Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Roma

Guida alle 13 pasticcerie dove comprare la pastiera a Roma

Il più famoso dolce pasquale campano si trova anche nelle pasticcerie e nei locali di Roma. Noi vi diciamo anche quali

Dolce simbolo della Pasqua, la pastiera ha avuto la forza e la tenacia di imporsi da ricetta regionale a patrimonio italiano, tanto che sotto festività sono moltissimi i clienti che cercano di accaparrarsi le migliori pastiere in circolazione, non sempre con successo. Lo fanno sia gli appassionati del dolce (abbiamo raccontato qui la storia) sia quelli che le pastiere le regalano, sia infine quelli che hanno origini campane e ricercano anche nella Capitale un gusto confortevole con cui sono cresciuti o hanno familiarizzato nel corso del tempo. Ecco quindi i nostri indirizzi per le pastiere di Roma, dove comprarle nelle pasticcerie e nei locali di Roma.

Charlotte Pasticceria

La pastiera di Charlotte

Frolla al burro d’Isigny AOP, ricotta artigianale di pecora de La Formaggeria di Piazza Epiro, grano cotto profumato con scorze di agrumi, acqua di fiori d’arancio estratta naturalmente, vaniglia in bacca e cannella, arancia candita finemente tritata: sono questi gli ingredienti base della pastiera di Claudia Martelloni (ne abbiamo parlato qui) che si può acquistare da Charlotte, nei pressi di Piazza dei Re di Roma. Opportuno prenotarla, disponibile nei formati da 6/8 porzioni (30€) e 12 porzioni (50€).

Grué

La pastiera di Grué

La pastiera di Marta Boccanera e Felice Venanzi da Grué viene preparata “al naturale”, con acqua di fiori di arancia ottenuta tramite distillazione naturale. Gli altri ingredienti contenuti dentro un guscio di frolla alla vaniglia preparato con burro, sono: ricotta, grano cotto non frullato, cubetti di arancia candita, e vaniglia di Tahiti. Disponibile in tre formati per 4/6 persone (32€), 6/8 persone (38€) infine 8/10 persone (48€).

Julietta Pastry and Lab

La pastiera vegetale di Julietta

Una novità assoluta nel panorama romano lo rappresentano non solo l’apertura di pasticceria Julietta (ne abbiamo parlato qui) con la sua offerta vegetale, ma il fatto che quest’ultima sia declinata anche nel periodo pasquale. Infatti da Julietta si potrà trovare una pastiera completamente vegana da condividere sulla tavola festiva. La ricetta è realizzata dalla pastry chef Barbara Giovannetti con pasta frolla di ricotta di mandorle, grano bio, canditi, farina di alta qualità, olio essenziale di Neroli e crema pasticcera vegetale. È già disponibile in pasticceria, ma si consiglia di prenotarla (€ 45 per pastiera da 6 persone).

Le Levain

La pastiera di Le Levain

Ben cotta e abbondante, oltre che invitante, è la pastiera di Giuseppe Solfrizzi da Le Levain, che è acquistabile anche online. Nel suo negozio troviamo una ricetta realizzata con base di frolla con ricotta di pecora artigianale, grano cotto, arancia e cedro canditi e profumata con fiori d’arancio e cannella. Disponibile in due versioni: da 4-5 persone (24€) oppure da 6-8 persone (32€).

Pasticceria Walter Musco

La pastiera di Walter Musco

Bella anche nell’estetica, la pastiera di Walter Musco a Largo Bompiani è un prodotto ricorrente delle festività. All’interno troviamo, tra gli altri ingredienti, limone candito, cedro, arancia candita, pasta di arancia candita, vaniglia ed essenza di fiori d’arancio per un massimo risultato e profumo. Disponibile anche sul negozio online, sia nella versione da 4-5 persone (35€) che in quella da 6-8 persone (40€).

Casa Manfredi

La pastiera di Casa Manfredi

Non una versione spiccatamente tradizionalista, ma una più personale e moderna: la pastiera di Casa Manfredi, firmata dalla pastry chef Giorgia Proia si presenta così. Oltre alla ricotta infatti, unisce la crema pasticcera, per un risultato finale più delicato, leggero e cremoso. Niente sorprese per il resto (disponibile in diversi formati, € 40 al kg).

Cresci

La pastiera di Cresci

All’ombra di San Pietro, la pastiera di Danilo Frisone viene realizzata con ricetta classica e ingredienti scelti. La sua versione prevede infatti base di pastafrolla, ricotta dell’Azienda Agricola Terraroma, canditi e fiori d’arancio, un bell’intreccio sulla somma e poi la spolverata di zucchero a velo (il prezzo è di 35€ al kg).

Antico Forno Roscioli

Le pastiere di Antico Forno Roscioli

Uno dei classici della produzione pasquale Roscioli è la Pastiera, il tipico dolce dal guscio di pasta frolla e il ripieno a base di ricotta e grano cotto della tradizione campana. Per andare incontro alle esigenze di tutti i clienti, la specialità viene proposta sia di dimensione standard che in monoporzione. I prodotti si possono trovare sia al forno che essere ordinati al telefono e poi spediti a casa.

Gastromario

La pastiera di Gastromario

Dal piccolo laboratorio di pasticceria e panificazione guidato da Valentina De Caro escono anche le pastiere. Sono preparate, come vuole la tradizione, con la ricetta classica. Una croccante pastra frolla racchiude un ripieno ricco e profumato: grano, ricotta, zucchero, uova, arancia candita e acqua ai fiori d’arancio. Disponibile al banco ma molto meglio prenotarla chiamando al telefono del locale, in una versione da 1 kg, al prezzo di 30€.

Pasticceria Dolcemascolo

La pastiera di Dolcemascolo

Acquistabile anche online, c’è la pastiera della Famiglia Dolcemascolo. Dentro troviamo prodotti di qualità che rappresentano le radici della pasticceria, che si collocano direttamente in Ciociaria. Nella pastiera ci sono la ricotta di pecora della Val Comino, il farro biologico di Arpino cotto a bassa temperatura, ma anche uova intere da allevamenti liberi e all’aperto di Picinisco. Disponibile nel formato da 1kg. Prezzo 35€.

Pasticceria Savarese

La pastiera di Pasticceria Savarese (e altri dolci)

Nel quartiere Appio Latino, questa pasticceria storica da tantissimi anni realizza la pastiera con una ricetta che è rimasta invariata nel tempo. Le sorelle Savarese la portarono qui dalla loro terra, Sieti di Giffoni Sei Casali, in provincia di Salerno. La pastiera è uno dei veri cavalli di battaglia di questo indirizzo, realizzata con Il grano al mulino cotto a fuoco lento, uova da allevamenti selezionati, ricotta di pecora fresca e fiori d’arancio. Prezzo: 29€ al kilo.

Ristorante Adelaide

La pastiera di Adelaide al Vilòn

All’interno dell’hotel Vilòn si può passare anche solo ad assaggiare la pastiera realizzata con la ricetta dello chef Gabriele Muro. Due le versioni. C’è la pastiera creativa, “Il Profumo della Pasqua-pastiera a modo mio” e poi c’è la versione classica, rigorosamente secondo ricetta di tradizione napoletana. La versione creativa è disponibile al tavolo, ed è un dolce al piatto che mantiene inalterate le caratteristiche originali cambiando però tutte le consistenze. La parte croccante data da una sable molto friabile si abbina alla cremosità di una namelaka agli agrumi e ad una crema al grano, mentre i fiori d'arancio li ritroviamo nel pain de genes alla mandorla. Il tutto viene completato da gel di arancio, piccoli canditi, un gelato alla crema e da una crema inglese alla pastiera. La pastiera tradizionale invece viene servita per l’intera giornata anche al bar come finger a chi passa anche solo per un caffè o si siede a prendere un tè. Disponibili dal 25 marzo, le pastiere si possono assaggiare sul posto, comprare per casa o regalare.

Tinello

La pastiera di Tinello ph. Andrea Di Lorenzo

Apertura del 2023 tra le più fortunate, in quel di Castel Gandolfo, Tinello è la seconda avventura dei proprietari di Sintesi ad Ariccia, Sara Scarsella e sua sorella Carla, Matteo Compagnucci a cui si aggiunge in questa nuova sede anche Andrea Cingolani (ne abbiamo parlato qui). Quest’anno realizzeranno anche la pastiera. Tra gli ingredienti selezionati ci sono la farina del Mulino Sobrino, il grano de La Fattoria di Poldo e le uova Fattoria Cupidi. Potrà essere ordinata e ritirata presso Tinello dal 20 al 30 marzo, previo appuntamento e secondo i seguenti orari: dal mercoledì al venerdì dalle 15 ed il sabato e la domenica dalle 12. Prezzo: 30€.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento