Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cocktail Bar

Il miglior cocktail bar di Viterbo si trova in una loggia medievale

Aperto lo scorso ottobre 2023 dai trentenni Nico Sacco e Andrea Ragonesi, Piazza Ospitalità Locale è già l’indirizzo di riferimento in città. Drink beverini e super colorati, 150 tipi di agave diversi, proposta food in abbinamento, musica e tantissimi eventi

Piazza Ospitalità Locale è il nuovo cocktail bar aperto da ottobre 2023 in Piazza della Morte a Viterbo. Nonostante il toponimo poco felice, il locale dei trentenni Nico Sacco e Andrea Ragonesi, ha sicuramente dato nuova vita questo angolo del centro. E come se non bastasse, si trova ospitato all’interno di una suggestiva loggia del 1200 sebbene ricostruita negli anni del Fascismo.

Nico Sacco e Andrea Ragonesi di Piazza ospitalità Locale

Il progetto del cocktail bar Piazza Ospitalità Locale a Viterbo

Il progetto di Piazza è il frutto della collaborazione tra due giovani soci: Nico Sacco, imprenditore e bartender - 4 anni a Roma da Romeo di Cristina Bowerman, responsabile del bar di Gianfranco Vissani, ha lanciato Lab a Viterbo e poi in forze al Dem di Pavia - originario di Acquapendente, e Andrea Ragonesi, viterbese che ha sempre lavorato nella ristorazione come venditore di salumi. "Ci siamo incontrati al bancone di un bar di Viterbo", racconta Nico a CiboToday, "lui era un cliente e io lavoravo come bartender. Abbiamo scherzato sul fatto di aprire un locale insieme. Dopo sei mesi abbiamo inaugurato Piazza". E i due sono riusciti a rilevare il locale più centrale della città – che era già cocktail bar - all’interno di un loggiato in stile medievale.

Il bancone di Piazza Ospitalità Locale

Lo spirito con cui è nata Piazza Ospitalità Locale

"Abbiamo scelto il nome Piazza partendo dall’etimologia della parola, con l'ambizione di ridare vita a quello che era sempre stato un luogo di ritrovo. Vogliamo che sia un posto per tutti, dove poter bere e mangiare bene". Ospitalità Locale invece, perché oltre alla proposta di qualità, Piazza mette in prima linea proprio l’accoglienza. Il progetto di Nico e Andrea nasce lo scorso autunno come format incentrato su miscelazione e gastronomia. “La miscelazione è il nostro punto di forza ma non abbiamo limiti. Per me l’abbinamento gastronomico è la base per poter bere un drink, anzi per poterne bere due. Crediamo che un cocktail bar senza una proposta food abbia vita breve, soprattutto in una città che non è né Roma né Milano”.

Andrea Ragonesi

Cosa si beve e cosa si mangia da Piazza

Per la parte di mixology si può scegliere tra 12 signature cocktail, di cui quattro sono analcolici a base di tè ed estratti. Poi tutta la miscelazione classica, grazie a una bottigliera super fornita e incentrata sulle agavi di cui Nico è appassionato. “Ne abbiamo circa 150 e in carta propongo quattro signature a base di questo distillato. Vedo che c’è sempre più curiosità, secondo me prenderà il posto del gin. Almeno lo spero”. La carta è studiata su prodotti di stagione e i drink sono tutti piuttosto minimal: non escono mai con dei garnish, piuttosto puntano su colori intensi, bicchieri particolari, un bel ghiaccio e profumi attraenti. In coerenza con le tendenze attuali sono quasi tutti a basso tenore alcolico: “li definirei leggermente alcolici, molto beverini e rinfrescanti, di solito con una bolla. Questo ti permette di berne più di uno”.

Il menu cambia almeno tre volte all’anno in base a stagionalità. Quello attuale è ispirato alla musica dance Anni '90. Chi (non in una sera!) beve tutti i cocktail di Piazza Mania Drinks si porta a casa anche il cd che contiene le ricette. Tra questi il Tell me why, con Vodka Altamura, Laphroaig 10 e caramello salato, La banana con Rum Santa Teresa 1796, Alpenliebe, banana du Brasil e latte, oppure L’Amour Toujours con Suntory Whisky Toki, Jim Beam Whiskey e mela verde. L'offerta gastronomica curata da Andrea non è da meno, con una selezione di salumi, formaggi e sott’oli locali. Il menu include anche hot dog con pane alle patate e wurstel artigianali, maritozzi salati – con pesce, pulled pork o manzo – polpettine, tramezzini e altri sfizi.

Nico Sacco dietro il bancone

Piazza Ospitalità Locale: una realtà in fermento con eventi e tante idee per il futuro

Una parte rilevante dell’offerta di Piazza sono dagli eventi. Diversi i format fissi, tra cui il “Tela Bevi” (20€, compreso di tela, cibo e cocktail) dove i clienti dipingono su una tela e loro ti abbinano un cocktail ispirato al disegno. Oppure serate con musica dal vivo, degustazioni coi produttori, e una volta al mese “Pizza e cocktail” con Mister Grezzo – The best pizza in Tuscia, un pizzaiolo a domicilio molto conosciuto nella zona. Con l’arrivo dell’estate hanno lanciato il “Dopo Sole”, un ritrovo post weekend di mare con pizza in teglia, cocktail e djset, per non tornare alla routine troppo in fretta. A settembre partiranno con il brunch della domenica.

La drink list dell'estate 2024 formato cd

Ma Piazza non si ferma qui. dopo neanche un anno, i soci hanno in mente di espandersi. "Sto per aprire ad Acquapendente una specie di vineria - salumeria con vendita di vini, aperitivi, panini e drink alla spina. Si chiamerà Piazza Alimentari", rivela il bartender. "Mentre con Andrea stiamo lavorando a un concept di street food per Viterbo che vorremmo concretizzare entro l’autunno". Obiettivo? Diversificare l'offerta e continuare a innovare.

Piazza Ospitalità Locale

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento