Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Botteghe Mercati

I migliori banchi per mangiare al Mercato di Testaccio a Roma

Panini con ricette laziali, pasta espressa, smash burger, street food internazionale e fritture di pesce: la guida per orientarsi in uno dei centri gastronomici della Capitale, non solo per fare la spesa

Quali sono i migliori banchi dove mangiare al Mercato di Testaccio? Pranzare, sì, non soltanto per fare la spesa. Perché da quando ha riaperto nel 2012, il mercato romano storicamente collocato nella piazza di Testaccio si è popolato di un numero di banchi che fanno preparazioni espresse molto interessanti. Verso mezzogiorno, i suoi 5mila metri quadri si riempiono del profumo di cucine di tutti i tipi, da assaggiare sul posto oppure portare via, verso casa o la pausa pranzo in ufficio. Di seguito una guida per conoscere i box più interessanti: dai panini con le ricette romane allo street food internazionale; dagli smash burger alla pizza alla pala, passando per la cucina vegetale e le fritture di pesce.

Mastro Papone

Mastro Papone

Il box della signora Romina è specializzato in cucina di pesce, quello che arriva freschissimo dal banco di famiglia che si trova giusto a 15 metri di distanza. Cartocci di frittura (7€), ma anche primi espressi, tra paccheri calamari e pomodoro e tonnarelli con tonno alla siciliana (7€). Non mancano nemmeno i secondi, che dipendono dalla disponibilità quotidiana e sono spesso filetti alla piastra. Il baccalà fritto è un classico.

Box 96

@mastropaponetestaccio

Spiros

Spyros

Da fine 2019 al Mercato di Testaccio è arrivata anche una proposta insolita: lo street food greco di Spiros. Sembra di stare per le strade di Atene, o su un’isoletta del Mediterraneo, mentre si pranza con involtini dolmades (3,50€), la classica insalata greca (5€), una pita con gyros di pollo o maiale (6€) — disponibile anche in versione vegetariana — oppure un piatto di spiedini souvlaki (8€). Da bere, vino e birra artigianale.

Box 93

@spiros_testaccio

Food Box

Food BoxIl banco di Marco Morello — anche patron di Collettivo Gastronomico Testaccio all’ex Mattatoio, a due passi — è tutto un tributo allo street food. Certamente laziale, ma non solo. Tra le fritture fatte esclusivamente al momento finiscono fiori di zucca, filetti di baccalà, crocchette, crema, cotolette e anche i supplì d’autore dell’oste Arcangelo Dandini. Ma ci sono anche piatti completi, sempre variabili. Qualche esempio? Baccalà alla livornese, arepas venezuelane, hummus e baccalà alla veneziana. Prezzi pop.

Box 66

@foodboxroma

Toastaccio

Toastaccio

Un giro tra i quartieri romani dentro un toast 16x16 cm. Un formato notevole, col quale saziarsi facilmente in pausa pranzo. Gli ingredienti sono moltissimi e le combinazioni arrivano a una trentina, gestite dalla signora Sonia, insieme ai figli Giulia e Valerio, anche su richiesta. Il toast arriva anche con parmigiana di melanzane e polpette al sugo, ed è possibile ordinare anche un cartoccio di fritti. Come patatine (3,50€), patate a spirale, nonché pollo fritto (5€). Non manca nemmeno il dessert: french toast, naturalmente.

Box 75

@toastaccio_

Roma in Cucina

Roma in Cucina

Un banco curato dove la cucina capitolina si esprime con tutto il suo repertorio. A prezzi davvero competitivi. Tra i primi ci sono tutti i classici, tra tonnarelli cacio e pepe, amatriciana e carbonara (6€). In inverno si trova sempre una zuppa, ad esempio la minestra di ceci, fagioli o lenticchie (6€), oppure la pasta ripiena o gli gnocchi ai quattro formaggi (8€). Anche il reparto secondi è ben fornito, e prevede polpette alla cacciatora (10€), arrosto di vitello con patate (10€) e l’immancabile trippa (6€).

Le Mani in Pasta

Le Mani in Pasta

Le Mani in Pasta è un box dalla doppia anima: da un lato laboratorio e rivendita di pasta artigianale, dall’altro cucina veloce che propone i primi di casa da mangiare sul posto. L’asticella della materia prima è molto alta, con semole 100% italiane e un repertorio di grani antichi. Si trasformano in un po’ di tutto: dalle orecchiette ai tonnarelli; dai ravioli agli gnocchi, passando per fettuccine, maccheroni e tortellini. Ognuno si può ordinare già cotto e con un sughetto espresso.

Box 58

@lemaniinpasta

Altro. Pasta e Vino

Altro. Pasta e Vino

Da tenere presente anche per la consegna a domicilio, in questo banco si cucinano i prodotti del buon pastificio artigianale Renzo&Lucia, attivo dal ‘59. Insieme a una bella scelta di vino al calice, il repertorio di primi è piuttosto vasto. Sia per quanto riguarda la pasta di semola che quella all’uovo ripiena, che può essere degustata in porzione media o grande (4,90 - 6,90€). Come condimento, un semplice pomodoro e basilico, un pesto di zucchine, oppure la carbonara. Poi ravioli di zucca, salmone, oppure con farcia ai carciofi, serviti con burro e menta (8,90€). 

Box 30

@altro_pastaevino

Altro Green

Altro Green

I gestori di Altro, Pasta e Vino hanno deciso di dedicare una proposta differente alla cucina di ortaggi e frutta — siamo pur sempre al mercato — ispirandosi alle gastronomie del mondo. Al loro banco si trovano poke da comporre a piacere (8 - 16€, a seconda del formato), pad thai saltato con salmone, pollo o gamberi (5,90 - 6,90€), e ciotole di ramen, perfette in questa stagione (4,90 - 7,90€). Uno dei loro estratti freschi può accompagnare bene tutto. 

Box 77

@altro_green

Meating

Meating

Non accettare hamburger dagli sconosciuti”, recita l’insegna di questo box dedicato ai panini americani. Tuttavia di Meating ci si può fidare: per i suoi ha scelto la tipologia “smash”, ovvero quelli a base di patty con buona percentuale di grasso e rosolati per bene, schiacciati sulla piastra. C’è la versione classica con bacon, cheddar, cetriolini e cipolle caramellate, nonché ricette diverse, come il Calabrese, a base di stracciatella e ‘nduja (8€). Interessante anche lo smash burger “Old”, che prevede cipolla bianca, Edamer e salsa bbq al whisky. L’altro pezzo forte sono le polpette, anche di baccalà e con la mortadella (2€ al pezzo). 

Box 59

@meatingtestaccio

Sicché

Sicché

Chi l’avrebbe mai detto che nel pieno del Mercato di Testaccio si potesse mangiare anche un lampredotto fatto a regola d’arte? Sicché — come suggerisce il nome — è infatti un banco tutto dedicato alla cucina di strada toscana, che ha conquistato senza fatica pure i romani. Oltre al panino con stomaco di bovino stufato ci si trova la torta di ceci e la pappa al pomodoro, oltre a un assortimento di formaggi e salumi del Centro Italia da degustare su tagliere. L’accompagnamento ideale? Un calice di rosso buono.

Box 37

Casa Manco

Casa Manco

Non poteva mancare, tra l’offerta del mercato, la pizza alla pala. Quella di Casa Manco è di tipo contemporaneo, e preferisce alla croccantezza di quella più sottile la morbidezza di un impasto lievitato a lungo e dal bel cornicione. Alla base ci sono farine integrali biologiche e un centinaio d’ore di lievitazione. Il tutto è poi farcito con gli ingredienti dai banchi dei colleghi, sia freschi in purezza che cucinati. Sulla pala finiscono formaggi e salumi, ma anche pomodori confit e pecorino alla zuppa di cipolla, oppure combinazioni “gourmet” come bresaola, ricotta e fragole. Imbattibile la pizza bianca al sesamo.

Box 22

@dacasamanco

Da Corrado

Da Corrado

Un banco che non passa inosservato, e che all’ora di pranzo apparecchia con tovagliette e calici all’altezza di un buon ristorante. Da Corrado si fa una ricerca seria sulla cucina della tradizione, con ricette regionali a rischio di sparizione recuperate ed eseguite con cura. Una cucina “ritrovata”, dove capita di trovare il timballo di riso alla modicana e il baccalà alla molisana, il sartù oppure i polipetti alla luciana. Ugualmente interessante è il comparto vino, con una cantina di etichette che resistono alla produzione industriale. Un posto da frequentare per mangiar bene, e insieme scoprire tante storie di cuochi e produttori.

Box 18

@dacorrado_albanco18

Da Teo a Testaccio

Da Teo a Testaccio

Da Teo propone pinsa romana, ovvero una focaccia con un impasto da un mix di cereali. La loro è fatta con farine bio e un’alta percentuale di idratazione, per un risultato croccante, giusto per accogliere una varietà di farciture. Dalla classica patate&salsiccia al crostino al prosciutto cotto, con spazio anche per gli ingredienti di stagione, come la zucca arrostita abbinata a salumi e formaggi. Il pezzo forte? La pizza bianca farcita con porchetta di Ariccia artigianale.

Box 16

@dateo_atestaccio

Mordi&Vai

Mordi&Vai

Quello di Sergio Esposito è uno dei banchi più amati, nonché frequentati, di tutto il mercato. Diversi anni fa, la sua è stata un’intuizione geniale: non esiste piatto del repertorio laziale che non possa essere accomodato bene dentro un panino. Ha fatto ricorso al ricettario della mamma e iniziato a farcire le ciabatte con carciofi alla romana e scaglie di pecorino, trippa al sugo, polpette fritte al pomodoro. Ma anche con il celebre lesso alla picchiapò; non prima di aver intinto la pagnotta nel suo brodo. Può succedere di trovare un po’ di fila, ma ne vale decisamente la pena.

Box 15

Fb: mordievai

L’Angolo in Teglia

L’Angolo in Teglia

Pizza romana cotta esclusivamente in teglia, come tradizione (nonché il nome del box) impone. Sul banco si trova una varietà di gusti, proposti a partire da farine italiane semi integrali. Se si vuole aggiungere un antipastino, sono disponibili supplì e fritti vari; poi si tira dritto con Margherita, Capricciosa e Boscaiola. Oppure proposte più “raffinate”. Tra le quali, a volte, c’è la teglia con prosciutto patanegra, tartufo di Acqualagna, oppure al foie gras francese.

Box 02

@langolointeglia2

Ruralis

Ruralis

Ruralis nasce dalla volontà di raccogliere produttori che operano in biologico e biodinamico, prevalentemente sul territorio laziale, e ricevere ordini per la spesa tramite sito. Il tutto poi si può ritirare alla bottega in zona Portuense. Oppure assaggiare, cucinato, in questo box dentro il Mercato di Testaccio. Ortaggi, carni, formaggi e molto altro, trattati in modo semplice e serviti in un banco tutto verde e giallo. I piatti seguono ovviamente il ritmo stagionale, e si dividono ad esempio tra muffin con spinaci, ricotta e porri (4€) e zuppa di borlotti con farro e verza (7,50€). Ci sono anche la farinata di ceci con contorno di broccoletti (7€) e le polpette di carne al limone e timo (8€).

Box 3

@ruralisbio

Rosa

Rosa

Giustissima per la pausa pranzo, al Mercato di Testaccio il box 21 lavora sulla piadina. Un impasto artigianale, fatto a mano ogni giorno, poi farcito con buoni salumi e formaggi, oltre a proposte con combinazioni non scontate. Ci sono  diversi speciali del giorno, sempre diversi, che declinano la specialità romagnola in chiave locale; tra i più recenti quella con carciofo alla romana, pecorino e pancetta, oppure con crema di patate, provola e salsiccia. Tra i 5,50 e gli 8€, si trovano anche opzioni vegetariane e la ricca Quattro Stagioni, la firma della signora Rosa.

Box 21

@rosa_testaccio

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento