Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Roma

La gelateria di Roma che compie 10 anni e apre un biscottificio

Cantucci, biscotti, piccoli e grandi lievitati. A Roma il progetto di Pico cresce e, raggiunto il decennio, va oltre il gelato

Una piccola gelateria aperta in zona Piazza Bologna a novembre 2013 e arrivata a conquistare tante zone della Capitale (Flaminio, Lanciani, Parioli, Balduina), potendo contare, ad oggi, ben 5 punti vendita nel territorio romano. È Pico, una realtà a conduzione familiare, che nel tempo si è ingrandita, senza perdere quell’artigianalità che è alla base di tutti i suoi prodotti.

Pico, che propone un gelato “naturale”, senza conservanti, realizzato con materie prime di qualità e per i suoi gusti che raccontano il mondo (primo tra tutti il Dulce de Leche), arriva a spegnere 10 candeline e, per l’occasione, presenta una novità. Nel laboratorio situato all’interno del punto vendita di via Ridolfino Venuti (zona Lanciani), è arrivato anche il profumo inebriante della frolla: “Non siamo un forno” racconta a CiboToday Silvana Barbaresi, titolare di Pico insieme alla cognata Valeria Nescatelli “non abbiamo neanche tutta l’attrezzatura di una pasticceria, ma realizziamo biscotti e dolci al 100% artigianali, esattamente come quelli fatti in casa”.

I cantucci di Pico

I cantucci, i ricciarelli, i biscotti per l’inverno

Un progetto “casareccio”, ma non per questo preso sottogamba: l’idea di Pico è di crescere anche nella pasticceria, potendo dare ai clienti un’offerta sempre più ampia, soprattutto in inverno, quando il gelato soffre un po’ di più. “Abbiamo iniziato con cantucci alle mandorle d’Avola tostate, al pistacchio di Bronte, alle nocciole di Viterbo e al cioccolato fondente Ecuador 76%. Abbiamo aggiunto i classici cookies nella versione grande, per una merenda, e piccoli, che si prestano di più per essere portati a casa. Ci sono anche i ricciarelli che stiamo preparando con l’avvicinarsi del Natale”.

Lo stecco fiocco di neve di Pico

L’idea di un biscottificio nella Gelateria Pico

Il progetto dei biscotti e dei dolci da pasticceria è nato quando nella squadra di Pico sono entrati alcuni ragazzi provenienti dal mondo della pasticceria. “Un’intuizione che sta funzionando” racconta a CiboToday Silvana “che i clienti stanno apprezzando, sia per accompagnare il gelato che per mangiare qualcosa di diverso, ma sempre al 100% artigianale”. Biscotti, ma anche lievitati. In occasione del Natale, infatti, Pico presenta la sua linea di panettoni in versione mini, ripieni di gelato; c’è anche la versione normale del panettone, ma solo su ordinazione. Questo può essere accompagnato dal gelato al torrone bianco o al gusto panettone.

Frutta secca fatta in casa da Pico

La frutta secca e lavorata in casa

Ai biscotti e ai panettoni, Pico aggiunge, infine, un ulteriore tocco goloso con le granelle di nocciole e pistacchio di Bronte (vendute anche in bustine da 6 grammi per preparare dolci a casa o per essere aggiunte allo yogurt) e con nocciole, arachidi pralinate (“da noi”, specifica Silvana) e mandorle d’Avola salate: “Sono buonissime, una tira l’altra”, aggiunge la titolare. “Con dedizione e passione sono arrivate tante gratificazioni negli anni”, conclude lo staff di Pico. “Il nostro gelato è molto apprezzato in tutti in quartieri in cui siamo arrivati e ne siamo estremamente felici. Lo scorso anno abbiamo aperto il nostro ultimo punto vendita nella zona di Balduina, che sta crescendo molto e siamo orgogliosi di far conoscere la nostra idea di gelato a più persone possibili. Il lato pasticceria è solo all’inizio, l’obiettivo è di crescere ancora”.

Pico Lanciani
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento