Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Roma

A Roma la pizzeria dedicata a Harry Potter ha una lista d’attesa di 5 mesi

Incantum ha aperto nell’estate del 2023 ed è stata da subito sommersa di prenotazioni. Si mangia la pizza “gourmet” ispirata ad Harry Potter. I fritti e i dolci? Sono a forma di cappello parlante

Dal 10 luglio 2023 a questa parte la corsa della pizzeria Incantum a tema Harry Potter di Roma non si è mai fermata. Tanto che mentre scriviamo (febbraio 2024) per prenotare ci sono almeno 5 mesi di lista d’attesa: le prenotazioni si fermano a giugno anche per scelta. La mattina, al massimo, si può mandare un messaggio sperando nella ritirata di qualcuno, che lasci il posto a chi desidera provare la pizza a tema magico. Per far fronte all’immane numero di richieste, sono stati creati due turni: il primo turno va dalle 19:15 alle 21:30, il secondo turno dalle 21:45 alle 23:45. Alle 21:30 il tavolo del primo turno deve essere necessariamente sgomberato, per lasciare posto ad altri fan sfegatati del mago con la cicatrice ideato negli anni ’90 dalla mente e dalla penna della scrittrice inglese J. K. Rowling.

I bar e i ristoranti a tema Harry Potter in Italia e nel mondo

Quello di Incantum a Roma, così si chiama la pizzeria, non è un caso isolato. Oltre a negozi a tema ed esperienze immersive, sono moltissimi anche i ristoranti tematici da Singapore al Nevada, da Los Angeles alla Malesia (in questa lista ce ne sono un po’), passando anche per l’Italia dove quella romana non è la prima insegna che riproduce nelle sembianze e nel cibo i temi forti della saga di Harry Potter, squadernata in 7 libri tra i più letti al mondo e in 8 film ugualmente apprezzati.

Gli interni di Incantum a Roma

In Italia il primo a dare il via a questo trend è stato il Binario Magico, pub di Bergamo che poi si è anche evoluto in struttura ricettiva. C’è anche il Nimbus Pub a Vicenza, oppure la Gryffindor Public House di Biancavilla, in provincia di Catania (qui una lista dei posti in Italia). Tutti luoghi che servono bevande e piatti ispirati al mondo di Harry Potter con ambientazioni e gadget che prendono spunto dalle sue location. A Roma ci sono più negozi a tema Harry Potter (come Storia e Magia a Via Ottaviano, nel quartiere Prati, che è da tempo un punto di riferimento) e un’esperienza gastronomica ispirata ai libri era già presente nel Movie Restaurant di Ponte Mammolo, primo ristorante e museo d’Europa con menu e ambientazioni dedicate a cinema, serie tv, videogame internazionali. Che non a caso si trova a breve distanza da Incantum.

Dal Movie Restaurant ad Incantum

Una parte del locale

Dalla stessa proprietà, infatti, l’idea di investire in un nuovo formato, dedicato esclusivamente ad Harry Potter, che è diventato una sorta di caso studio. Sconosciuta (forse) ai nerd della pizza ma bramata invece dagli appassionati di Hogwarts e magia, la pizzeria ripropone negli interni e addirittura negli esterni, le ambientazioni tipiche della saga diffuse sui due piani con spazi che ricordano quelli del treno che porta Harry, Hermione e Ron a scuola oppure la loro scuola, le scope, il camino della casa del mago, i personaggi e i gadget (c’è anche il negozio vicino). Il menu si ispira completamente al magico mondo di Potter e compagnia: organizzato tra pizze che vengono chiamate “gourmet”, fritti e dolci di “cine-pasticceria” la proposta è piuttosto ampia e comprende anche alcune ricette speciali che si possono pagare solo in rune.

Il menu della pizzeria Incantum, ispirata ad Harry Potter

Una delle pizze di Incantum a Roma, la Grifone

I supplì si chiamano “uovo i drago”, “uovo di basilisco” e così via, mentre le pizze, basse e croccanti in stile romano, hanno i nomi degli incantesimi. In realtà poi negli ingredienti si trovano ricette conosciute: margherita, capricciosa, salsiccia e friarielli, ortolana, carbonara e 4 formaggi. Salvo per quello che riguarda le pizze speciali: per esempio la grifone si presentava al tavolo con impasto rosso e piccolo grifone a sormontare la pietanza. La parte più divertente la giocano sicuramente i dolci, che anche figurativamente replicano il cappello parlante, il boccino d’oro, oppure il tiramisù urlante che ricorda la mandragora, la pianta vista in Harry Potter che strilla se tirata fuori dal vaso o dalla terra. Come per tutte le attività che hanno più richiesta di quella che riescono ad esaudire, i commenti sui social degli utenti sono anche molto aspri, quando si lamentano dell’impossibilità di prenotare un tavolo. Tuttavia, c’è poco da arrabbiarsi: se tutti vogliono andarci, c’è da aspettare il proprio turno.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento