Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Milano

La signora messicana che produce nachos e tortillas di qualità in una fabbrica a Milano

Juliana Marinoni è originaria di Città del Messico, dopo essersi trasferita in Italia per amore voleva raccontare le sue radici attraverso il cibo. Nel 2017 ha fondato Sabrosita, una fabbrica di tortillas, nachos, tostadas e salse messicane, un progetto a cui stava lavorando da 20 anni

Juliana Marinoni è nata a Città del Messico, in una famiglia dove le donne hanno sempre avuto un ruolo importante. Nel 1988 giovanissima arriva a Milano per amore e decide di raccontare le sue radici attraverso il cibo. Sabrosita Clasica Mexicana è la storia di un sogno che si realizza dopo più di 20 anni di pensieri e progetti. “La prima idea mi venne nel 1995: volevo fare tortilla in Italia, all'epoca a Milano non c'era quasi nulla sia in termini di cucina internazionale che di aziende. Ma avevo già due bambini e quando siamo arrivati al dunque mio marito mi disse: famiglia o tortilla”, afferma Juliana scherzando. Chi la dura la vince, c’è voluto un po’ più del previsto ma nel 2017 Juliana è finalmente riuscita ad aprire la sua fabbrica di tortilla e altri prodotti che raccontano il Messico ma in provincia di Milano.

Le tortilla di Sabrosita

La storia di Juliana Marinoni e la nascita di Sabrosita

“Ho sviluppato la passione per la cucina inconsciamente, ce l’ho nel sangue, perché a casa mia nonna e mia mamma hanno sempre cucinato, soprattutto tortilla. L’amore per il cibo l’ho ereditato da loro”, racconta Juliana a CiboToday. C’è da dire anche che Juliana viene da una famiglia di artisti, la madre è pittrice, mentre la sua forma d’arte è il cibo: “la mia creatività l’ho sempre espressa in cucina. E questo progetto era il modo per far uscire questo mio lato”. Così negli anni lavora a fianco del marito, imprenditore di macchinari agrolimentari, senza mai mettere da parte il suo progetto, visitando fiere ed esposizioni. È nel 2014 che decide di riaprire quel cassetto e realizzare il suo sogno. "Ormai avevo 50 anni, un po' tardi, ma con le idee molto più chiare ", spiega Juliana. Così, nel 2017, Sabrosita ha finalmente preso vita, partendo da una struttura più solida e organizzata rispetto a come l’aveva pensata venti anni prima. “Inizialmente pensavo a una produzione piccolissima, quasi casalinga. Poi negli anni Milano si è trasformata, è diventata cosmopolita, e sono cambiate le esigenze”.

La produzione di tostadas da Sabrosita a MilanoCome vengono realizzati i prodotti di Sabrosita Clasica Mexicana

Anche se oggi producono 15 tonnellate all’anno di tortillas e 20 di nachos, il procedimento viene realizzato per il 50% a mano con ingredienti di prima qualità. La lista degli ingredienti poi è cortissima, e il principale è il mais nixtamalizzato – masa, cioè pasta di mais ottenuta dalla bollitura dei chicchi in soluzione alcalina - di cui a seconda dei prodotti vengono usate varietà messicane ed europee. “Le ricette sono quelle tradizionali messicane su cui ho lavorato personalmente per ottenere prodotti che avessero l’autentico sapore del Messico”. Tutto è partito dalle tortillas per arrivare oggi a una gamma di circa 60 prodotti (considerando anche le varie dimensioni) a base di mais interamente prodotti e lavorati in Italia. Da quelle classiche a quelle aromatizzate con barbabietola, spinaci, carbone vegetale e mais blu.

I nachos classici di Sabrosita

Qui è entrata in gioco la mia creatività, oltre ai classici, ho voluto realizzare prodotti diversi con i colori che rappresentano il mio paese, perché il Messico è colorato e sabroso (saporito)”. Poi hanno introdotto i nachos, anche questi in più colori, così come le tostadas che sono molto simili alle tortillas ma fritte. Dopo il Covid invece, sono nate le salse: Salsa Verde Mexicana, la classica con pomodori verdi tomatillo, cipolla, peperoncino Jalapeno, coriandolo, sale e aglio, la Salsa Ranchera, quella Habanero rosso e cipolla e la Habanero giallo e zenzero a base di pomodori gialli, olio evo, zenzero, habanero giallo, amido di mais e sale.

Tutti i prodotti di Sabrosita sono gluten free, lactose free, sugar free e certificati vegani. A brevissimo uscirà una super novità: la sfoglia di mais, ovvero un sostitutivo della pasta per fare la lasagna, adatta anche ai celiaci. “Non per copiare il maestro Giovanni Rana ma è proprio una sfoglia. In Messico si chiama Pastel Azteca e la usiamo appunto per fare una specie di lasagna”.

Gli scaffali del negozio di Sabrosita

I progetti futuri di Sabrosita

Oltre al lancio del nuovo prodotto, Juliana è impegnata con un rebranding totale del marchio che verrà lanciato a settembre. E come se non bastasse hanno appena cambiato sede operativa, spostandosi da Cinisello Balsamo a Monza in via Montebello 7, e aumentato la produzione. Di fianco al laboratorio hanno già aperto il loro piccolo shop dove acquistare l’intera linea di Sabrosita e altri complementi per cucinare messicano a casa, come spezie e chipotle. I prodotti per adesso sono principalmente destinati al settore catering e ristorazione, ma l'azienda sta pianificando una strategia commerciale che includa anche la vendita diretta attraverso botteghe e negozi. Nonostante il recente trasferimento e il rebranding in corso, Juliana è già proiettata verso nuovi orizzonti. "Non ci fermiamo qui, ci sono altri progetti", conclude Juliana, lasciando intendere che la storia di Sabrosita è solo all'inizio.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento