Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Guide

Mangiare e bere a Bologna con i consigli di Paolo Fresu

Il grande jazzista racconta l’ultimo album dedicato al cibo e svela i suoi posti preferiti per mangiare e bere bene

Il compositore e trombettista Paolo Fresu di cibo ne sa qualcosa. Tanto da aver chiamato il suo ultimo album — realizzato a quattro mani con il musicista Omar Sosa — proprio Food. In particolare se ne intende di Bologna, città dove ha messo radici dopo aver lasciato la Sardegna. Scommettiamo che, oltre al fascino di Piazza Maggiore e dei chilometrici portici, ci ha messo lo zampino anche la sua sontuosa gastronomia? Gli abbiamo chiesto quali sono i suoi posti preferiti per mangiare e bere bene.

Paolo Fresu e Omar Sosa, ph. Roberto Cifarelli

Chi è Paolo Fresu

Originario di Berchidda, il paese nella campagna sarda in provincia di Sassari dove è nato nel 1961, Fresu ha iniziato a suonare appena 11enne. Dalla banda di paese al conservatorio, poi la scoperta folgorante del jazz, di cui oggi è esponente di caratura mondiale. È stato durante una pausa imprevista al ritorno da un concerto in Svizzera che si è innamorato del capoluogo emiliano, decidendo, in poche ore, di fermarsi a studiare. La musica è per lui una missione personale e collettiva: nel 2010 ha fondato la sua etichetta discografica Tŭk Music, presiede festival musicali in varie città italiane ed è votato alla collaborazione con altri artisti. Del campo musicale, e non solo.

Paolo Fresu e i fratelli Aloe, ph. Michela Sartini

Cibo e musica

L’album Food è frutto di “un intero anno in cui abbiamo registrato suoni di cantine e ristoranti, oltre le voci di chi in questi luoghi lavora”, spiega il musicista. “Suoni meccanici di presse e delicati tintinnii di calici, l’olio che frigge, il vino versato in un bicchiere o un coltello che taglia una carota, oltre alle voci narranti in lingua italiana, sarda, friulana, spagnola, francese, inglese, giapponese. Sono i racconti di ricette, ambientazioni culinarie e socialità. Tutto ciò diventa la colonna sonora di Food, laddove i suoni, debitamente tagliati, equalizzati e messi in loop, fanno da basi per le varie composizioni”.

Paolo Fresu con i fratelli Aloe da Berberè

Un progetto particolare che ha trovato una prima casa (o auditorium) all’interno delle pizzerie del gruppo Berberè di Matteo e Salvatore Aloe. Come mai? Perché la musica, dopo la pizza, è la grande passione dei fratelli che contano 15 locali italiani e 2 a Londra, nei quali è sempre on air la web radio Pizza or Vinyl. Mentre fino al 19 maggio Food è stato eseguito in anteprima in due momenti del servizio quotidiano — un concerto in pizzeria? Perché no — in seguito l’album entrerà a pieno regime nella programmazione quotidiana che permette ai clienti ascoltare ottima musica mentre gustano la loro pizza.

Dove mangia a Bologna Paolo Fresu

Se la colazione per il musicista è una questione domestica — “a dire il vero non la faccio, se non in piedi in cucina con un espresso veloce (redarguito da mia moglie!)”, ci confida — per il resto della giornata ha alcune insegne del cuore. Tagliatelle e tortellini? A dire il vero no. Ecco dove mangia (e beve) Paolo Fresu.

Pranzo: Yuzuya

“A pranzo vado spesso alla trattoria giapponese Yuzuya. Prende il nome dallo yuzu, un agrume giapponese utilizzato in gastronomia per condire e aromatizzare molti piatti. Delizioso. La loro cucina è molto varia, perfetta per scoprire la tradizione del Sol Levante fuori dai classici sushi e sashimi… Soprattutto, è un luogo dove vanno a mangiare i giapponesi. E questo è sempre un buon segno”.

Ristorante Yuzuya

Via Nicolò dall’Arca, 1/I-L 

0510415021

@yuzuyabologna

Gelato: Cremeria Funivia

Questa gelateria si trova un po’ fuori mano, ma ne vale assolutamente la pena. Il mio gusto preferito? Il pistacchio. Ma anche il loro cioccolato al rum, che merita una menzione speciale”.

Il gelato al pistacchio della Cremeria Funivia

Via Porrettana, 158

0516145062

@cremeriafunivia

Aperitivo: Enoteca Zampa

“Devo dire la verità: l’aperitivo di solito preferisco farlo a casa, visto che ci sto molto poco. E spesso diventa un’occasione per condividere il tempo con gli amici. In città, però, il mio punto di riferimento è Zampa. Un’enoteca con un’ottima scelta di vini — il loro prosciutto al coltello, inoltre, è sublime — e una clientela eterogenea: dagli studenti ai professionisti in carriera”.

Enoteca Zampa

Via Andrea Costa, 127a
051432931

@Enoteca Zampa

Cena: Berberè

“Alla pizzeria Berberè di Castel Maggiore — a pochi chilometri dal centro di Bologna — ci si sente a casa. La qualità e la ricerca che fanno sui lievitati e le materie prime è fondamentale, ma l’accoglienza e il livello del servizio, per me, fanno tutta la differenza. E poi, dove la trovi un’altra pizzeria in cui si ascolta della musica così bella?”

La pizza di Berberè, ph. Alberto Blasetti

Via Pio La Torre, 4b — Castel Maggiore

051705715

@berberepizzeria

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento