Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Torino

Al Mercato Centrale di Torino apre una nuova bottega con cucina delle Langhe

Si chiama Bistrot dLanga ed è la nuova apertura che omaggia i piatti tipici del basso Piemonte. Vitello tonnato, tajarin, bagna cauda, e bollito misto nel segno della tradizione delle Langhe

Una nuova apertura al Mercato Centrale di Torino (che cerca con caparbietà un rilancio) nel segno della più tipica cucina piemontese. Ha appena aperto Bistrot dLanga, una bottega che omaggia i piatti e le materie prime della tradizione locale, spostandosi nella zona Patrimonio dell’UNESCO che tutti conoscono. Parliamo delle Langhe, quel territorio nel basso Piemonte tra i comuni di Alba, La Morra, Dogliani, Monforte d’Alba Castiglione Falletto - per citarne alcuni – dove la tavola ha una posizione predominante. Tra grandi vini e prodotti eccellenti, Bistrot dLanga è la prima novità del 2024 al Mercato Centrale di Torino. Dopo l’apertura di Buatta - Cucina Popolana Palermo, tra le migliori trattorie del capoluogo siciliano, ora si gioca in casa con plin, bagna cauda e vitello tonnato.

Bistrot dLanga al Mercato Centrale di Torino

Bottega dLanga, la nuova osteria dedicata alla cucina del basso Piemonte

A guidare la cucina di Bistrot dLanga un volto noto al Mercato Centrale di Torino. Infatti lo chef Francesco Liboà vanta anche una precedente esperienza nella gestione della bottega La Pasta fresca di Egidio Michelis, punto vendita dedicato ai grandi classici del Piemonte: ravioloni, tagliolini, tortelli, plin, trofie e fagottini. Un’eredità che ora viene sviluppata nel nuovo format gastronomico del Mercato Centrale, con una proposta culinaria che cambia ciclicamente e che abbraccia le grandi ricette langarole. Piatti genuini e immediati, ripescando dal parterre della tradizione, proposti sia a pranzo che a cena.

Il Mercato Centrale Torino

Cosa si mangia al Bistrot dLanga, spazio dedicato alle ricette langarole

Non manca mai il gran bollito misto, caposaldo della tradizione, servito con una serie di salse da accompagnamento come bagnetto verde, cognà (una preparazione a base di uva), oppure aioli, rubra e mostarda (18€). La carne cruda, rigorosamente di Fassona, avrà un suo spazio da Bistrot dLanga a cui lo chef aggiunge anche midollo, nocciole e fiocchi di sale Maldon (14€); oppure il tomino con miele, nocciole e acciughe al verde (8€). Immancabile il vitello tonnato della tradizione (12€), e tra i primi i tajarini realizzati dal pastificio del Mercato Centrale di Torino con 30 tuorli, conditi con salsiccia di Bra e porri (14€). Ci sarà sempre un risotto in carta, in base alla stagionalità delle materie prime, come quello presente ad oggi con funghi porcini (14€), mentre tra i secondi guancia brasata al barbera (16€). Si conclude il pasto con un classico bonet o torta alle nocciole del Piemonte (6€). Da Bistrot dLanga è possibile anche scegliere il menu degustazione al prezzo di 35€: composto da antipasto, primo, secondo e dolce. Un omaggio alla cucina di una delle terre più ricche di storia culinaria.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento