Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Palermo

Chi vuole diventare giovane pastore in Sicilia? La scuola è gratis

Dal Piemonte alla Sicilia per ripopolare le aree interne d’Italia con un’attività professionale che rischia di cadere in un pericoloso declino. Per questo ci pensa la Scuola Giovani Pastori

Dopo la conclusione della prima edizione in Piemonte (ne abbiamo parlato qui) arriva l’annunciato secondo bando per la Sicilia, spostando il focus dal nord al sud dell’Italia. Lo promuove la Scuola Giovani Pastori, che è nata dalla collaborazione dal CREA, nell’ambito delle attività della Rete Rurale Nazionale, e l’Associazione Riabitare l’Italia. Dal bando, verranno selezionate 15 persone che dal 13 maggio 2024 avvieranno un percorso professionale gratuito che le porterà ad acquisire le competenze per occuparsi di pastorizia e allevamento. Come avvenuto nella prima edizione, l’esperienza è aperta a persone di qualsiasi provenienza e con qualsiasi occupazione, anche alla prima esperienza sul campo.

Scuola Giovani Pastori alla scoperta delle Madonie in Sicilia

L'interno del convento dove verranno ospitati i giovani pastori

Il nuovo territorio d’interesse saranno le Madonie, la catena montuosa nel nord della Sicilia e compresa nella provincia palermitana, un territorio ricchissimo e ancora da scoprire. Non a caso i futuri studenti saranno ospitati all’interno dell’ex Convento dei Padri Riformati, nel comune di Petralia Sottana in provincia di Palermo e sarà data una priorità, tra i candidati, a coloro che intendono sviluppare l’attività pastorale all’interno del territorio madonita.

Il Festival della Pastorizia a Petralia Sottana

Le attività della scuola saranno anticipate dal Festival della Pastorizia che si svolgerà proprio a Petralia Sottana tra il 10 e il 12 maggio, organizzato da Riabitare l’Italia, in collaborazione con il CREA e SO.SVI.MA SpA - Agenzia di Sviluppo locale delle Madonie, che sarà un’occasione di incontro tra studiosi e attori del territorio con l’obiettivo di sviluppare una riflessione costruttiva su aree interne sull’attività pastorale, nella direzione di una maggiore attrattività di questi territori.

Formazione sul campo (e online) per diventare pastori

Una lezione sul campo della prima edizione della scuola

Agli studenti sarà offerta formazione sia pratica che teorica su pascolo e allevamento in aree montane, caseificazione e trasformazione delle materie prime per le quali la Scuola ha il supporto di Agenform, l’agenzia dei servizi formativi della provincia di Cuneo. Sono inoltre previsti approfondimenti online su varie tematiche, come la gestione dei pascoli, il rapporto con gli animali selvatici, il controllo qualità e le regole HACCP, anche grazie alla possibilità di confrontarsi con aziende e realtà del territorio all’interno del quale prende vita la scuola. Il corso si svilupperà in una prima parte sul campo (80 ore in presenza in tutto comprensive di attività laboratoriali) e in una seconda parte con incontri e appuntamenti online, per la durata di alcuni mesi. Qui il bando completo.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento