Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Bar Pasticcerie Gelaterie

A Forte dei Marmi riapre alla grande lo storico Caffè Principe. Ora è del gruppo Prada

Prada riapre il Caffè Principe, storico locale di Forte dei Marmi. Dopo l’acquisizione di Pasticceria Marchesi 1824 prosegue l’impegno nel settore del gruppo milanese della moda. Un grande architetto per il restyling

Continua la corsa del Gruppo Prada nel settore della ristorazione, con un’altra acquisizione importante. Siamo a Forte dei Marmi, meta cara al brand di Miuccia Prada, che questa volta mette mano su uno dei suoi caffè storici, il caffè Principe, riaprendolo sotto una nuova veste. “Con questa operazione prosegue in nostro impegno nell’alta pasticceria iniziato nove anni fa con l’acquisizione di Marchesi 1824” fanno sapere dai vertici del brand a corollario dell’annuncio dell’apertura dopo due mesi di lavori. Il Caffè Principe viene dunque incorporato all’interno della famiglia di Pasticceria Marchesi 1824, lo storico marchio meneghino, e racconta una storia di artigianalità e impegno a partire dalla sua riqualificazione a opera dell’archistar Michele Bonan. E la proposta gastronomica? Sarà sempre firmata dal maestro Diego Crosara, Pastry Creator Director del gruppo Marchesi 1824 e anche dell’offerta del Bar Luce, locale della Fondazione Prada di Milano.

Caffè Principa a Forte dei Marmi, la sala interna

Il Caffè Principe di Forte dei Marmi: la storia e l’acquisizione

Lo spirito “fortemarmino” si legge bene nella storia del Caffè Principe, in via Carducci. Fondato negli Anni Trenta dalla famiglia Galli, di Firenze, ha sempre rappresentato quello stile di vita tipico della Dolce Vita della seconda metà del secolo scorso. Tra i suoi tavoli, dalla colazione all’aperitivo, si sono avvicendati i nomi del jet set di quegli anni, tra cantanti, attori, personaggi noti dello spettacolo. Poi negli anni il lento declino, fino all’arrivo di Patrizio Bertelli patron del Gruppo Prada che ha dato vita a questa nuova operazione. Il nome rimane lo stesso, per dare continuità alla tradizione di questo storico ritrovo per i villeggianti e per i cittadini della perla della Versilia.

Il Caffè Principe di Forte dei Marmi non cambia dunque nella sostanza, ma solo nei dettagli che lo proiettano in un nuovo futuro. Mantiene il suo tratto di luogo centrale della vita quotidiana della cittadina, dalla colazione all’aperitivo. Il maestro Diego Crosara, dietro il brand Marchesi 1824, ripropone fedelmente la proposta degli altri negozi anche qui a Forte dei Marmi: pasticceria classica, torte, lievitati, cioccolateria e confetti, proposte salate come tramezzini, insalate, panini, piatti veloci e il gelato. Pochissime deviazioni dalla casa madre – il packaging è marchiato Caffè Principe - perché si vuole mantenere unità e coerenza con il brand.

Caffè Principe a Forte dei Marmi, il bancone centrale

La ristrutturazione a opera di Michele Bonan

Adiacente alla boutique Prada Donna, il Caffè Principe è stato ristrutturato da un noto architetto fiorentino, Michele Bonan. Il lavoro portato avanti è andato nella direzione di amalgamare i tratti caratteristici dello storico caffè italiano con quelli del brand Prada, senza però stravolgere o rendere posticcio l’effetto d’insieme. “Gli spazi sono stati ristrutturati con l’intento di preservare, riscoprire e dare nuovo valore a uno storico caffè italiano, rispettandone l’identità originaria e riportando il Caffè Principe agli anni della sua apertura” afferma l’architetto Bonan, che sceglie di rievocare gli arredi anni ’50 del locale come i lampadari, le sedute per il dehor, i tavoli in formica e le poltrone in vimini. Il tocco Prada è accennato e lo si vede dalla scelta dei tessuti, un pattern che viene da una sfilata d’archivio e utilizzato nei tendaggi del locale.

Caffè Principe a Forte dei Marmi, un momento della colazione con i dolci di Diego Crosara

Il Gruppo Prada e l’alta pasticceria

Nove anni fa Patrizio Bertelli diede il via a questa operazione nel mondo dell’alta pasticceria, acquisendo lo storico marchio Pasticceria Marchesi 1824. Un balzo in avanti per l’iconico locale di via Santa Maria alla Porta a Milano e che ora vanta altri tre negozi, due nel capoluogo lombardo e uno a Londra. Si amplia dunque il portfolio di Prada con il recente ingresso di Caffè Principe e si conferma l’interesse di Bertelli nel mondo hospitality e ristorazione con l’acquisto dello storico Caffè dei Costanti ad Arezzo (città natale di Bertelli) dal 1805, senza dimenticare che Bertelli possiede sempre nella sua Arezzo anche l’ex Farmacia del Cervo oggi ristorante gastronomico e il locale Buca di San Francesco.

Caffè Principe

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento