Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Milano

A Milano torna la fiera che combatte la retorica del vino naturale

La Terra Trema torna al Leoncavallo per la sua 15° edizione. Una fiera sul vino artigianale, sul cibo e le politiche agricole, che si definisce contraria a certe narrazioni. Dal 24 al 26 novembre 2023

La Terra Trema a Milano è una fiera indipendente, o per meglio dire “feroce” come la definiscono gli organizzatori.  Su cosa verte? Sul vino artigianale, sul cibo e sulle relazioni umane che ne scaturiscono. Si svolge ormai da 15 anni all’interno del Leoncavallo Spazio Pubblico Autogestito, in Via Watteau 7, quest’anno dal 24 al 26 novembre 2023. Manifestazione autonoma, politica, attivista e impegnata che ha sempre cercato di smascherare le logiche di un sistema, anche agricolo, basato sul privilegio e sullo sfruttamento. Tra le prime manifestazioni sul vino e vignaioli autentici, organizzata dall’associazione culturale Folletto25603, La Terra Trema torna a Milano con tre giorni di degustazioni, dibattiti, confronti sulle politiche agricole e non solo del nostro tempo.

La Terra Trema a Milano, dal 24 al 26 novembre 2023

La Terra Trema: 15 anni di attivismo sul fronte del vino artigianale

La Terra Trema nasce da un gruppo di attivisti delle periferie di Milano - tra Abbiategrasso e Albairate - accumunati dall’azione e impegno politico portato avanti negli spazi autogestiti della città. Da sempre vicini alle istanze e alle battaglie degli agricoltori della zona, si legano con alcuni contadini del Parco Agricolo Sud e Parco del Ticino di Milano contro la creazione della tangenziale che li avrebbe espropriati delle proprie terre. Da qui l’idea di proporre un momento di confronto, che alla prima edizione nel 2003 approda in un centro sociale alle porte di Milano, il Folletto25603, per poi spostarsi nel 2007 nella sua sede stabile, il Leoncavallo. Di fatto La Terra Trema andava a prendere il posto di quello che era il Critical Wine di Luigi Veronelli, tra le primissime manifestazioni sul vino indipendente volute dal critico, anarchico, e fiero sostenitore di un’agricoltura sana e senza compromessi, proprio al Leoncavallo di Milano.

Gli organizzatori de La Terra Trema, a Milano-2

La Terra Trema: degustazioni, incontri, dibattiti al Leoncavallo di Milano

La Terra Trema non è una fiera sul vino naturale, biologico o biodinamico, concetti che gli organizzatori non assecondano, anzi combattono perché rappresentativi di un mondo bucolico che nulla a che fare i problemi della terra. Al centro di questa manifestazione ci sono le relazioni umane, il rapporto tra chi produce e chi consuma, la critica al mercato globalizzato, la battaglia per i prezzi sorgente, e lo si fa in un clima di condivisione e analisi sociale. Tre giorni per assistere a dibattiti, incontri, e per degustare e conoscere gli oltre 100 produttori che ogni anno tornano tra gli stand del Leoncavallo: da tutta Italia e dalla Francia, Georgia e Spagna.

Nicola e Silvia Aldrighetti vincirori Roncola d'Oro 2014

Parallelamente c’è anche il mercato agricolo: grazie agli allevatori, casari, agricoltori, è possibile conoscere il lavoro di tanti artigiani della terra senza intermediari. A la Terra Trema ci si può fermare anche nello spazio dedicato alla ristorazione, la Cucina Pop del Leoncavallo, che proporrà pietanze a filiera diretta frutto della contaminazione e dello scambio con gli agricoltori e gli artigiani presenti. In menu: pasta con pesto di nocciole e topinambur, spezzatino di manzo al cioccolato, pancia di maiale con semi di canapa, falafel, zuppa inglese e torta di mandorle. E nella giornata di domenica, alle ore 20, verrà assegnato il premio Roncola d’Oro al vignaiolo o all’agricoltore che raccoglierà più votazioni dal pubblico durante i tre giorni. Il costo della manifestazione è di 10€ comprensivo di un calice per la degustazione. Una fiera che porta a riflettere oltre stereotipi ed etichette e che punta i riflettori sui problemi del nostro tempo.

Lista dei produttori che partecipano a La Terra Trema 2023

Abruzzo

Colle San Massimo, Giulianova (TE)
Ludovico, Vittorito (AQ)
McCalin, Martinsicuro (TE)
Podere San Biagio, Controguerra (TE)
Rasicci Emanuele, Controguerra (TE)

Alto Adige

Brunnenhof, Egna (BZ)

Basilicata

Podere Lucano, Ripacandida (PZ)
Ripanero, Rionero in Vulture (PZ)

Calabria

Gianni Lonetti, Melissa (KR)

Campania

Cantina Bianco, Gioi (SA)
Cantina Del Disordine, Cautano (BN)
Casa Brecceto, Ariano Irpino (AV)
Terre Caudium, Cautano (BN)

Emilia-Romagna

Agricola Tre Rii, Corniglio (PR)
Baccagnano, Brisighella (RA)
Filarole, Pianello (PC)
Podere Cipolla, Coviolo (RE)

Friuli Venezia Giulia

Distilleria Pagura, Castions di Zoppola (PN)
Nicolini Giorgio, Muggia (TS)
Pinat Marco, Povoletto (UD)
Škabar Miloš, Monrupino (TS)
Zahar, San Dorligo della Valle (TS)

Lazio

Occhipinti Andrea, Gradoli (VT)
Panchovilla in Sabina, Casperia (RI)
Poggio Bbaranèllo, Montefiascone (VT)

Liguria

Il Foresto, Vernazza (SP)
Taverna del Vara, Torza (SP)

Lombardia

Alziati Annibale, Rovescala (PV)
Beltrama Stefano, Albosaggia (SO)
Birrificio di Ringhiera, Milano (MI)
Il Gabbiano, Sondrio (SO)
Orto Tellinum, San Giacomo di Teglio (SO)
Piccolo Bacco dei Quaroni, Montù Beccaria (PV)
Pietro Selva, Castione Andevenno (SO)
Torre degli Alberi, Colli Verdi (PV)

Marche

Aurora, Offida (AP)
Ca'liptra, Cupramontana (AN)
Fiorano, Cossignano (AP)
La Distesa, Cupramontana (AN)
La Marca di San Michele, Cupramontana (AN)
Lalé, Apiro (MC)
Tomassetti, Senigallia (AN)
Vigneti Vallorani, Colli del Tronto (AP)

Piemonte

Agricola Garella, Masserano (BI)
Birrificio a Bassa Velocità, Cels – Exilles (TO)
Cascina 'Tavijn, Scurzolengo (AT)
Cascina Boccia, Tagliolo Monferrato (AL)
Cascina Carrà, Monforte d'Alba (CN)
Cascina del Monastero, La Morra (CN)
Cascina Gasparda, Olivola (AL)
Cascina Gentile, Capriata d'Orba (AL)
Cascina Zerbetta, Quargnento (AL)
Cesca Daniele, Moncalvo (AT)
Curto Nadia, La Morra (CN)
Eraldo Revelli, Farigliano (CN)
Garage dell'Uva, Settimo Rottaro (TO)
Ghëddo, La Morra (CN)
Giachino Claudio, Montelupo Albese (CN)
Granja Farm, Chiomonte (TO)
Il Mongetto, Vignale Monferrato (AL)
Il Vino e le Rose, Momperone (AL)
La Casaccia, Cella Monte (AL)
La Tommasina, Frassinello Monferrato (AL)
La Viranda, San Marzano Oliveto (AT)
LeViti, Dogliani (CN)
Manera, Alba (CN)
Monfrà, Vignale Monferrato (AL)
Piatti Antonella, Mazzè (TO)
Terre di Maté, Pasturana (AL)
Umaia, Cornigliasca, Carezzano (AL)

Puglia

Cantina Pantun, Mottola (TA)
Tenuta Patruno Perniola, Gioia del Colle (BA)

Sardegna

Cantina Orgosa, Orgosolo (NU)
Sa Defenza, Donori (CA)

Sicilia

Bosco Falconeria, Partinico (PA)
Cantina del Malandrino, Mascali (CT)
Cantina Malopasso, Zafferana Etnea (CT)
Criesia Vecchia, Lipari (ME)
Enoliti Botanici, Scicli (RG)
Le Furie, Messina (ME)
Le Sette Aje, Santa Margherita di Belice (AG)
Mulsum – Volzone, Trecastagni (CT)
Terra Tinta, Alcamo (TP)
Valcerasa – Alice Bonaccorsi, Randazzo (CT)

Toscana

Fattoria Majnoni Guicciardini, Barberino Val d'Elsa (FI)
I Botri di Ghiaccioforte, Scansano (GR)
Il Cerchio, Capalbio (GR)
Paterna, Terranuova Bracciolini (AR)
Podere Ranieri, Massa Marrittima (GR)
Prato al Pozzo, Cinigiano (GR)
Sàgona, Loro Ciuffenna (AR)
Sant'Agnese, Piombino (LI)
Terra d'Arcoiris, Chianciano Terme (SI)
Terre Apuane, Marina di Carrara (MS)

Trentino

Maso Bergamini, Cognola (TN)

Veneto

Aldrighetti Lorenzo e Cristoforo, Marano di Valpolicella (VR)
Le Bignele, Marano di Valpolicella (VR)
Montepiatti, Conegliano (TV)
Rarefratte, Breganze (VI)

FRANCIA

Longo Mai, Limans (Alta Provenza)

GEORGIA

TDWinery, Khidistavi (Kartli)

We are Ghvino, Zestaponi (Imereti)

SPAGNA

La Gutina, Sant Climent Sescebes (Catalogna)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento