Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Martedì, 16 Luglio 2024
Roma

Gastronomo messicano apre a Roma il primo pastificio completamente senza glutine

Il progetto gluten free l’ha creato un giovane gastronomo con una solida esperienza nella cucina. E si trova nel quartiere di Centocelle

Portare una produzione di qualità e artigianale anche nel mondo del cibo senza glutine, senza consegnare il mercato nelle mani dei soli marchi industriali. Questa è stata la sfida raccolta da Daniele Zito, messicano di origine ma romano di adozione, che dopo diverse esperienze di studio e di cucina ha deciso di investire su stesso e su Roma aprendo un pastificio completamente gluten free, che porta il suo nome: Zito Gluten Free.

La miscela di farine senza glutine e canapa

Dall’università al pastificio gluten free a Centocelle

Riavvolgiamo il nastro e arriviamo al periodo della formazione, quando Zito frequenta l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, per poi fare esperienza nel mondo della ristorazione tra Londra, Bologna e Torino. Lavora infatti, tra gli altri, con gli chef Eugenio Boer da Essenza e con Davide Scabin da Combal.Zero. L’apertura del pastificio risale in realtà alla fine del 2022, quando Daniele arriva a Centocelle e prende un locale per fare la sua pasta, “un raro esemplare di persona non celiaca che ama la cucina senza glutine” come si definì in un post, con l’idea di migliorare questo campo pur senza aver sperimentato la celiachia in prima persona, per il gusto di fare un prodotto buono che unisse le persone.

Mezze maniche con spirulina nell'impasto

Come viene fatta la pasta senza glutine artigianale

E come portare avanti questa idea? Creando una miscela di farine di qualità, dal Mulino Marello e dal Mulino Pelia, che si trovano sulle colline piemontesi, lavorano in biologico e offrono prodotti della macinatura di riso, sorgo e grano saraceno. La pasta poi non riceve alcun tipo di additivo, viene trafilata al bronzo, essiccata lentamente in un tempo compreso tra le 24 e le 30 ore, impacchettata e venduta. Un prodotto artigianale, fatto in numeri contenuti. Lo studio sul prodotto ha permesso di creare una pasta, seppure senza glutine, che mantiene la giusta cottura mantecabile e nutriente. E chiaramente buona per quanto riguarda il gusto. Nelle due varianti sia di pasta fresca che di pasta secca. Quest’ultima acquistabile anche online sullo shop dedicato.

Rigatoni di pasta secca di Zito Gluten Free

La pasta senza glutine di Zito: tipologie e formati

Per la pasta secca tre varianti: la linea classica, con il mix di farine che abbiamo indicato, quello con l’alga spirulina nata dalla collaborazione con la Spirulina Farm di Orbetello, poi quella con la canapa, nata dalla collaborazione con l’azienda biologica Canapa Campana. In tutto quattro i formati prescelti: mezze maniche, rigatoni, caserecce, fusilli. I formati che più classici non si può per scombinare il classico concetto di cibo senza glutine, rendendolo artigianale.

Le fettuccine di pasta fresca senza glutine di Zito Gluten Free

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento