Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Roma

I nuovi ristoranti che aprono a Roma a marzo 2024

Tutti gli indirizzi scovati sul territorio per stare al passo con le ultimissime novità enogastronomiche della Capitale, dove aprono locali ogni mese

La pizza tiene banco tra le nuove aperture, ma non mancano novità interessanti anche in alti campi della gastronomia. Riproponiamo quindi l’appuntamento fisso con le nuove aperture del mese per scoprire i locali più (o meno) interessanti da mettere in agenda. Per chi è sempre a caccia di novità, questa lista è fondamentale: ecco le nuove aperture di marzo 2024 a Roma segnalate per voi.

Romana Pizzeria di casa

Romana pizza di casa, l'interno del locale

Al posto di una vecchia braceria, in zona Casal de’ Pazzi arriva una nuova pizzeria tutta dedicata a fritti e pizza romana. Dietro c’è, tra gli altri, Gabriele Ciocca, imprenditore già collegato con altre insegne, come Casa Maggiolina a Grottaferrata. Esperto di pezzi di arredamento vintage, anche qui ha portato il suo gusto per i mobili di diverse decadi e ha inserito alle pareti anche alcuni suoi quadri. In menu troviamo pizze tradizionali e qualche ricetta speciale che varia con il menu del giorno insieme ai fritti (prezzi tra i 7 e gli 11€). Tra i soci del nuovo indirizzo, anche i gestori del vicino chiosco Spiritoso, alle pizze invece Alfonso Corrado. Aperto 7 giorni su 7 solo la sera. Via Egidio Galbani, 81. Pagina Instagram.

Ardecore

La pizza di Ardecore a Roma

Nel vasto panorama delle nuove pizzerie, arriva anche un’insegna che ha scelto un approccio insolito: quello di presentarsi con un nome non definitivo e di non essere sui social media. Questo ha permesso, almeno nella parte di start-up di rodare servizio e cucina e di farsi accogliere bonariamente dal quartiere Esquilino (ne abbiamo parlato qui). Il nome definitivo sarà svelato verso l’inizio di aprile, ma già si possono assaggiare pizze realizzate con prodotti irpini, fritti e vini. Via Buonarroti, 32.

L’Elementare Testaccio

L'Elementare

Ha aperto ufficialmente lunedì 4 marzo il quarto indirizzo di L’Elementare a Roma. Come ci è stato raccontato dai suoi fondatori qui, la formula rimane più o meno la stessa degli altri locali, con pizze basse e croccanti, fritti, vini e birre artigianali. In questo nuovo locale testaccino ci sarà, al piano terra, anche il laboratorio dove verranno realizzate alcune preparazioni gastronomiche per tutto il gruppo di locali. Via Stradivari 25/27. Pagina Instagram.

Il Parigino

Il Parigino a Roma

I proprietari di Le Carré Français in zona Prati, brasserie e boulangerie francese, hanno deciso di aprire un secondo negozio in zona Parioli, direttamente su Viale Parioli (ne abbiamo parlato qui). In questo negozio i panini sono conditi e proposti con ricette del mondo culinario francese e prodotti tipici della gastronomica francese. Viale Parioli, 69.

Pianostrada

La squadra di Pianostrada nella nuova sede di Trastevere

Il trasloco con il ritorno a Trastevere è già nell’aria, anche se non c’è una data precisa (sicuramente nel mese di marzo). Pianostrada, ristorante e bistrot gestito dalla chef Paola Colucci e dalla socia Chiara Magliocchetti, insieme con le figlie, è un ritrovo sicuro per gli amanti della buona cucina che amano sentirsi a casa. Dopo 10 anni dalla prima apertura, questo è il quarto cambio di scena, ogni volta è stato meglio del precedente, quindi, c’è da ben sperare. La nuova apertura sarà in Via della Luce (ne abbiamo parlato qui) e rimarranno intoccati i capisaldi che hanno fatto di Pianostrada un’insegna riconosciuta. Via della Luce, 65. Pagina Instagram.

Impact Food

Impact Food a Roma

Non una vera e propria apertura ma una ristrutturazione a cui è seguita una riapertura. Stiamo parlando di Impact Food, prima steak house e fast food incentrato sui prodotti alternativi alla carne, che serve bistecche, costine e burger ma vegetali. Si trova nei pressi dell’Auditorium Parco della Musica (ne abbiamo parlato qui) e ha riaperto a febbraio 2024 (la prima apertura va segnata invece al dicembre 2022). A guidare l’attività i due giovani Alessandro Thellung e Federica Testa. Viale Maresciallo Pilsudski, 86. Pagina Instagram.

Da’Mare

Da'amare a Roma con un piatto di sauté

Tra Via Veneto e Piazza Fiume, c’è un nuovo indirizzo per la cucina di pesce, tra piatti crudi e cotti. Dietro la creazione c’è lo chef romano d’esperienza Davide Cianetti, già in cucina da Numa al Circo, che qui porta una cucina raffinata ed elegante concentrata su crudi, carpacci, una piccola lista di sauté (di cozze, di vongole e misto), una selezione di ostriche e poi piatti dalla cucina, tra pesce al peso e primi con pasta fresca. Via Sicilia, 47. Pagina Instagram

Elysium

La pizza amatriciana di Elysium a Roma

In pieno centro, al posto di Queen Be, apre una nuova pizzeria guidata da madre e figlio, Jenny Migliorelli e Alessio Iaci, che si sono affidati alla consulenza di Valentino Tafuri, pizzaiolo campano riconosciuto nel settore, per studiare una proposta di pizza napoletana contemporanea. Il locale avrà anche un banco gastronomia per ospitare salumi e formaggi, una carta dei cocktail e una proposta trasversale. Aprirà ufficialmente il 15 marzo e troverà spazio in un locale di 200 metri quadrati. Via Monte della Farina, 23. Pagina Instagram.

Mo Esquilino

Jiamo di Mo all'Esquilino

Recente apertura in tema di street food cinese, Mo non poteva che essere nel quartiere romano maggiormente vocato all’internazionalità. Ed ecco che quando finiscono i festeggiamenti per l’anno del Drago, partono le novità con questo piccolo indirizzo specializzato nei Jiamo, i panini sfogliati e ripieni che si mangiano come street food. Alla piccola proposta di “hamburger cinesi” come li chiamano i titolari, si affiancano anche riso saltato, bao e tagliatelle in varie salse. Da asporto o anche a domicilio. Via Principe Eugenio, 104.

La Baotique

I bao di La Baotique

Recuperiamo questa apertura della fine del 2023 ancora incentrata sui bao. Si chiama La Baotique ed è un localino pensato per asporto e delivery in zona Prati, nei pressi della metro Ottaviano. In menu troviamo sia ravioli che spaghetti e risi saltati e, ovviamente, i bao. C’è anche qualche sgabello per mangiare all’interno. Via Barletta, 7. Pagina Instagram.

Semi Forno e Cucina

Lo staff di Semi Forno e Cucina

In zona Appio Latino, precisamente a Ponte Lungo all’altezza del mercato rionale di zona, un’enoteca con cucina (Vinum Est) si trasforma in un panificio. Qui arrivano i prodotti realizzati dal forno Marchetti, indirizzo storico di Monteverde, famoso per la sua pizza scrocchiarella. Il locale ha mantenuto la precedente veste, con ingresso e banco prodotti e poi una saletta per sedersi dopo un corridoio. Un po’ difficile da vedere dall’esterno per via dei banchi del mercato, ma non bisogna demordere. Aperti dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 21. Via Francesco Valesio 24. Pagina Instagram.

San Pietrino

Il pane del San Pietrino

In zona borgo Pio è arrivato un elegante street food che fa combaciare la cura degli interni con la voracità della cucina romana. Il nome potrebbe trarre in inganno, facendo pensare ad altri locali che si chiamano in modo simile: qui siamo in Via Plauto 23. Il locale è pensato soprattutto per l’asporto e propone piatti di cucina romana in chiave street food. Nel menu troviamo picchiapò in bianco e al sugo, polpette al sugo e polpette d’allesso, ragù bianco, cicoria ripassata e le salse della cucina romana (come carbonara, cacio e pepe e salsa verde). Anche da mettere dentro il pane, che qui si chiama appunto San Pietrino in omaggio alla pavimentazione romana. Via Plauto, 23. Pagina Instagram.

Ristorante Ego

Un piatto di Ristorante Ego

In ordine di tempo una delle ultime novità si chiama Ego. Il ristorante di Via Etruria (zona Re di Roma, Appio Latino) è stato aperto all’inizio di marzo da una coppia formata da uno chef e da una responsabile di sala. Sono Lorenzo De Lio e Beatrice Venturini, tornati a Roma dopo numerose esperienze all’estero, anche presso insegne prestigiose, per aprire il loro locale. L’idea è quella di portare, negli otto tavoli che compongono la sala, una cucina personale e creativa, che si articola in tre percorsi a degustazione: Vivace, in 3 portate (45€), Allegretto in 5 portate (65€), Adagio in 8 portate (85€). Via Etruria, 35. Pagina Instagram.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento