Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Roma

I ristoranti per il pranzo di Natale a Roma: i menu del 25 dicembre

Dall’osteria con i piatti romani al ristorantone d’hotel, dalla proposta con il carrello dei dolci natalizi al brunch vegetariano

Cosa mangiare il giorno di Natale a Roma se non si vuole stare a casa e non si vuole cucinare? Rispondiamo con la nostra lista di proposte natalizie nella Capitale, pensate per gusti e tasche diverse. Dal super ristorante dentro l’albergo, all’osteria trasteverina, dal pranzo di Natale elegante, al brunch con bloody mary in successione, la proposta è trasversale e variegata e può accontentare anche chi non ha piani – volutamente o meno – per il giorno di Natale. Ecco le proposte dei ristoranti di Roma.

Eggs

La tavola apparecchiata da Eggs

Nel ristorante della chef Barbara Agosti tutto dedicato alle uova, il pranzo di Natale è in versione alla carta. Massima libertà di scegliere dunque, nell’indirizzo di Trastevere, i piatti più apprezzati secondo quanto proposto dal menu stagionale. Inoltre, in occasione delle festività, si potranno scegliere anche alcune proposte del momento, come i Tortelli artigianali in brodo di cappone o crema di parmigiano, Insalata russa, e Insalata di cappone con melograno e noci.

Proloco Trastevere

Un piatto di Proloco Trastevere

Restiamo a Trastevere per l’indirizzo guidato dalla chef Elisabetta Guaglianone. Qui per il pranzo di Natale la proposta prende a piene mani dalle ricette romane, al costo di 60€ a persona, acqua e pane inclusi. Nel menu possiamo trovare il carciofo ripieno, il cavolfiore e mele pastellati, la stracciatella in brodo, il pane ripieno romano. Passando ai primi piatti minestra broccoli e arzilla, l’ombelico di venere in brodo di cappone, i cannelloni ricotta e spinaci. Come secondi abbacchio al forno e patate viterbesi, baccalà alla trasteverina, zucca alla brace con crema di carote. Si conclude il pranzo con il panettone della casa con zabaione, il panpepato e il pangiallo fatti in casa.

Elio

Il pandoro da Elio a Roma

Nel ristorante all’interno dell’Hotel Hoxton, con il menu pensato dalla chef Sarah Cicolini (ne abbiamo parlato qui), il menu di Natale è da condividere. Un percorso lungo composta da diverse portate, al costo di 125€ a persona, con la possibilità di richiedere opzioni vegetariane. In carta troviamo misto di antipasti da condividere, cappelletti in brodo di bollito misto, abbacchio al forno con patate e carciofi, per concludere pandoro artigianale con crema al mascarpone e caffè.

Il Margutta

Il Margutta Vegetarian Food&Art

È stato uno dei primi riferimenti in tema di cucina vegetariana a Roma; quindi, è l’opzione migliore per chi cerca piatti plant based (ma anche senza glutine all’occorrenza) nei giorni delle festività, a cui abbinare una passeggiata in centro. Per il 25 dicembre a pranzo è previsto uno speciale brunch, con tanti piatti diversi della tradizione natalizia in chiave vegetale. Il prezzo è di 40€ a persona.

Jacopa

Un dessert al cioccolato da Jacopa

In zona Trastevere, da Jacopa si può fare un pranzo contenuto nei prezzi ma ferrato nella qualità dei piatti. La proposta, da 80€ a persona, prevede: fritto misto alla romana, con carciofi, broccoli, mele, salvia, terrina di angus con puntarelle, peperoni di Pontecorvo, tortelli di faraona e nocciole in brodo di funghi, cannellone con ricotta di capra e ramolaccio, brasato d’agnello con crema di patate al tartufo, sanapone, infine dolce di Natale con zabaione, caffè, nocciola.

Osteria Fratelli Mori

I piatti di Osteria Fratelli Mori

Il menu pensato dai fratelli Alessandro e Francesco Mori ricalca i piatti della tradizione romana natalizia di casa, anche al ristorante per il 25 dicembre. Nella proposta troviamo un antipasto, un primo, un secondo un contorno e un dessert al prezzo di 60€, con la possibilità di scegliere tra diverse proposte. Come fiore di zucca al taleggio, la mozzarella in carrozza, oppure crostini con fegatelli, i tortellini in brodo e le fettuccine con carciofi, guanciale e pecorino, rigatoni con il sugo di coda o i tonnarelli cacio e pepe. Tra i secondi: guancia di maialino cotto a bassa temperatura con vino rosso e scalogno, l’abbacchio al forno, la parmigiana di melanzane e le polpette di bollito fritte servite con una maionese al rafano.

Oro Bistrot

Un piatto da Oro Bistrot

Qui si viene per assaggiare la cucina dello chef Natale Giunta, godendosi il pieno centro di Roma. La proposta di Oro ha sede all’interno dell’hotel NH Fori Imperiali ed è un percorso in più portate a prezzo fisso, 125€ a persona, bevande escluse. In menu troviamo: benvenuto dello chef, broccolo romano, pollo e tartufo, tagliatella, genovese di agnello, finocchietto selvatico, anatra, radicchio, mandarino; passion fruit, mandarino e pepe rosa; per finire panettone, zabaione all’arancia e mandorla.

Adelaide Ristorante

Un dessert al ristorante Adelaide

All’interno dell’Hotel Vilòn, Adelaide, il ristorante guidato dallo chef Gabriele Muro, propone un sontuoso menu di Natale per il 25 dicembre. Si parte con carciofo alla giudia con spuma di pecorino, tortello di coda con brodo di sedano rapa affumicata e olio all’alloro. Si prosegue con fettuccine alle erbe selvatiche, funghi e caciofiore, faraona, caldarroste e tartufo nero, cremoso al basilico e datterino in tre consistenze, infine carrello dei dolci natalizi. Il prezzo è di 150€ a persona, escluse le bevande.

Peppo al Tuscolano

Gli spaghetti con le vongole di Peppo al Tuscolano

Diversi coperti esterni, molti interni. Nel quartiere Tuscolano il pranzo di Natale si può fare da Peppo (già Peppo al Cosimato, fortunato locale di Trastevere). Qui il pranzo si fa alla carta, con la possibilità di scegliere tanti piatti di pesce e una bella lista dei vini, con un occhio particolare (ma non esclusivo) alla cucina romana.

Aqualunae

Oli e sali da Aqualunae

Nel ristorante di Prati lo chef Emanuele Paoloni porta in tavola per il 25 dicembre un menu completo. Comprende il benvenuto dello chef, la degustazione di olio EVO con pane fatto in casa e tour di sali dal mondo, morbido ai carciofi con speck d’oca leggermente affumicato e crema di parmigiano. Si procede con i tortelli in brodo di cappone, tartufo, spuma di mortadella e pistacchio e si prosegue con il risotto al merlot con battuto di cortile lenta cottura e note di bergamotto. Per secondo il galletto con ripieno goloso e patata croccante, a chiudere in dolcezza il pan di spagna all’uvetta con spuma di zabaione e fuso di cioccolato e l’arrivederci. Il costo a persona è di 78€.

Don Pasquale

Un piatto all'hotel Maalot

Il menu del ristorante e cocktail bar nelle immediate vicinanze di Fontana di Trevi è un percorso in più tempi, in cui troviamo crostatina di zucca e caciofiore come amuse-bouche e carciofo, foie Gras e vino rosso come antipasto. Tra i primi, tortellini in brodo della tradizione e Fettuccine con cavolfiori e tartufo nero pregiato con, a seguire, guancia di manzo, sedano rapa e radici. In conclusione, albero di Natale al cioccolato bianco, zafferano e mandarino e una selezione di dolci natalizi. Il prezzo è di 180€ bevande escluse.

Scarpetta 

Una foto di Scarpetta a Roma

Il marchio di ristorante statunitense, che propone cucina italiana, è da poco sbarcato a Roma, all’interno dell’Hotel di Via Veneto InterContinental Ambasciatori Palace. Da Scarpetta le festività sono arricchite da una lunga serie di menu speciali. In particolare per il pranzo del 25 dicembre, dalle 12:30 in poi, con musica dal vivo, si potranno scegliere due opzioni di menu: una con il menu completo, in diverse portate, l’altro con il menu vegetariano. Entrambe escono al prezzo di 160€, bevande escluse ma con un natalizio cocktail di benvenuto.

Classico Bistrot

Un dessert di Classico Bistrot

A Prati, tra le recenti aperture di questa stagione, c’è un indirizzo che lavora su tutto l’arco della giornata. Per il pranzo di Natale è stato pensato un menu molto ricco, che strizza l’occhio ai piatti della cucina romana e italiana e che esce al prezzo di 70€ a persona. Troviamo in lista: prosecco di benvenuto, bottone con maialino, salsiccetta di cinghiale, prosciutto cotto fatto in casa con le spezie, broccoli e carciofi in pastella.  Tra i primi piatti cannelloni al sugo con ripieno di manzo, maiale e mortadella e i tortellini in brodo, a seguire agnello ripieno di carciofi alla romana con patate al forno. Si chiude ovviamente con il panettone, ma realizzato in casa.

Anima

Un piatto di Anima The Rome Edition

Nel ristorante dell’Hotel Edition di Roma, il menu del 25 dicembre è flessibile. Su richiesta è infatti possibile allestire nella cucina guidata dalla chef di Pianostrada Paola Colucci, un menu adatto sia ai bambini che con proposte vegetariane. Il percorso studiato per il pranzo di Natale prevede una prima portata di uovo pochè servito con crema di patate affumicate alle erbe, cardoncelli e bottarga di tonno. A seguire, un tortello di arrosto con il suo fondo, fondente di parmigiano 36 mesi e santoreggia; la faraona con castagne, melograno, salsa al brandy e balsamico. Aperitivo di benvenuto e piccola pasticceria sono inclusi nel percorso gastronomico, al prezzo di 130€ a persona.

Hosteria Grappolo d’Oro

Un piatto di Hosteria Grappolo d'Oro

Nel centro di Roma, il ristorante di cucina romana è una tappa amata anche dai romani nel giorno di Natale, quando viene proposto un menu speciale al prezzo di 60€. In tavola arrivano millefoglie di baccalà mantecato e sformatino di carciofi con cialde di pecorino e menta. Poi tortellini in brodo di cappone e i tagliolini fatti in casa con carciofi, guanciale e pecorino. Per secondo agnello al forno con patate e insalatina di campo. A chiudere panettone artigianale servito con zabaione al Vecchio Florio.

Hotel Locarno

Un piatto e un drink di Hotel Locarno

Nell’indirizzo del pieno centro di Roma, c’è un hotel storico con ristorante e cocktail bar che piace sia ai romani che ai turisti. All’Hotel Locarno la proposta del 25 dicembre ricalca quella dei brunch domenicali, che qui prendono il nome di Bloody Brunch (prezzo 55€), per via della particolare attenzione riservata ai bloody mary dal bartender Nicholas Pinna (tra i migliori cocktail bar d’albergo qui). La proposta prevede sia una proposta più internazionale, con suggestioni americane, francesi e anglosassoni, ma anche selezioni più legate alla cucina romana. In più si potranno assaggiare per l’occasione alcuni piatti speciali, come “La Roma che crocca”, un antipasto a base di carciofo alla griglia, trippa e animelle croccanti, “La Napoli che non si dimentica”, ovvero gli Ziti alla Genovese, “La Milano da mangiare”, Polenta taragna con ossobuco in gremolada.

Imago

Un piatto da Imàgo all'Hassler

A Piazza di Spagna il menu del pranzo di Natale del ristorante Imago, guidato dallo chef Andrea Antonini, è sontuoso. Un percorso in 7 portate che esce al prezzo di 270€ a testa, bevande escluse. In carta troviamo: manzo crudo garofolato, radicchio, blu di capra, noci e arancia, carciofo e animelle, boscaiola, plin al tartufo bianco, abbacchio, camomilla e lardo, per chiudere agrumi, zafferano e polline.

Portale 21

Un piatto di Portale 21

Fuori Roma, a Marino, la chef Valentina Pacifici ha pensato a un menu speciale per il 25 dicembre in più portate, da dividere con famiglia e amici. In successione troviamo: pane a lievitazione naturale, cialdine di farina al sesamo nero e burro salato, fritto di verdure in panko tempura, salsa aioli e senape di Digione; pan brioche, patè di fegatini, gel di uva rossa e finocchietto selvatico; polpetta d’allesso di manzo e salsa picchiapò; gnocco alla romana, formaggio fuso e funghi arrosto; fettuccina home-made alla rapa rossa, ragù di filetto di manzo danese e fonduta di Castelmagno; tortellini di carne in brodo di cappone e Parmigiano 36 mesi; spiedo d'agnello, il suo fondo e millefoglie di patate, infine panettone arancia, cedro e uvetta con crema inglese alla vaniglia e piccola pasticceria a chiudere. Il prezzo è di 70€ a persona bevande escluse.

Tinello

Un piatto da Tinello Bistrot
Sempre rimanendo in tema di Castelli Romani, la nuova apertura di Castel Gandolfo, Tinello, prevede un menu anche per il pranzo di Natale. Sarà un percorso a degustazione e non alla carta con piatti in sequenza che escono al prezzo di 55€ a persona, bevande escluse. Nella proposta troviamo: insalata russa; baccalà fritto, capperi e olive; olive e crema fritte; lingua di vitello e salsa tonnata; insalata di carciofi e acidulato di arancia, Tortelli di broccoli in brodo di gallina; Abbacchio fritto, salsa olandese e puntarelle. Infine panettone e zabaione e il torrone realizzati da Sintesi, ristorante gemello di Ariccia.

Sintesi

Un piatto da Sintesi Ristorante

Per rimanere in tema, ci spostiamo di poco al ristorante Sintesi di Ariccia, dove gli chef Matteo Compagnucci e Sara Scarsella hanno pensato a un menu specifico proprio per il pranzo di Natale. Si compone di Snack di benvenuto; pane semintegrale, focaccia ai semi e burro; tartelletta, crudo di capriolo, carciofi e crespino; quaglia, aglio nero e sedano rapa; tortelli di Parmigiano Reggiano 24 mesi e zaf erano in brodo di radici; risotto con cipollotto, limone bruciato e baccalà; filetto di agnello, tartufo nero pregiato e cavolo nero; patata, limone e tartufo nero pregiato; bavarese alle noci e sorbetto alle clementine; piccola pasticceria. Il prezzo è di 120€ a persona bevande escluse.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento