Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Bar Pasticcerie Gelaterie

Le sibille salentine: produzione di un dolce pugliese leggendario

Piccoli dolci a forma tonda ripieni di crema alle mandorle e ricoperti di cioccolato fondente: le sibille si trovano soprattutto a Zollino, in provincia di Lecce, chiamate così per una particolare credenza…

Piccoli dolcetti nati in un paesino, Zollino, della provincia meridionale di Lecce nella Grecìa Salentina, una zona d’Italia ben radicata a tradizioni e vecchie usanze. Soprattutto in cucina, come nel caso delle sibille salentine. Chi è stato qui a godersi il sole, il mare e il vento pugliese sa sicuramente di cosa stiamo parlando: dolcetti a cupola con un ripieno di morbida crema di mandorla e ricoperti da uno strato di cioccolato fondente. Non solo pasticciotti o mustazzoli quindi, due tipiche preparazioni dolci del Salento, ma anche e soprattutto le sibille chiamate così per una curiosa leggenda che offre quel tocco di folclore in più. Ecco cosa sono e da dove vengono.

Le sibille di Pasticceria Top Orange in Salento

Le sibille salentine: la leggenda

Le sibille sono dei dolci peculiari già a partire dal territorio di provenienza, la Grecìa Salentina, isola linguistica ellenofona del Salento situata nella Puglia meridionale, in provincia di Lecce. Questo vuol dire che qui ancora si parla il dialetto neo-greco chiamato griko, un’antica mescolanza che fa di questo territorio uno dei più interessanti d’Italia, pieno di tradizioni e usanze che affondano le radici in un passato storico. Le sibille non fanno eccezione e la loro nascita è avvolta da folclore e credenze. La Sibilla, infatti, era una figura mitologica delle proprietà divinatorie tipica del periodo greco ed etrusco. Una donna che viveva in misteriose grotte e al cui cospetto si chiedevano profezie sul futuro: per evitare sciagure si portavano dolci alla mistica e leggenda vuole che queste piccole preparazioni fossero proprio uno di questi omaggi. Leggende a parte, le sibille sono un dolce popolare e popolano creato dalle donne di questa terra per i momenti speciali. Fino ad oggi.

Il ripieno della sibilla

Cosa sono le sibille salentine e dove trovarle

Dolcetti a forma rotonda, simile nel gusto al fruttone salentino altro dolce ripieno di pasta di mandorle e ricoperto di cioccolato fondente, le sibille celano oltre che il morbido ripieno anche della frutta secca. Nocciole, noci, frutta a guscio che morso dopo morso vi farà cedere a un’altra sibilla. Non a caso il nome è al plurale, a testimoniare come un dolcetto tiri l’altro. Tra le più famose sicuramente quelle della pasticceria Top Orange di Zollino, in provincia di Lecce, un punto di riferimento per i dolci salentini in generale che merita sicuramente una deviazione quando si visita il Salento. Infatti oltre che le sibille troverete spumoni, fruttoni, pasticciotti, rachele, tutte preparazioni che in molti casi condividono anche parte degli ingredienti.

Basta girare le numerose pasticcerie di questa zona per capire l’immenso patrimonio dolciario salentino: tra tutti la pasticceria Andrea Ascalone a Galatina (LE), famosissima per i pasticciotti, oppure il Bar Policarita Fracasso a Maglie (LE) noto anche per le monachine, la pasta sfoglia dolce ripiena di crema, mentre a lecce in Piazza Sant’Oronzo una certezza è il Caffè Alvino, raffinato bar e pasticceria sosta dolce (e non solo) ormai celebre della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le sibille salentine: produzione di un dolce pugliese leggendario

CiboToday è in caricamento