno a Milano a prezzi accettabili

Dalla trattoria con i piatti della tradizione meneghina al ristorante di cucina spagnola, passando per pizza, tavole asiatiche, bistrot contemporanei e qualche indirizzo d’autore. Ecco i menu di Milano con piatti e prezzi

A Milano le insegne gastronomiche si preparano per proporre menu speciali per salutare l'anno che se ne va e dare il benvenuto a quello nuovo. Se non avete già fatto piani domestici, le alternative per il cenone di Capodanno sono davvero molte e variegate, in grado di accontentare tutti i gusti. Dalla trattoria di cucina tipica meneghina al bistrot innovativo, dal ristorante cinese a quello spagnolo, passando per le tavole gourmet. A mezzanotte c’è quindi chi festeggia con cotechino e lenticchie, e chi con i 12 chicchi d’uva, ma le bollicine non mancano mai. Ecco la nostra selezione dei ristoranti dove prenotare a Milano per la cena di San Silvestro, con tanto di menu e prezzi per facilitare la scelta.

Finger’s Garden

Crema di patate al tartufo nero con tempurina di verdure

L’indirizzo di cucina nippo-brasiliana di Porta Nuova per la fine dell’anno organizza una cena di gala dai sapori fusion. Il menu prevede l’aperitivo di benvenuto a base di bollicine e stuzzichini, poi bis di tacos con ceviche e maialino iberico, e Mush Mush (cartoccio di funghi shitake freschi accompagnato da cipollotti, soia sake e burro). Si prosegue con la Crema di patate al nero di seppia tartufata, tempura, ravioli di granchio blu, sushi mix e merluzzo nero dell’Alaska marinato in salsa di arancia e miso. Si conclude con panettone e pandoro serviti con la salsa Passion di Finger’s.  A seguire ci si sposta al Botequinho, proprio di fianco al ristorante, per il djset. Prezzo: 140€, oppure 190€ con una bottiglia di Champagne Canard Duchene Cuvée Lèonie Brut.

Bentoteca

La sala di Bentoteca

Da Bentoteca si va per provare la cucina del super chef Yoji Tokuyoshi, che per il cenone di capodanno propone un menu degustazione fatto di molti assaggi. Tra i piatti il suo celebre chutoro di tonno sashimi, yakitori di pollo e anguilla, l’immancabile katsusando di wagyu e miso italiano e anche tanti piatti inediti come Cavallo e pomodorini fermentati. La cena si conclude con la torta di mele e gelato al tè matcha. Prezzo: 135€, 65€ wine pairing.

Il Giardino di Giada

Anatra pechinese con crêpes

Come vuole la tradizione cinese, il cenone è componibile secondo i propri gusti e soprattutto all’insegna della condivisione. Una tavola imbandita da piatti tipici: antipasti, primi e secondi insieme. Per la sera del 31 dicembre quindi, lo storico ristorante cinese all’ombra della Madonnina, integra il menu con diverse proposte speciali per festeggiare il nuovo anno. Tra queste il pollo ruspante con scalogno, i dim sum in brodo di capodanno in due versioni (con carne o con gamberi) e il cappone stufato con erbe medicinali. Per chi rimarrà fino alla mezzanotte viene offerto panettone e prosecco per brindare. Qui c’è anche la possibilità di prenotare una saletta privata adatta a un gruppo di amici.

Autem

Saint-Jacques au beurre avec fondue au parmesan di Autem

Il ristorante dello chef Luca Natalini in Porta Romana propone un lungo percorso degustazione che va dall’insalata di astice alla brace al king crab, scalogno marinato e cremoso di patate, passando per il toast di foie gras e cipolla caramellata, chicca di patata ratta e maialino brasato. E poi, secondo la tradizione, a mezzanotte cotechino, lenticchie e Champagne. Prezzo: 250€, 80€ wine pairing.

Ba Restaurant

I ravioli di Ba Restaurant

Il ristorante cinese pluripremiato di Marco Liu per capodanno offre un menu fisso da 9 battute in cui si parte dalla tartare di gamberi rossi di Mazara, caviale Kaluga, lime fermentato, soia e passion fruit, si passa per la selezione di dim sum e si arriva all’astice al sale e pepe di Sichuan. Prezzo: 195€, 95€ wine pairing.

Erba Brusca

Un dolce di Erba Brusca per le feste

Il ristorante sul Naviglio Pavese della chef Alice Delcourt per la sera del 31 dicembre organizza una vera e propria festa, dove si cena, si beve bene e si balla all night long. Erba Brusca è anche un’attività agricola con un orto di 4000 metri quadri di fianco al ristorante e qui le materie prime sono sempre eccezionali, anche per Capodanno. Per la serata un lungo menu pensato per l’occasione: dal sweet and sour mazzancolle e patate dolci con kimchi di cipollotto al tataki di daino, salsa al burro nocciolato, uvetta, capperi e rosmarino, crema di sedano rapa e mele, passando per gli gnocchi di camomilla, burro nocciolato, bergamotto, fonduta di pecorino e nocciola. Per finire niente panettone ma la torta festa al cioccolato e caffè con glassa al caramello salato. Prezzo: 99€, bevande escluse.

Antica Osteria Cavallini

Il giardino d'inverdo addobbato di Antica Osteria Cavallini

Osteria storica che si trova tra Porta Romana e Repubblica, avviata nel 1934 da Settimo Cavallini e sua moglie Adele. Oggi rimane un indirizzo per la cucina tradizionale, da assaporare in uno dei giardini d’inverno più belli della città. L’ultimo giorno dell’anno il menu prevede un’alternanza di piatti di terra e di mare: bruschetta di burrata e acciughe del Cantabrico, tris di tartare di pesce, catalana di gamberi, risotto con funghi porcini e tartufo nero, filetto di branzino gratinato e filetto di manzo con salsa di tartufo nero. E dopo il panettone con crema al mascarpone, a mezzanotte scocca la tradizione in assoluto: cotechino e lenticchie. Prezzo: 138€, bevande escluse.

Señorío

Un piatto di Señorío delle feste

Anche il più autentico ristorante iberico di Milano, secondo il Governo spagnolo, si prepara per le feste portando in tavola i piatti della tradizione spagnola delle feste. Qui per la Nochevieja – Notte di San Silvestro – lo chef David Arellano ha pensato ad un menu creativo di 8 portate più l’aperitivo di benvenuto a base di Cava Metodo Classico e stuzzichini. Tra i piatti i cannelloni di maialino di Segovia, funghi di stagione, aria al formaggio Manchego e riduzione di funghi e tartufo, astice con bisque di crostacei e crema di zucca all’arancia e il filetto di presa iberica di Bellota cotta al carbone. Infine una selezione di torroni spagnoli e poi l’immancabile “Uvas de la suerte”, usanza tipica che prevede di mangiare 12 chicchi di uva nei 12 secondi prima della mezzanotte come portafortuna. Prezzo: 230€, vini inclusi.

Osteria del Binari

Il risotto con l'ossobuco di Osteria del Binari

Storica osteria della famiglia Denti aperta negli anni ’70 nei locali della vecchia bocciofila della Stazione di Porta Genova in via Tortona. Qui si fa cucina di tradizione milanese da sempre, con qualche spunto creativo. Per la sera del 31 dicembre si può scegliere tra diversi piatti, come agnolotti ripieni di brasato con salsa al tartufo e foie gras, risotto mantecato con zucca mantovana e cardoncelli, trancio di ricciola con croccante di olive taggiasche, carciofi e salsa olandese. Il menu prevede due antipasti, un primo, un secondo e un dessert a scelta, drink di benvenuto, acqua e caffè. E a mezzanotte si brinda con le bollicine, insieme a cotechino e lenticchie. La serata è accompagnata da musica dal vivo. Prezzo: 120€, bevande escluse.

Mu Dimsum

I ravioli di Mu Dimsum

In zona Stazione Centrale si saluta l’anno a tavola di MU dimsum con un menu degustazione che passa attraverso le sfumature della loro cucina cinese contemporanea. Un percorso interessante di 9 portate in cui si parte dal tonno scottato, barbabietole e bergamotto, poi mazzancolle fritte con maionese alle erbe, ostrica e gelatina di soia, l’immancabile selezione di 5 dim sum, scampi al vapore con mango agropiccante, gnocchi di riso saltati con ragù di funghi e tartufo nero. E poi due dolci golosi, tra cui il loro celebre Malagao edizione capodanno. Prezzo: 95€, 40€ abbinamento vini, 35€ abbinamento tè.

Denis pizza di montagna

La pizza di Denis Lovatel

Per chi ha voglia di pizza anche la sera di San Silvestro ci pensa il pizzaiolo Denis Lovatel. Nelle due insegne di Moscova e Porta Venezia il menu delle pizze si amplia con 3 proposte speciali: la Nordica con fiordilatte, broccolo fiolaro, salmone norvegese, crème fraîche e mandorle; l’imperdibile Capodanno Fortunato con fiordilatte, broccolo fiolaro, salsiccia abbrustolita, lenticchie croccanti e cren grattugiato. Infine, la Bakkala con fiordilatte, baccalà mantecato, cavolo nero spadellato, chips di parmigiano e cipolla in carpione.

DanielCanzian Ristorante

Il bancone di DanielCanzian Ristorante

La sera del 31 dicembre lo chef Daniel Canzian propone due menu, uno da asporto/delivery con la formula “A casa tua”, e uno al ristorante in via Castelfidardo. Tra i piatti serviti al locale l’insalata di rinforzo, canocchie e tartufo nero, plin di faraona in salsa al foie gras, cime di rapa e nocciole e l’astice agli agrumi. Durante la serata ci sarà anche musica dal vivo. Non è da meno la proposta delivery, con tanto di servizio del caviale: pan brioches, burro alla maitre d’hotel, caviale (30g) selezione DanielCanzian pane sfogliato al mais, uova barzotte alla mimosa. Prezzo: 110€ formula felivery, 180€ al ristorante (esclusi vini) oppure 250€ con wine pairing.

Iyo Restaurant

Ika somen di Iyo Restaurant

L’omisoka – ultimo giorno dell’anno – al ristorante di Claudio Liu in zona Cenisio prevede un menu degustazione di 9 portate. Tra questi il carpaccio di capasanta, vinaigrette allo yuzu, umeboshi e polvere di shiso rosso, l’anguilla cotta alla carbonella, foie gras e rapa bianca e qualche pezzo di nigiri. Immancabile l’iconico Ika somen, crudo di calamaro sfrangiato, uovo di quaglia, caviale Royal Oscietra, verdure croccanti e salsa soba dashi, uno dei signature del ristorante 1 Stella Michelin. Anche durante questa serata c’è la possibilità di sedersi al bancone per provare l’omakase tradizionale in 8 assaggi. Prezzo: 250€ al ristorante, abbinamento vini 120€; 300€ per l’omakase, abbinamento vini 150€.

Stendhal

La sala di Stendhal addobbata per le feste

Il tipico ristorante di cucina meneghina in zona Brera per la cena di San Silvestro propone un menu alla carta con piatti speciali delle feste. Così di fianco ai piatti iconici del locale come il classico risotto “giallo” con ossobuco, mondeghili e cotoletta alla milanese, ci saranno dei fuori menu pensati per l’occasione. Insalata di cappone, patè di oca, cotechino Sergio Motta, purè di patate e lenticchie e risotto al limone, ostriche e borragine sono solo alcuni. Come dolce, non mancherà il panettone artigianale con il gelato al pistacchio. Oltre ai vini, ci sarà una drink list d’eccezione.

House of Ronin

La sala di Ronin Robata

Nel locale giapponese a 4 piani nella Chinatown di Milano sono pronti per festeggiare. Qui si può scegliere se cenare al Piccolo Ronin, l’izakaya (listening bar) al piano terra pensato per la condivisione e di assaggi ispirati allo street food giapponese come handrolls, bao, gyoza e yakitori, oppure al Ronin Robata. Quest’ultimo è il ristorante fine dining incentrato sulla tradizionale griglia giapponese con cottura sul fuoco vivo. Entrambi i menu includono il calice di benvenuto, il brindisi di mezzanotte e la festa dopocena. Prezzo: 75€ da Piccolo Ronin, 145€ al Ronin Robata.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento