Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Ristoranti

A Nepi tra Roma e Viterbo l’ottimo bar ristorante da scovare nel distributore di benzina

Giuseppe Piacenti vuole trasformare il concetto di area di servizio. Nel 2021 ha aperto Fluido, bar e ristorante del distributore di benzina CP di Nepi con cibo di qualità. Brioche e torte fatte in casa, pasta fresca, piatti espressi e cocktail

Niko Romito non è l’unico a unire cibo buono e gustoso al concetto di ristorazione su strada. Anzi ha dato l’input a una tendenza, seppur ancora molto embrionale, che potrebbe rivoluzionare le banali stazioni di servizio. Bagni non pulitissimi, cibo mediocre e prezzi piuttosto alti in rapporto alla qualità. Ma per fortuna in Italia, oltre al format dello chef ALT Stazione del Gusto ideato nel 2018 - che dopo aver firmato la collaborazione con Eni sta iniziando ad aprire i primi punti di ristoro - germinano dei progetti indipendenti. Vi abbiamo già parlato dell’incredibile Cantina Antisociale, un’enoteca con 1200 bottiglie rarissime dentro un benzinaio nelle Marche. Fluido invece, è il bar con cucina che Giuseppe Piacenti ha aperto nel 2021 nella stazione di servizio CPower di Cancellieri Carburanti a Nepi (la provincia di Viterbo è curiosamente disseminata di micro brand privati di benzina, come se avesse deciso di fare una resistenza alle grandi sorelle del petrolio).

La sala di Fluido

Il progetto di Fluido, il bar con cucina nell’area di servizio a Nepi

Fluido ha aperto nel 2021 nell’area di servizio al km 3,700 della via Nepesina, a qualche chilometro da Nepi, in provincia di Viterbo. Dietro tutto il progetto c’è Giuseppe Piacenti, trentenne del posto, proveniente da una famiglia di ristoratori da generazioni. “La mia bisnonna è stata tra i primi a portare la ristorazione a Nepi negli Anni ‘40. E nel 1953 aprì il suo bar - ristorante”, racconta a CiboToday. I suoi genitori gestiscono ancora questo storico locale nel centro storico, dove è cresciuto Giuseppe. “Lavorare con i genitori non è semplice, quindi poi ho deciso di staccarmi e prendere la mia strada”. Una decisione maturata a cavallo con il periodo del Covid, dopo essere tornato da un paio di anni a Londra. Questo si concretizza dall’incontro con Cancellieri, azienda da oltre 60 anni nella distribuzione di prodotti petroliferi, con una quindicina di stazioni di servizio soprattutto nel viterbese. “Hanno creduto nel mio progetto e mi hanno affidato la gestione. Abbiamo tardato un po’ con l’apertura causa pandemia”.

Fluido_ il bar con cucina dentro un’area di servizio a Nepi-2

Il format di Fluido area di servizio

Fluido è un bar-ristorante con cucina espressa, aperto tutti i giorni dalle 5 di mattina fino alle 22. Una struttura in fibra di cemento grigio funzionale anche dal punto di vista energetico, in modo da ridurre l’impatto ambientale. Ma aldilà di come può apparire all’esterno, una volta entrati si apre un mondo: 150 metri quadri che possono accogliere un’ottantina di persone tra dentro e fuori. “Si chiama Fluido, che letteralmente vuol dire un qualcosa di scorrevole. Ecco noi ai clienti vogliamo offrire fluidità: un servizio di qualità ma veloce, semplice e funzionale”.

Gli interni di Fluido

La filosofia di Fluido: “vogliamo rivoluzionare il concetto di stazione di servizio”

“La mia idea parte dal fatto di fare rivoluzione sul concetto un po’ stantìo di stazione di servizio”. Come? “Spazio curato, personale formato, bagni sempre pulitissimi e un’offerta gastronomica di qualità, sia a livello di materie prime che di proposte”, spiega Giuseppe. Lo scopo della progettazione è quello di creare un nuovo spazio di aggregazione, non più finalizzato al solo consumo di passaggio. Ma all’inizio non è stato semplice svincolarsi dall’idea della classica stazione di servizio. “Da fuori il locale è un po’ particolare, sembra un po’ nordico con il cemento e la resina. C’era il pregiudizio di chi pensava che avessimo la pasta congelata come gli altri, mentre la facciamo fresca tutte le mattine, e di chi invece cercava qualcosa di più spartano. Ci hanno messo un anno per capire”. Adesso, hanno i loro clienti fissi, perlopiù lavoratori che si fermano per colazione o per la pausa pranzo. “Facciamo fuori 3 kg di caffè ogni mattina, 50-60 coperti a pranzo, viaggiamo sulle 300 persone al giorno. Infatti, sono partito da solo e adesso siamo 15”.

La carbonara di Fluido

La proposta gastronomica di Fluido a Nepi

Essendo aperto tutto il giorno, Fluido offre una proposta per ogni momento della giornata. Si parte dalla colazione con brioche, biscotti e piccola pasticceria come brownies, cheesecake, tortini vegani e muffin, tutto fatto in casa. Anche sulla parte di caffetteria c’è una certa attenzione, “in futuro potremmo pensare anche al caffè specialty”, per adesso hanno l’Alteco bio di Lavazza. “E poi abbiamo almeno 15 tipi diversi di latte, praticamente tutti quelli sul mercato: dal normale al senza lattosio, dalla bevanda di riso a quella di cocco”. Per la pausa pranzo invece, ci si sposta su antipasti (6€), tra cui taglieri, hummus, acquacotta nepesina e bruschette. Poi ci sono i classici primi della cucina romana espressi (10€), più una proposta del giorno.

Le monoporzioni di Fluido

Tutti fatti con prodotti ricercati e locali, appuntati su menu, come le uova dell’Avicola Pellegrini e lo zafferano di Nepi. Tra i secondi (10-18€) polpette al sugo, entrecôte, tagliate contorni. Infine, i piatti unici (12€), delle specie di bowl con base riso basmati, riso nero o cous cous con diversi topping, dal salmone al pollo, dalle polpette alla zucca al forno e feta. La domenica in dei periodi propongono anche una formula brunch. “Il prossimo passo è portare gente anche per l’aperitivo e il dopocena con djset. Da qualche mese è arrivata una bravissima bartender con cui abbiamo costruito una cocktail list piuttosto ricercata con distillati di livello”. L’idea è quella di provare a esportare questo format anche in altre aree di servizio del gruppo. “Questo progetto è stata una sfida con me stesso”.

Fluido

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento