Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Bar Pasticcerie Gelaterie

La pasticceria che ha portato a Genova i dolci del mondo compie 100 anni

La realtà genovese ha da poco concluso i festeggiamenti per i cento anni di attività. Pasticceria Tagliafico è il punto fermo della dolcezza regionale

Tagliafico è un nome conosciuto a livello locale, ma anche fuori città dove turisti e visitatori ne hanno sicuramente sentito parlare. Una vera e propria meta di pellegrinaggio per gli amanti della tradizione dolciaria ligure che dal novembre 2023 ha una nuova torta da provare. Stiamo parlando della torta 100, realizzata appositamente per celebrare questo traguardo e pronta a sfidare anche i palati più esigenti.

Le torte miste della Pasticceria Tagliafico

La storia dietro al successo di Tagliafico a Genova

Inizia da lontano il percorso della pasticceria Tagliafico ed è legato ad un personaggio di spicco della scena teatrale genovese: Gilberto Govi. Vissuto tra il 1885 e il 1996, l’attore era solito recarsi al locale il martedì mattina, seguendo rigorosamente il suo rituale che prevedeva un kranz, il dolce austriaco, servito direttamente da Bernarda Tagliafico. I curiosi e gli ammiratori di Govi presero a frequentare la pasticceria nella speranza di incontrare il loro idolo. Gli avventori furono colpiti anche dalla bontà dei prodotti offerti e da quel momento la scoperta di questa nuova eccellenza genovese corse sulla bocca di tutti. Questi cento anni di successo hanno visto l’avvicendarsi di altri grandi riconoscimenti come la menzione da parte del New York Times che l’ha inserita tra le bellezze da non perdere nella città.

I cornetti per la colazione

I cento anni della pasticceria Tagliafico

Per festeggiare questo importante traguardo è stato organizzato un fine settimana di eventi e mostre. Un vero e proprio percorso espositivo con pannelli a testimoniare e raccontare la storia della pasticceria. Tutto inizia con Giacomo Tagliafico, il pasticcere che nel 1890 si imbarcò sul transatlantico Sirio alla scoperta dell’Argentina. In questo viaggio aveva un compito ben preciso legato al mantenimento del lievito madre. Lievito che ancora oggi è al servizio della pasticceria a Genova. Giacomo lo definì il suo portafortuna e ancora oggi è conservato e impiegato nella realizzazione dei dolci preparati nel laboratorio.

Il Montebianco, una torta della Pasticceria

Racconti di famiglia legati a Genova

Tra una pausa dalla navigazione e un rientro in patria, Giacomo Tagliafico decise che ancora non era il momento di stare con le mani in mano e aprì un laboratorio in piazza del Cavalletto. Si specializzò nella produzione dei chifferi, i biscotti alle mandorle tipici di Finale Ligure, e del pandolce genovese. Nel 1923 si sposò e fu sul punto di trasferirsi definitivamente a Buenos Aires. Fu la moglie Angiolina a trattenerlo in Liguria dove aprì la pasticceria ‘La Voltrese’ nel cuore di Genova. Dal 1937, con l’arrivo in via Galata, la storia della famiglia Tagliafico si è arricchita di esperienze internazionali. La continua ricerca della perfezione ha portato l’azienda ad investire nella formazione attraverso esperienze presso pasticcerie come quella di Gaston Lenôtre e Peltier a Parigi negli anni '70 e '80. È in Francia che hanno appreso i segreti della pasticceria, spalla a spalla con un altro italiano ben conosciuto: Iginio Massari.

I mignon della Pasticceria Tagliafico

I dolci della pasticceria Tagliafico

Grazie agli studi oltralpe oggi è possibile degustare charlotte, mousse, croissant e bavaresi che ricordano gli ambienti dei cafè francesi. La famiglia Tagliafico fu la prima a importare queste specialità a Genova. Un’innovazione, allora, che è diventata una certezza. Oggi i loro pandolci sono spediti in tutto il mondo, raggiungendo persino il Madagascar. Filippo Tagliafico, responsabile della produzione della pasticceria e presidente dell’associazione Pasticcerie Fepag Fipe, sostiene che l’innovazione ai nostri giorni sta nel fare un passo indietro tornando alle origini. Il ricco banco è composto dai classici genovesi come i biscotti Lagaccio e i pandolci, ma anche dalla tradizione francese e quella dei lievitati. Molto apprezzati sono i panettoni milanesi della famiglia Tagliafico, così come la pralineria e i torroni. È nel periodo natalizio che fanno il completo sold-out. Un momento frenetico che fa pervenire ordini anche dal Sudamerica, dove molti genovesi sono migrati in passato.

La piccola pasticceria

Pasticceria Tagliafico
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento