Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Torino

Apre a Torino il premiatissimo forno piemontese che fa il pane all’antica

Il forno Grano fondato nel 2018 a nel passe di Santena dai fratelli Mosso, adesso raddoppia con una apertuta a Torino. Un piccolo punto vendita dove acquistare tutti i prodotti, soprattutto panettoni. Ecco dove

Il forno Grano di Santena, noto per il suo panettone pluripremiato e gli ottimi pani, ha appena aperto un negozio nel cuore di Torino. Un punto vendita in via Madama 73 nel quartiere di San Salvario, dove verranno venduti principalmente panettoni, anche in vista del periodo natalizio, pane e lievitati.

Lo staff di forno Grano a Santena-3

La storia del forno Grano – Fornai in fermento di Santena

Grano nasce come panificio nel 2018 da un’idea dei fratelli Mosso, quella di riproporre un concetto di panificazione all’antica, nel rispetto della tradizione ma innovando al tempo spesso. Riprendendo una loro frase: “Siamo tradizionali e pazzi innovatori. Siamo fornai sempre in fermento”. Nei prodotti di Grano infatti, l’ingrediente principale è proprio il cereale in ogni sua declinazione. I pani di grande pezzatura vengono quindi realizzati con farine piemontesi macinate a pietra e lievito madre, per i quali il forno di Santena si è aggiudicato i Tre Pani della Guida Pane e Panettieri d’Italia 2024 del Gambero Rosso. Tra questi il pane di montagna, pani piemontesi, pani con grani siciliani e multicereali. E poi ci sono quelli che prendono il nome direttamente dal dialetto piemontese: il pane di campagna Toc ad bosc (“pezzo di legno”), Ancheuj (“in questo giorno”) e Fujot (caratteristico tegame in terracotta) per l’integrale e Boia Fauss (boia falso) per il pane a nove cereali.

Sergio Scovazzo durante la preparazione del panettone

Sono specializzati anche in grissini rubatà, pan bauletto, pizze, focacce, frollini e pani dolci. Tutti acquistabili anche sull’e-commerce poiché, grazie al particolare tipo di confezionamento, garantiscono una conservazione di 60 giorni. Oggi Grano è anche bistrot dove fermarsi a colazione per biscotti, croissant e altri sfogliati, per una pausa pranzo veloce a base di pale romane e focacce farcite, ma anche preparazioni gastronomiche. Mentre per cena la pizza è tonda e si possono assaggiare anche sacòcia, una specie di focaccia dalla pasta molto fine e ripiena, fritti e hamburger con pane artigianale.

Il panettone pluripremiato di Grano

Dal 2021 è entrato a far parte della squadra Sergio Scovazzo, ex cuoco e maestro lievitista con la passione per i dolci delle feste. “Voglio dirlo a tutti, soprattutto ai ragazzi e alle ragazze della mia età: non ci sono obiettivi irraggiungibili. Se metti nei tuoi sogni mente e tempo, i risultati arrivano. Si può iniziare tardi, sbagliare strada e farcela comunque”, racconta. Da quando è arrivato lui il panettone è quindi diventato uno dei prodotti di punta, proposto nella versione tradizionale con uvetta e glassa alle mandorle, il Pan per Pistacchio con crema e granella di pistacchio, il Cioccolatopuro ai tre cioccolati e lo Schiaccianoci, con mele, noci, cannella e cioccolato al caramello. Il forno è vincitore (per due anni consecutivi) del concorso Una Mole di Panettoni, che si è appena tenuto a Torino, riconfermandosi tra le migliori panetterie d’Italia anche grazie anche al premio di Golosaria, non è da meno la colomba, vincitrice nel 2022 e nel 2023 di Una Mole di Colombe. A questi si aggiungono il titolo dei migliori 10 in Italia a Mastro Panettone 2022 e la medaglia di bronzo ai Mondiali FIPGC Panettone 2022.

La preparazione delle colombe

San Salvario accanto al teatro Colosseo, è prevista lunedì 27 novembre.

Era arrivato il momento per Grano di espandersi: un nuovo punto vendita inaugura il 27 novembre in zona San Salvario a Torino, accanto al teatro Colosseo. Viste le dimensioni ridotte del locale tutti i prodotti continueranno ad essere sfornati nel laboratorio di Santena, dove lavorano cinque fornai sotto la guida di Scovazzo, che ha commentato così il raddoppio dell’insegna: “tanto lavoro, anche di squadra, e tanto studio. Tre anni fa, quando ho iniziato a muovere i primi passi nel mondo dei lievitati, non lo avrei mai immaginato”. 

Il nuovo punto vendita a TorinoLa filosofia dell’attività resterà la stessa, così come il logo. Quindi, anche all’ombra della Mole, il cuore dell’offerta di Grano si concentrerà su panificati, grandi lievitati, croissant, biscotti e pizze. “Tre anni fa eravamo un piccolo panificio in un paesino di provincia, ma non lo abbiamo mai vissuto come un limite. Questo riconoscimento è simbolo di dedizione e sacrificio. Abbiamo deciso di investire nella qualità e nella comunità, sono molto fiero di noi”, conclude il titolare Piero Mosso

Forno Grano
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento