Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Botteghe Mercati

La piattaforma e-commerce di prodotti vegani apre il suo primo negozio a Milano

Ko.Bo. Vegan amplia il suo raggio d’azione e affianca al web il primo punto vendita fisico a Milano. E si può fermarsi a mangiare. A breve aperture anche a Roma

Nella vetrina dei piatti pronti fanno bella mostra di sé i pizzoccheri, la pizza, le lasagne al ragù ma anche gli hamburger e le crespelle. Nel display dei dolci c’è il tiramisù, la Sacher, la cheesecake e una vastissima gamma di pasticcini con crema e marmellata. Sembrerebbe la descrizione di una comune salumeria-gastronomia e invece si tratta del primo punto vendita di Ko. Bo. Vegan a Milano. Qui tutto è vegano e, a dispetto di quanti etichettano i cibi vegan come poco attrattivi per gusto e sapore, le proposte sono veramente allettanti. I sapori sono netti e pieni, i gusti precisi e riconoscibili e, non ultimo, l’aspetto è goloso.

Mangiare vegano per campare 100 anni

La famiglia Boselli

Ho una sorella celiaca, un figlio che ha intolleranze e io voglio campare 100 anni”. Così risponde Mario Boselli alla domanda sul perché, dopo 30 anni passati a lavorare con la moglie Maura nella ristorazione tradizionale, abbia deciso di dedicarsi al mondo dell’alimentazione “animal cruelty free”. Da sempre nel mondo della ristorazione, Mario, sua moglie e i figli Federico e Francesca alcuni anni fa decidono di intraprendere un’attività che affianca, alle proposte tradizionali, preparazioni senza grassi o altri derivati animali.

Dall’e-commerce alla proposta completamente vegana

Alcune torte vegane di Ko.Bo Vegan

Abbiamo visto che l’interesse era grande e non solo perché erano prodotti vegani ma perché altamente qualitativi e con grande varietà” racconta Boselli a CiboToday “Infatti, grazie a materie prime vegane di alto livello abbiamo creato dei piatti molto buoni che non hanno quasi differenza con un prodotto classico”. Visto il successo, da essere una sezione dell’offerta, la proposta vegana, nel 2022, diventa un’impresa a sé stante e nasce Ko. Bo. Vegan. Crasi dei cognomi dei titolari (Ko da Colzani cognome di Maura e Bo da Boselli) Ko.Bo Vegan opera online spedendo in Italia e all’estero.

Artigianalità, naturalità e freschezza

Il locale di Milano visto da fuori

Prima di andare online con il sito abbiamo testato per diversi mesi le ricette e le materie prime da impiegare. Abbiamo così verificato che in alcuni ingredienti c’è troppa chimica, troppa artificialità. Allora ho girato i laboratori d’Italia di materie prime e ho selezionato quelli che avevano i miei stessi principi e che davano valore a ciò in cui credo anch’io: la famiglia, la genuinità, la naturalità, l’artigianalità e il credere nel prodotto. In un primo periodo, visto che noi abbiamo sede a Seregno mi sono focalizzato nella zona della Brianza e della Lombardia, poi ho ampliato il mio raggio d’azione a tutto il nord-centro Italia”.

Le alternative vegetali al formaggio in vendita da Ko.Bo

I formaggi vegetali, per esempio, arrivano da due aziende giovani Fermaggio e CashewFicio. La prima, dei fratelli Manfredi e Timoteo Rondina, è di Cave vicino Roma e oltre a fornire mozzarelle, formaggi plant based blu e affumicati vende a Ko.Bo. Vegan anche affettati come il prosciutto a base di glutine di frumento e farina di lupini. Dal CashewFicio di Genova arrivano le Cashewttine, prodotte artigianalmente a partire da frutta secca naturale lavorata con particolari tecniche di fermentazione che le arricchiscono di fermenti probiotici vivi e di sostanze benefiche per l’organismo.

I panettoni vegani di Ko.Bo Vegan

Oltre alle Cashewttine, fresche e semi stagionate, da Ko.Bo. Vegan si trovano anche i cremosi Squaquino e Stracciabella fino ai formaggi più pregiati e particolari con le muffe. Buona anche l’offerta di vini vegan che va dalle bollicine di Perlage di Farra di Soligo (Treviso) ai fermi di Tenuta Casablanca di Murlo (Siena). Oggi il catalogo di Ko.Bo. Vegan comprende, oltre ai prodotti freschi e conservati, 30 preparati di gastronomia e 60 di pasticceria.

Dal web al franchising: nuove aperture a Roma e in Italia

Alcuni dolci vegani dal reparto pasticceria

Forti di una crescita di fatturato dell’8%, a dicembre dello scorso anno Ko.Bo. Vegan fa un salto fuori dal web e apre a Milano, in via Pastrengo 7, il suo primo locale. Oltre che punto vendita di prodotti e piatti pronti, da Ko.Bo. Vegan Milano ci si può fermare per un pranzo veloce mentre dalla bella stagione sarà attivo anche un grazioso dehors. “L’idea che sta alla base di questa apertura è di creare una catena di franchising. Abbiamo già diverse richieste non solo dall’Italia. La prossima apertura sarà a breve a Roma a cui ne seguiranno altre. Stiamo proponendo ai nostri rivenditori sul territorio di trasformare i loro negozi in punti vendita Ko.Bo. Vegan e per il momento abbiamo ottenuto un grande interesse”.

Ko.Bo Vegan
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento