Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Torino

Una città in Piemonte è diventata nota per questi golosi nocciolini

Con lo zabaione e, da poco, anche col gelato: questi micro dolci a forma di goccia sono una gloria locale. Ecco spiegato perché

A Chivasso i nocciolini sono un affare serio. Il comune di poco meno di 30.000 abitanti in provincia di Torino ha riconosciuto in questi piccoli dolci, realizzati dai laboratori dolciari della zona, una delle sue gemme gastronomiche, che è divenuta Prodotto Agroalimentare Tradizionale (PAT) della Regione Piemonte. La storia in realtà è molto lunga e comincia nell’800 quando viene attribuita l’ideazione dei preziosi dolcini al pasticciere Giovanni Podio.

La storia dei dolci alla nocciola tipici di Chivasso

Nocciolini di Chivasso con il gelato

La storia poi prosegue, con la presentazione del prodotto all’Esposizione Universale di Parigi del 1900, quando il Cavalier Nazzaro, che di Podio era il genero, li presentò con grande successo e ottenne nel 1904 il brevetto di fabbrica, poi il titolo ufficiale di fornitore della Casa Reale da Vittorio Emanuele III di Savoia. Nel 2010, dopo varie peripezie, il brevetto è giunto nelle mani del comune di Chivasso, con un atto di donazione fatto dal Grande Ufficiale Mario Bertolino, che voleva tributare alla “cittadinanza un simbolo che sin dagli ultimi anni dell'Ottocento è stato per tutti i chivassesi un emblema e che ha contribuito a diffondere non solo nella nostra Regione ma in tutto il Paese il nome di Chivasso” come ricorda il Comune stesso.

Come si preparano i nocciolini di Chivasso

I Nocciolini di Dolciaria Fontana nella confezione trasparente

Questi dolcini a forma di goccia vengono realizzati a partire dalla Nocciola Tonda Gentile delle Langhe, che viene tostata e lavorata con zucchero e albume d’uovo, tanto da diventare molto simile a una meringa al sapore denso di nocciola. L’impasto viene colato a goccia e poi cotto, da qui la forma che ricorda quella di una goccia e ha dimensioni piuttosto piccole. I dolci vengono poi venduti in sacchetti o in pacchetti e possono essere abbinati a creme e cioccolate, vini dolci e in particolare allo zabaione. Non a caso nel 1982 è nata a Chivasso la Confratèrnita dël Sambajon e djj Nocciolini (dello zabaione e dei nocciolini) che mira a promuovere queste due glorie locali. Sono noti anche con il nome, probabilmente originario, di “chivassini”, di “noasetti” e quello più francesizzante di “noisettes”, in base all’importanza attribuita all’ingrediente primario, la nocciola.

I nocciolini di Dolciaria Fontana

I nocciolini di Chivasso nella confezione storica di Fontana

Le confezioni dei noccioli, in carte colorate a sostituire le versioni in latta dei primi tempi, hanno reso questi dolci non solo riconoscibili ma anche facilmente esportabili nel resto d’Italia. Tra le famose aziende della zona, c’è anche la Dolciaria Fontana, che è stata recentemente acquistata dal gelatiere torinese Alberto Marchetti (appassionato anche di zabaione), che ha dichiarato “Sono sempre stato affascinato dalle cose buone. Sin da piccolo ho amato i Nocciolini di Chivasso ed entrare oggi a far arte della loro storia mi riempie di orgoglio. I nocciolini sono il topping perfetto per il mio gelato” preparandoci ad assaporare i dolcetti in una nuova formula. La carta rosa con il disegno del Duomo di Chivasso avvolge i dolcetti della Dolceria Fontana, un particolare che li ha resi famosi e riconoscibili.

Come si preparano i nocciolini, raccontati da Dolciaria Fontana

Le nocciole, sgusciate e tostate al punto giusto, vengono impastate con zucchero e albume. Il tutto, portato a densità colante, viene inserito in una macchina che distribuisce su fogli di carta, piccoli bottoncini pronti ad essere infornati. Una volta raffreddate, le delizie chivassesi sono pronte per essere confezionate” spiegano del procedimento da Dolciaria Fontana. Intanto un altro riferimento importante per i nocciolini in città è Bonfante, mentre alcune pasticcerie torinesi, non per forza di Chivasso, si sono messe all’opera con il famoso dolcetto locale. A Chivasso si celebra a settembre anche la festa dei nocciolini.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento