Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Pizzerie

Il super pizzaiolo Franco Pepe apre dentro un resort in Sardegna e parla del futuro della pizza

Il pluripremiato pizzaiolo di Caiazzo porta la sua pizza anche in Sardegna. Spazio by Franco Pepe apre a bordo piscina del 7Pines Resort a Baja Sardinia, a due passi dalla Costa Smeralda. Siamo stati a provare le pizze

In Sardegna, a due passi dall’esclusiva Costa Smeralda, si apre un nuovo capitolo della pizza grazie all’arrivo di Franco Pepe. In poco più di 10 anni, è riuscito a rivoluzionare un intero territorio, quello dell’Alto Casertano, con la sua pizzeria Pepe in Grani a Caiazzo, un piccolissimo paesino di 5000 abitanti in provincia di Caserta. E continua a promuovere la sua terra portando la sua pizza in giro per l'Italia. La prima consulenza è stata quella all’interno dell’Albereta in Franciacorta avviata nel 2017 e tutt’ora molto prospera, poi Proxima del San Barbato Resort di Lavello, in Basilicata, con la famiglia Iaccarino. Dal 4 maggio, dopo le aperture temporanee all’interno di grandi alberghi come nel caso del Belmond Cipriani di Venezia, la sua pizza è arrivata anche sulla tavola del 7Pines Resort di Baja Sardinia.

Il 7Pines Resort a Baja Sardinia visto dall'alto

Il 7Pines Resort a Baja Sardinia

Aperto nel 2022 e situato lungo la costa nord-orientale dell’isola, a Baja Sardinia, il 7Pines Resort Sardinia è un'oasi di tranquillità immersa in 15 ettari di macchia mediterranea, affacciata sul mare ma a soli 10 km da Porto Cervo. Come primo affiliato Hyatt in Sardegna e il secondo Destination by Hyatt in Europa (dopo il 7Pines Resort Ibiza), vanta una speciale identità. Incarna il concetto di "laid-back luxury", offrendo un lusso rilassato e informale, una filosofia di ospitalità totalmente nuova per questa destinazione. Con una posizione privilegiata di fronte all'arcipelago di La Maddalena, il resort vanta una spiaggia principale e quattro calette private.

La struttura ospita 75 camere per un totale di 150 ospiti che hanno a loro disposizione tantissimi servizi: due piscine, una spa, campi per tennis, padel e basket, una palestra, un kids club e ben sei outlet gastronomici. Tre bar tra cui Capogiro Rooftop, Capogiro Bar e Spazio Pool Bar. E i tre ristoranti Capogiro, il fine dining aperto solo a cena con proposta curata dallo chef Pasquale D’Ambrosio, il Cone Club sulla spiaggia e l’ultimissimo arrivato Spazio by Franco Pepe. “Siamo felici di accogliere Franco Pepe al 7Pines Resort Sardinia” racconta Vito Spalluto, Managing Director del resort “non solo perché è il miglior pizzaiolo al mondo, ma per la sua capacità di valorizzare un territorio, i suoi prodotti e la sua gente. La stessa missione che portiamo avanti qui al 7Pines, dove offriamo un’ospitalità profondamente legata alla destinazione che ci ospita”.

Franco Pepe con il Managing Director Vito Spalluto e lo chef Pasquale D'ambrosio

L’apertura di Spazio By Franco Pepe al 7Pines Resort Sardinia

Spazio by Franco Pepe si trova nell’area verde che circonda la piscina e a pochi metri dal piccolo orto del resort. Una struttura moderna con pareti trasparenti, travi in legno, soffitto e lampade ricoperte di bambù e una grande veranda esterna. Ma com’è nata questa collaborazione? L’abbiamo chiesto direttamente a Franco Pepe: “da una chiacchierata con un amico, Filippo Polidori, mangiando un panino nella stazione di Milano. Lui voleva portarmi qui. Ho visto il luogo e ho capito che oltre all’unicità della location c’era un bel progetto dietro. Inoltre, mi sono trovato subito in sintonia con il direttore Vito Spalluto e lo chef Pasquale D’Ambrosio. Entrare con la pizza in un contesto del genere, e in un territorio dove non ero ancora mai arrivato, mi stimolava tantissimo”.

La sala di Spazio by Franco Pepe

Il menu e i prezzi di Spazio by Franco Pepe

Il menu di Spazio by Franco Pepe si compone di alcuni grandi classici del maestro (20-26€): il Calzone fritto con ricotta di bufala campana Dop, scamorza affumicata, salame e pepe, Sensazione di Costiera, l’iconica Margherita Sbagliata, Scarpetta, Memento, Porkaserta e La Ritrovata. L’incontro tra Franco Pepe e la Sardegna si concretizza in particolar modo in una pizza dedicata al territorio e ai suoi prodotti, studiata insieme allo chef Pasquale D’Ambrosio: Senti-menti di Gallura con fior di latte affumicato, carciofo spinoso sardo, carpaccio di bue rosso, olive scabecciu, olio al finocchio di mare, aria di pecorino sardo Dop.

È bellissimo interpretare il territorio. Non solo porto le pizze iconiche di Pepe in Grani e i sapori dell’Alto Casertano, ma vado ad esplorare i territori”. Durante l’estate l’offerta si amplierà con altre ricette e verrà inserito un menu degustazione. Per poter replicare la sua pizza con successo Pepe ha lavorato molto sugli impasti: “ho studiato l’ambiente e il territorio dove andavo a portare il mio prodotto. Ho sperimentato sugli impasti e adattato la mia ricetta”. In abbinamento una selezione di vini, dpve si punta molto su Champagne e bollicine. Come dessert seadas, tiramisù e una selezione di gelati e sorbetti (16€).

Franco Pepe mentre prepara la pizza

Il futuro della pizza secondo Franco Pepe

Parlando di progetti futuri Franco Pepe ci ha anticipato che adesso è molto concentrato sui due nuovi pop up; infatti, oltre all’apertura in terra sarda, dal 1 giugno la sua pizza si troverà anche all’interno dell'hotel Capri Palace Jumeirah. Quando mi butto in un nuovo progetto cerco sempre qualcosa che possa avere una continuità. Questi progetti mirati sono importanti perché portano gente a Caiazzo”. E rimanendo in tema di futuro, qual è quello del mondo pizza? “Per me il futuro sta nel trasmettere i saperi. Dobbiamo creare i presupposti affinché il pizzaiolo diventi una figura riconosciuta dalle istituzioni. Bisogna sfatare il mito che c’è una ricetta magica per fare la pizza. Oggi per fare una buona pizza servono le competenze e quindi dobbiamo insegnare ai giovani le tecniche e la conoscenza delle materie prime. Solo con le competenze la pizza avrà un futuro”.

La pizza da Spazio by Franco Pepe

Per Pepe la pizza perfetta non esiste ma è necessario lavorare su due fattori imprescindibili: “deve regalare un’emozione al palato e deve essere digeribile”. E la sua risponde a entrambi questi requisiti a pieno titolo. Inoltre, dietro la sua c’è anche tutto uno studio scientifico di bilanciamento dei macronutrienti – carboidrati, proteine e lipidi – e della fibra alimentare che appunto facilitano la digestione. “Infine, nonostante il costo della materia prima, deve avere un costo giusto perché non dobbiamo snaturare l’identità della pizza come cibo popolare. Io continuo a portare oltre 10mila persone al mese nella mia pizzeria perché non ho alzato i prezzi”.

7Pines Resort Sardinia

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento