Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Roma

Pianostrada torna a Trastevere. Uno dei bistrot più amati di Roma trasloca ancora

28 anni nel mondo della finanza e poi ha inventato uno dei ristoranti più apprezzati da romani e turisti. Ora Paola Colucci fa crescere ancora il suo Pianostrada con un cambio di sede

Pianostrada è morto; viva Pianostrada!”. Potremmo sintetizzarlo così il momento attuale di uno dei ristoranti più amati di Roma. E in maniera trasversale; perché quello di chef Paola Colucci, le figlie Flaminia e Alice Spognetta, nonché della socia Chiara Magliocchetti è frequentato tanto da assidui dell’alta cucina e “gastrofighetti”, quanto da clienti che ne apprezzano la cucina comprensibile e l’atmosfera “di casa”. La cuoca ci ha raccontato cosa cambia e cosa resta uguale, raccontandoci in anteprima dove e come sarà la nuova sede, a dieci anni dalla partenza. L’inaugurazione? Ai primi di marzo 2024.

Paola Colucci da Pianostrada

Paola Colucci, la chef che viene dalla finanza

Una carriera nel mondo della finanza, assolutamente solida e lunga 28 anni; ma in parallelo una grande passione e familiarità con la buona cucina. L’importanza “dell’olio buono, del pomodoro fresco, dei profumi delle erbe aromatiche”, sono cose che ha sempre cercato, e alle quali ha voluto dare struttura, a un certo punto, con un corso di cucina professionale. In quell’occasione ha conosciuto Magliocchetti, proprietaria di un locale di 35 metri quadri a Trastevere e alla ricerca di una svolta. “Primo sopralluogo a novembre 2014 e inaugurazione a maggio dell’anno dopo”, dopo aver rinunciato senza troppe remore a una posizione sicura in Banca d’Italia.

L'ingresso del nuovo Pianostrada a Trastevere

La storia di Pianostrada, ristorante del “comfort food”

Quel localino è stato la prima sede in un viottolo di Trastevere, Vicolo del Cedro, di Pianostrada, che già dal nome voleva suggerire il mood informale e invitare all’ingresso. Senza troppi pensieri. Per ovviare ai limiti di spazio, nel “laboratorio gastronomico” si lascia la cucina a vista, tavolini alti e un bancone al quale accomodarsi, per mangiare a portata di chef. Anche gli arredi sono “homemade”, “ci abbiamo pensato noi, come abbiamo fatto in tutti gli altri locali”; mentre la cucina passa da panini e focacce, pur se gourmet, a pietanze più elaborate.

Nel 2016 le socie, alle quali si sono poi affiancate le figlie di Colucci Flaminia e Alice, si spostano in Via delle Zoccolette, giusto di là dal Tevere e nei pressi del Ghetto. Ancora un grande bancone con vista cucina, per tenere i commensali vicini, e un menu che si fa interessante. Fermo restando il trattamento misurato della materia prima, che fa la differenza. Nel 2018 c’è l’avventura, più breve, di Pianoalto — un “roof restaurant” con cocktail bar in cima a un palazzo di Trastevere — prima di accettare la sfida dell’hôtellerie. Ne abbiamo dato conto: da metà 2023 Colucci conduce anche Anima, il ristorane del nuovo The Edition a due passi da Via Veneto.

La nuova sede di Pianostrada a Trastevere

Si conclude con un misto di emozione e nostalgia un importante capitolo della nostra storia”, recita un post Facebook di Pianostrada. Ma niente paura, i lavori nella nuova sede fervono e CiboToday è in grado di condividere alcune immagini in anteprima. Di nuovo a Trastevere, al civico 65 di quella Via della Luce che ospita botteghe storiche — come il sorprendente Biscottifico Innocenti, di cui abbiamo parlato — “e che sembra un paesino di quelli di una volta”. Lì le proprietarie hanno rilevato gli spazi di un’associazione culturale, per riaprirli intorno al 5 marzo 2024.


Ci sono volte, soffitti molto alti e una chiostrina luminosa che sarà il nostro giardino d’inverno”. I coperti si restringono di qualche unità, ne avranno circa 60, ma “sarà ancora protagonista il nostro mitico bancone. Proprio lui: lo abbiamo smontato e rimontato”. E c’è di più. “Abbiamo aggiunto alla parte in alluminio un prolungamento in quercia naturale, molto bella e irregolare. Sarà una specie di ‘chef’s table’, destinato a piccoli gruppi che vogliono fare un’esperienza particolare, vicino a noi”. Il menu — conferma a CiboToday chef Colucci — non subirà variazioni, “ma l’atmosfera sarà ancora più affascinante”.

Pianostrada

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento