Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Domenica, 14 Luglio 2024
Roma

Apre il primo sushi vegano di Roma. Dove trovarlo e cosa mangiare

Con Colors Vegan Sushi si arricchisce la proposta a base di alternative vegetali alle proteine animali. Soprattutto se parliamo del quartiere Ostiense

A Milano c’è già Nori Way, dove l’offerta di sushi è tutta declinata in chiave vegetale (ne abbiamo parlato qui). A Roma, tra le nuove aperture del mese di luglio, segnaliamo l’approdo di un indirizzo con un’offerta che si pone nella stessa direzione. Colors Vegan Sushi ha infatti aperto i battenti il 2 luglio in zona Ostiense, giorno in cui la saracinesca si è aperta su questa proposta inedita per la città. E così contribuisce a rinfoltire l’offerta di locali vegani e vegetariani della città (la nostra mappa qui).

Come cresce l’offerta di ristoranti vegani in città

Il locale, annunciato già all’inizio di maggio di quest’anno, è arrivato con la sua offerta solo all’inizio dell’estate in Via del Gazometro 30, nel quartiere Ostiense. Un piccolo localino dai colori vivaci e con una proposta attenta ma contenuta che vuole ampliare i confini della cucina vegana a Roma. Anche se qualcuno potrebbe storcere il naso alla notizia, l’offerta è già presente in molte città del mondo, così anche a Milano. E di realtà che utilizzano alternative vegetali al latte, alla carne, al formaggio, al pesce, ormai è piena anche Roma. Citiamo ad esempio Julietta non molto distante (con il suo laboratorio di fermentati) con il fratello Romeow, oppure la riapertura di Impact Food (ne abbiamo parlato qui), che è la prima bisteccheria con carne stampata in 3D e si trova proprio a Roma in zona Parioli.

Cosa si mangia da Colors a Roma, nel quartiere Ostiense

Ma vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta. Prima di tutto, caso vuole che il locale apra proprio laddove prima c’era un ristorante di sushi, Sushi Doku, che oggi si è spostato in un’altra zona di Ostiense. Poi troviamo i piatti nella formula alla carta (rigorosamente non All You Can Eat), dove compaiono alternative vegetali al salmone, al tonno, al formaggio. Ma anche tante verdure, salse e ingredienti della cucina internazionale.

Il menu di Colors a Roma, i piatti e i prezzi

La proposta si struttura con maki, uramaki, sushi, tartare e onigiri (i piatti arrivano con diverse quantità di pezzi, siamo tra gli 8 e i 18€), rendendo possibile e facile la condivisione al tavolo. Qualche esempio: il Laka Smoked Maki, con peperone arrostito, formaggio allo zafferano e pepe, tofu affumicato, sesamo nero, shichimi e germogli di rapa rossa. Oppure il Dark Wave con formaggio spalmabile al sesamo nero, carota viola in tempura, crema di peperone giallo arrostito e germogli di cipolla. Si chiude in bellezza con pannacotta allo yuzu e tiramisù. Il posto è piccolino, dunque, la prenotazione è obbligatoria e si può fare tranquillamente online.

Colors Vegan Sushi

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre il primo sushi vegano di Roma. Dove trovarlo e cosa mangiare
CiboToday è in caricamento