Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Street food

Apre a Roma il locale di street food che mette l’alta cucina francese nei panini

I proprietari del bistrot e boulangerie Le Carré Français inaugurano Il Parigino, una panineria da asporto ai Parioli. Pane da farine francesi e farciture di boeuf bourguignon, blanquette di vitello e tartiflette. Ma anche panini dolci

Se a Roma, da nove anni, è possibile godersi un pasto sentendosi in tutto e per tutto a Parigi, oppure fare la spesa come in una bottega bretone, il merito è di Le Carré Français. Dai fondatori della piccola enclave transalpina nel Rione Prati ora nasce un locale diverso, che punta sul cibo da strada, ma in versione inevitabilmente “gourmet”. Si chiama Il Parigino, inaugura giovedì 22 febbraio 2024 al quartiere Parioli, e promette di farcire i suoi panini di boeuf bourguignon, blanquette di vitella e tartiflette; e non solo. Il racconto in anteprima.

Le Carré Français, Roma

Le Carré Français, primo bistrot e boulangerie francese a Roma

È il 2015 quando il bretone Jildaz Mahé pensa di imbarcarsi in un progetto insolito. Appassionato gastronomo, devia da una carriera nel campo di editoria e tv — pur incentrata sulla ristorazione e lifestyle — per portare a Roma qualcosa che effettivamente mancava. Il suo Le Carré Français apre i battenti a due passi dal Palazzaccio, in un locale di oltre 600 metri su due livelli aperto da mattina a sera. Dalla colazione con lievitati e viennoiserie al pranzo (o la cena) a base di escargot, foie gras e soupe à l’oignon, poi tartare, bourguignonne di manzo e crêpes bretoni. Il personale francese e le materie prime quasi del tutto d’importazione garantiscono la fedeltà delle ricette.

Preparazione delle crêpe di Le Carré Français

Ma il suo posto lo immagina anche come un mercato, dove dare un’occhiata alla cantina, di Champagne e altre etichette, nonché al bancone di formaggi, terrines e conserve da vari angoli dell’Esagono. Il Bistrot de La Place arriva a maggio 2023; un posto più raccolto, ma sempre con possibilità dal brunch alla cena e anche per piccole compere, avviato con l’avvocato e imprenditore Giorgio Fanfani. Si trova ai Parioli, e proprio lì di fianco è quasi tutto pronto per la nuova panineria.

Il dehors del Bistrot de la Place, adiacente al nuovo Il Parigino

La nuova panineria francese Il Parigino

Un localino tra Viale Parioli e Piazza Santiago del Cile, dove ordinare da asporto oppure accomodarsi, appunto, ai tavolini del vicinissimo Bistrot de La Place. “L’idea è quella del panino romano preparato sul momento”, raccontano i fondatori a CiboToday, “dove il pane ha un ruolo centrale, a prescindere che il ripieno sia a base di carne, pesce o verdure”. Mentre le immagini in anteprima dei panini dichiarano l’ispirazione alle orami celebri “tasche” del Trapizzino firmato Stefano Callegari, le farciture parlano del tutto francese.

Alcuni panini de Il Parigino

Partiamo dal pane: fatto in casa da artigiani boulanger con farine di uno storico mulino a Nord di Parigi. Si troverà in diverse versioni, tra le quali quello scuro e profumato di cereali tipico del Nord del Paese. E anche in una particolare interpretazione dolce, che diremo. Oltre che per la pausa pranzo o la merenda da asporto — o perché no la colazione; Il Parigino resterà aperto tra le 8 di mattina e le 8 di sera — un angolo del negozio è convertito a mini “boutique”, con decine di pani dai forni de Le Carré Français, croissant, dolci e referenze di gastronomia.

Formaggi francesi di Le Carré Français e Il Parigino

Cosa si mangia e quanto si spende da Il Parigino

Il Parigino (al maschile) sarà disponibile salato con una varietà di ricette d’Oltralpe, anche piuttosto elaborate. Dal manzo bourguignon — con guancia brasata al vino di Borgogna — alla blanquette di vitella, la noce in lunga cottura con crema di latte, limone, funghi e carote. Nei panini finiscono anche tartiflette di formaggio fuso e patate nonché la ratatouille di verdure con uova, come opzioni vegetariane (6,50 — 8,50€, per l’asporto).

I lievitati di Le Carré Français

La “Parigina" invece sarà spiccatamente dolce, con un impasto di pasticceria viennese leggermente burroso, da riempire in vari modi. Oltre ai veri e propri panini, al Parigino si troveranno pure interpretazioni particolari, come i croissant farciti, gli choux salati (in formato extra large) e viennoiserie dolce in versione sandwich (i dolci costano tra i 2,90 e i 6€). 

Il Parigino

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre a Roma il locale di street food che mette l’alta cucina francese nei panini

CiboToday è in caricamento