Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Venerdì, 19 Luglio 2024
Napoli

Sui tetti di un importante ristorante di Napoli ci sono le arnie per il miele e le api in adozione

Si chiama Urbee l’apiario urbano voluto dallo chef Giuseppe Iannotti sopra i tetti dei suoi ristoranti a Palazzo Piacentini di Via Toledo dove ha sede anche il museo delle Gallerie d’Italia. Tre arnie realizzate insieme al contributo di Apicoltura Urbana, società che installa apiari in tutta Italia

L’apicoltura urbana è un trend sempre più diffuso che si sta consolidando nelle città italiane, sempre più attente a salvaguardare il sottile equilibrio tra uomo e natura. È il caso di Napoli, che sui tetti di uno dei suoi palazzi più importanti, Palazzo Piacentini nella storica Via Toledo dove ha sede anche la Banca Intesa San Paolo e il museo delle Gallerie d’Italia, ha appena installato un nuovo apiario. Il progetto si chiama Urbee ed è il primo esperimento in città, fortemente voluto dallo chef Giuseppe Iannotti che proprio all’interno dell’ex palazzo del Banco di Napoli gestisce tre locali: il bistrot Luminist, il cocktail bar Anthill e il ristorante gastronomico 177 Toledo. Insieme a lui anche Apicoltura Urbana, realtà ventennale nata dalla passione di Giuseppe Manno per le api.

Le arnie sopra i ristoranti di Iannotti a Napoli

Gli apiari sopra Palazzo Piacentini a Napoli

Giuseppe, ispirato da quello che succede nelle metropoli del mondo in tema di apicoltura urbana, stava cercando qualcuno che gli desse una mano. E così ci ha contattato”, racconta Giuseppe Manno, fondatore del progetto Apicoltura Urbana. Una realtà nata nel 2016 in provincia di Milano e specializzata nell’impianto di apiari in contesti cittadini, tra scuole, privati e parchi pubblici: “Posizionare le arnie sul tetto di un edificio storico al centro di Napoli, con la vista del Vesuvio, è stata un'opportunità irripetibile”, continua. Così lo scorso dicembre 2023, insieme allo chef Giuseppe Iannotti si è creato Urbee, che in primis è “un progetto di sensibilità collettiva che parte dall’ape ma racconta dell’ambiente in cui viviamo”.

Lo chef gGiuseppe Iannotti

Le api come indicatrici di benessere ambientale

Ci sono tre arnie chiamate con i nomi di storici quartieri di Napoli: Forcella, Pignasecca, Sanità. Sono poste sulla splendida terrazza dell’edificio progettato da Marcello Piacentini, all’interno di un orto urbano curato dallo chef in persona. “Nonostante quello che si possa pensare, la città è l’ambiente perfetto per l’ape che in campagna non riesce più a trovare fiori a causa dell’agricoltura intensiva. E l’ape ci è utile anche perché è un indicatore ambientale che fornisce elementi per capire la qualità della biodiversità circostante” spiega Manno. Infatti, grazie a un sistema di intelligenza artificiale installato nelle arnie, viene misurato il benessere degli insetti e quindi dell’ecosistema: “Le api volano fino a 3-4 km di distanza e vengono in contatto con diverse matrici ambientali. Al loro ritorno in arnia raccogliamo questi dati e possiamo capire com’è la qualità dell’aria di Napoli o il livello di inquinamento”.

Il progetto di Apicoltura Urbana

Urbee: il progetto di adozione delle api e i workshop di Apicoltura Urbana

A curare gli apiari di Iannotti c’è sempre Apicoltura Urbana: “Abbiamo una rete di 50 professionisti in tutta Italia che si occupano della manutenzione degli apiari, e inoltre fanno educazione ambientale e workshop specifici”. Così, sul tetto del Luminist verranno organizzati incontri, serate di degustazione e avvicinamento all’analisi sensoriale del miele, nonché la possibilità di adottare un’ape: “Insieme allo chef abbiamo pensato ad alcune iniziative che avvicinassero le persone a questa realtà. Così chi vuole può adottare un'ape o uno sciame. Riceverà un certificato di adozione insieme a una serie di prodotti di cosmesi naturale a base di miele, propoli e cera d’api”. Senza dimenticare che dalle tre arnie si produrrà miele a chilometro zero magari lo stesso che si potrà assaggiare al bar al piano terra del palazzo.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sui tetti di un importante ristorante di Napoli ci sono le arnie per il miele e le api in adozione
CiboToday è in caricamento