Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Martedì, 16 Luglio 2024
Milano

Di fronte alla stazione di Milano Rogoredo apre un centro culturale con trattoria, pizzeria e teatro

Scirocco è la novità dell’estate al quartiere Santa Giulia di Milano, anche se queste settimane saranno di prova e di rodaggio in attesa del lancio a pieno regime del progetto a settembre. Ma si può già andare a pranzo e a cena e a godersi uno spettacolo

Apre un nuovo grande ristorante con ambizioni gastronomiche, sociali e culturali a Rogoredo e si chiama Scirocco, come il vento del sud. È gestito da un network molto noto a Milano, quello di Mare Culturale Urbano. Prima di raccontare cosa è e soprattutto cosa sarà, un po’ di contesto.

L’area di Rogoredo, a sud di Milano appunto, è in fase di trasformazione da anni, ora i grandi processi di rigenerazione si sovrappongono e si accelerano anche grazie alle Olimpiadi invernali del 2026, che qui avranno uno dei loro poli: a poca distanza dalla stazione dei treni ad Alta Velocità c’è infatti in rapidissima costruzione l’arena olimpica dove si terranno le gare di hockey, che poi diventerà un grande polo per concerti ed eventi. Ancora più vicino, sempre a tema musicale, sta per partire il cantiere del nuovo Conservatorio di Milano. Poi nuovi progetti immobiliari con parchi, edifici, nuovi condomini e sperabilmente presto un tram. Nonché la Security Academy delle Ferrovie dello Stato, che dovrebbe riqualificare la stazione ferroviaria.

Il palco teatrale di Scirocco a Milano

L’arrivo di Mare Culturale Urbano a Santa Giulia

In questo quadro in evoluzione si inserisce l’accordo tra Lendlease (la grande società di real estate che si occupa di sviluppare tutta l’area) e Mare Culturale Urbano, la realtà milanese che già gestisce hub creativi di quartiere in Cascina Torrette a San Siro o in Cascina Merlata. Ed è proprio questo che serve alla zona di Rogoredo e Santa Giulia: fare quartiere, disporre di luoghi di aggregazione e punti di riferimento per tutte le età e per tutti i momenti della giornata. Per bere un caffè, per fare un pranzo di lavoro, per godersi uno spettacolo di teatro. Scirocco punta a fare tutto questo in una piazza enorme come Piazza Tina Modotti, che come tutte le piazze enormi intimorisce un po’, ma rappresenta anche una grande potenzialità per l’organizzazione di eventi, rassegne, proiezioni, spettacoli, reading e sport.

Il bancone bar di Scirocco a Milano

Il complesso si chiama Spark3 ed è un edificio di Lendlease praticamente di fronte alla Stazione di Rogoredo, che fino alla pandemia era affittato a Sky e che poi è stato lasciato libero ed oggi è in attesa di nuovi affittuari. Proprio nella ex mensa di Sky, con pochi lavori di aggiustamento, è stato fatto nascere Scirocco. Il progetto è aperto e operativo “anche se”, ci raccontano da Mare Culturale Urbano, “siamo ancora in una fase di grande rodaggio, tutta la comunicazione verrà fatta da settembre, questi estivi saranno mesi di prove e messe a punto. Neppure il profilo instagram è ancora aperto”. Il locale è molto ampio, circa 500 mq complessivamente, e dispone oltre che di un bancone bar e di un forno a vista per la pizza di ben due palchi per gli spettacoli: uno grande all’interno nel bel mezzo della sala e uno più piccolo di fuori, giusto per mettere in chiaro quale vuole essere l’identità di questo progetto. 

Cosa si mangia e quanto si spende da Scirocco a Milano

Intanto però si mangia e a pranzo iniziano a fermarsi i primi clienti, lavoratori, curiosi. Al di là della pizza (che è la stessa che Mare fa già a Cascina Merlata), in cucina c’è un volto noto della cucina milanese: dopo le esperienze degli ultimi cinque anni tra Sottobosco e Trattoria Sincera, chef Federico Boni è approdato a Santa Giulia per disegnare l'identità gastronomica di Scirocco mentre a coordinare tutte le altre cucine dei Mare in giro per Milano resta chef Enrico Capparelli. Il menu di esordio e di rodaggio è semplice ma già garantisce pranzi di buona qualità (cosa non facilissima in zona): Paccheri freschi, datterini bruciati, basilico, stracciatella affumicata e pane croccante, oppure Tagliolini freschi, burro, acciughe e limone, o ancora Spätzle agli spinaci, crema di asparagi, fragole marinate e cacioricotta (tutti i primi a 12€). Di secondo il Burger di salmone con patate dolci, cicoria saltata e peperoni agrodolci (15€) o l'ottima Carne salada, rape cotte al sale e dressing allo yogurt.

Alcuni piatti di Scirocco a Milano

Poi una serie di insalate, sempre necessarie per i pranzi di lavoro, e i fritti tipici da pizzeria campana disponibili anche a pranzo: frittatine, crocché, cuoppo di alici, chips di patate e carote. A cena le pizze, tradizionali, vanno dai 7 ai 13€ e poi c’è un menu per bambini, visto che Mare fa dell’inclusività anche verso i più piccoli uno dei suoi comandamenti. A regime tutto dovrebbe essere disponibile sempre: sia la pizza a pranzo (assieme alla cucina), sia la cucina a cena (assieme alla pizza). E magari anche un'apertura più anticipata per colazioni e spazio coworking, per chi vuole fermarsi a lavorare qui aspettando il treno. La programmazione culturale poi sarà intensa e già, a dispetto del soft opening, è partita: teatro, stand up comedy, concerti, poesie.

La carne salada di Scirocco a Milano

I propositi di Scirocco a Milano. Le dichiarazioni dei protagonisti

Siamo entusiasti”, dice Claudia Imparato di Lendlease, “di annunciare la partnership tra Mare Culturale Urbano e Lendlease per il quartiere di Milano Santa Giulia. Questa collaborazione rappresenta un passo fondamentale per il futuro della comunità locale. L’hub Scirocco non sarà solo uno spazio di produzione artistica, ma un punto di incontro per i residenti, un luogo dove cultura, musica e sport si uniranno per costruire un forte senso di appartenenza”. 

Scirocco metterà al centro del suo programma”, aggiunge Andrea Capaldi di Mare Culturale Urbano, “la comunità che già abita il quartiere e progressivamente tutti i nuovi abitanti che arriveranno. Desideriamo essere presidio sociale e culturale, piazza aperta e inclusiva per persone di tutte le età, spazio ideale dove poter stare bene insieme, luogo di ristoro. E anche qui attiveremo percorsi di formazione e inserimento lavorativo dedicati ai giovani del territorio nei mestieri legati al food and beverage”. 

La sala di Scirocco a Milano e in fondo il forno

L’hub Scirocco può rappresentare una valida opportunità di intrattenimento e socializzazione per il quartiere”, conferma Stefano Bianco, presidente del Municipio 4 di Milano, “un nuovo punto di ritrovo che si affaccia sulla Piazza Tina Modotti cogliendone a pieno il potenziale. Contiamo che possa diventare presto un luogo di aggregazione e valorizzazione del territorio come è nella mission di Mare Culturale Urbano”.

L'esterno di Scirocco con il palco esterno a Milano Santa Giulia

Prossimi appuntamenti da Scirocco a Milano Santa Giulia

In attesa dell’apertura dei profili social di Scirocco, occhio a quelli di Mare Culturale Urbano per scoprire i prossimi eventi musicali e teatrali, in programma sul palco interno o esterno di questo nuovo ristorante culturale. Intanto un appuntamento simpatico potrebbe essere quello del 30 giugno, quando da Scirocco, alle 15 fino alle 17, tutti i cittadini di Santa Giulia si daranno appuntamento per comporre insieme la prima poesia dedicata al quartiere. Merenda inclusa grazie all’organizzazione del Festival Immersioni dedicato alla drammaturgia e giunto alla sua terza edizione.

Scirocco

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di fronte alla stazione di Milano Rogoredo apre un centro culturale con trattoria, pizzeria e teatro
CiboToday è in caricamento