Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Venerdì, 12 Luglio 2024
Bar Pasticcerie Gelaterie

Il cioccolato a San Valentino. 14 creazioni dei migliori artigiani italiani

Sculture con sorpresa, praline dai gusti inaspettati e tavolette con dichiarazioni (anche sgarbate). Una selezione delle interpretazioni dei mastri cioccolatieri italiani, perfette da regalare per la festa degli innamorati

Regalare cioccolato a San Valentino — siamo d’accordo — forse non è l’idea più originale del mondo. Nelle mani dei migliori artigiani italiani, però, questo ingrediente prende un numero di forme e contenuti diversi, che vanno oltre i soliti cioccolatini. Abbiamo quindi passato in rassegna le migliori botteghe del paese, per selezionare dieci tra sculture insolite, praline dai gusti inaspettati e tavolette parlanti di tutti i tipi (anche un po’ sgarbate!). Che preferiate le interpretazioni tradizionali, o invece abbiate voglia di creazioni più insolite, sicuramente troverete qualcosa che fa per voi.

Paolo Griffa al Caffè Nazionale, Aosta — Box praline

Paolo Griffa al Caffè Nazionale, Aosta — Box praline

Al ristorante con tanto di pasticceria, sala da tè e cocktail bar nel centro di Aosta, lo chef una stella Paolo Griffa propone anche per questa occasione del cioccolato da ricorrenza. Per San Valentino c’è un grande classico: una box di praline assortite da 25 pezzi, in cinque gusti diversi e una confezione elegante (ma non leziosa). 

La Perla di Torino — Caffè goloso

La Perla di Torino — Caffè goloso

La Perla è sinonimo di praline eleganti e cioccolato modellato, ma per il 14 febbraio, nel locale di Torino, ha immaginato un’esperienza più coinvolgente. Tra il 12 e il 24 del mese, infatti, si potrà approfittare de “La Perla Coffee Experience”. Un caffè speciale di San Valentino sviluppato in collaborazione con Fondazione Lavazza e Lavazza R&D, guarnito con marmellata di lamponi, crispy di lamponi e panna. Al termine della degustazione, per ciascun partecipante c’è in omaggio una gift box con praline, tartufini a forma di cuore e un buono da spendere nello shop di via Catania.

Guido Gobino, Torino — Heartbeats of Chocolate Lovers

Guido Gobino, Torino — Heartbeats of Chocolate Lovers

Ancora a Torino, città del cioccolato, il San Valentino è l’occasione per rinnovare la linea. Guido Gobino battezza sei nuove ricette di cuoricini in cioccolato assortiti in scatola: pera e vaniglia, frutti di bosco, fragola e agrumi e sale, tra gli altri, mentre la camicia è sia al latte che al fondente 63%. Nella collezione “Heartbeats of Chocolate Lovers” c’è anche un cuore formato più grande, tutto decorato a mano con pennellate colorate.

Maradeiboschi, Torino — Cuore innamorato e cuore infranto

Maradeiboschi, Torino — Cuore innamorato e cuore infranto

Alla gelateria, caffetteria e cioccolateria Maradeiboschi il cioccolato è manipolato come un’opera d’arte. Diverse sedi in città, dove passare per scegliere il cioccolatino più adatto alla situazione: c’è il “cuore rosso innamorato”, con lampone e caramello, ma anche il “cuore nero infranto”, con ciliegia sotto spirito e kirsch.

Cioccolato Chiambretto, Torino — Tavolette a cuoricini 

Cioccolato Chiambretto, Torino — Tavolette a cuoricini

Il giovane Vittorio Santise come abbiamo raccontato — ha mollato tutto per perseguire il sogno di aprire una fabbrica di cioccolato. Il suo primo San Valentino lo festeggia con tavolette di cacao monorigine peruviano 81%, con vaniglia naturale. Poi un po’ di cioccolato ruby, per far risaltare gli immancabili cuoricini.

Charlotte Dusart, Milano — Lettre D’Amour

Charlotte Dusart — Lettre D’Amour

Charlotte Dusart è un’artigiana che rappresenta in pieno la grande tradizione della cioccolateria belga. Al suo laboratorio-boutique di Milano è disponibile un’idea simpatica, che si chiama “Lettre d’Amour”. Un vero cofanetto con cassettini estraibili, contenente una lettera in puro cioccolato e bigliettini da personalizzare (dediche a parte).

Ernst Knam, Milano — Scrigno cuore

Ernst Knam — Scrigno cuore

Dolcezza su dolcezza, al bancone del maestro del cioccolato tedesco Ernst Knam. Per San Valentino la creazione che ci piace di più è uno scrigno che racchiude praline alle nocciole e ai tre cioccolati. Anche il guscio si può scegliere tra fondente, latte e bianco: perché il cioccolato non è mai troppo.

Solbiati cioccolato, Milano — Lollipop

Solbiati cioccolato — Lollipop

Tra il laboratorio di Milano e la boutique di Brescia, la cioccolatiera Simona Solbiati ci ha abituato a proposte sempre nuove. Dopo il vasto repertorio di Natale passiamo alla festa degli innamorati, tra cioccolatini tutti rossi farciti di ganache, i Baci di Simona (con camicia di cioccolato bianco) e dei lecca lecca “sui generis”. Niente zucchero, ma delle tavolette modellate su stecco, da personalizzare con dediche romantiche in glassa.

Forno Brisa, Bologna — Tavolette parlanti

Forno Brisa, Bologna — Tavolette parlanti

La storia del Forno Brisa di Bologna l’abbiamo raccontata nel dettaglio. Così sapete già come mai un panificio ha voluto mettersi a produrre anche il suo cioccolato, partendo dall’acquisto delle fave e lavorandole “bean to bar”. Per San Valentino, da qualche anno, gli danno la forma di pacchetti da tre tavolette, che sulla confezione riportano non esattamente i soliti aforismi: “Ti ricordi quando facevamo l’amore?”; “Credevo fossi un coglione”; “Dai, stiamo insieme, l’affitto è alto” e “Ti amo come Zirkee, quasi”. Decidete qual è la più adatta a voi.

Le Levain, Roma — Tablette Love

Le Levain, Roma — Tablette Love

La nuova sede romana della boulangerie di Giuseppe Solfrizzi ha aumentato gli spazi da dedicare anche alla linea del cioccolato. Questo San Valentino, infatti, il catalogo è ricchissimo. Dalla torta Doppio Cuore al cioccolato e vaniglia alla scatola piena di tartufi alla cannella, cuori fondenti al lampone, cremini alle arachidi e gelée di frutta. Poi le tavolette al cioccolato bianco con pralinato al pistacchio, gli scrigni al fondente con caramello e arachidi e una confezione in edizione limitata di macaron assortiti. Uno delle proposte più invitanti è senz’altro la tavoletta al fondente farcita con ganache alla vaniglia; a forma, naturalmente, di scritta “Love”.

Nero Vaniglia, Roma — Cuore da infrangere 

Nero Vaniglia, Roma — Cuore da infrangere

La vetrina della pasticceria di Giorgia Grillo a Garbatella in queste settimane è particolarmente fornita. Ci sono box “con sorpresa” di Prosecco, flute e cioccolatini, nonché confezioni di praline dai ripieni particolari: da assaggiare quelle al lampone e liquore all’anice. E ancora sculture in cioccolato Valrhona con tanto di martelletto, da infrangere per rivelare un cuore di caramello al burro salato, croccante di nocciole e perle croccanti di cioccolato.

Casa Manfredi, Roma - Praline a cuore

Casa Manfredi, Roma - Praline a cuore

Nei locali di Giorgia Proia e Daniele Antonelli parecchie torte, in questi giorni, prendono il formato speciale a cuore. Cheesecake al passion fruit o ai tre cioccolati, ma anche un assortimento di cioccolatini disponibili in scatole eleganti. A forma di cosa? Indovinato.

Mon Sciù, Napoli — Cuore dipinto a mano

Mon Sciù — Cuore dipinto a mano

Chiara Cianciaruso ha aperto la sua pasticceria contemporanea nel centro storico di Napoli proprio a San Valentino del 2020. Il punto forte, come suggerisce il nome, è l’assortimento di bigné, ma l’artigiana ha grandi esperienze anche nel campo del cioccolato, messe insieme con maestri belga. Per la festa degli innamorati prepara plumcake e crostate a forma di cuore, biscottini a tema, ma anche piccole sculture in cioccolato fondente al 70%. Sono dipinte a mano una a una, quindi tutte diverse tra loro. 

Gay Odin, Napoli — Cuoricini al gianduia

Gay Odin — Cuoricini al gianduia

Lo storico opificio Gay-Odin, che dalla sede centrale di Napoli ora conta botteghe anche a Roma e Milano, ha pensato a un numero di proposte. Ci sono le sfoglie di cioccolato decorate a mano con disegni e frasi d’amore, anche in versione pralinata e ricoperte di nocciole Giffoni. Poi i cuoricini Foresta, rivestiti dalle sottili pieghe di sfoglia di cioccolato che sono da oltre un secolo il marchio di fabbrica e ripieni di crema al gianduia alla ghianda. Per rimanere sul tradizionale, arrivano anche le tavolette con dichiarazioni d’amore incise in superficie.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento