Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Street food

Il miglior street food d’Italia viene da Torino. Ed è vegano

Appena terminate le finali dell’European Street Food Awards. A vincere è la proposta a base vegetale di Van Ver Burger direttamente da Torino

Qual è il miglior cibo di strada italiano? Ce lo dice l’European Street Food Awards 2023 che nel weekend del 16, 17, 18 giugno ha dato il via alla sfida tra i più gustosi food truck italiani. L’appuntamento a San Pellegrino Terme, in provincia di Bergamo, per decretare come vincitore Van Ver Burger da Torino, un van che fa burger e panini plant based. “Il perfetto connubio tra la voglia di essere più sostenibili e il piacere di mangiare con gusto”, tra i motivi del successo. Un primo posto che sa di futuro e voglia di guardare oltre i classici stereotipi sul cibo di strada, che oggi si evolve e contempla diete e stili alimentari differenti. Al secondo posto Rock Burger, sempre da Torino, e al terzo Fumetto, food truck proveniente da Brescia sempre dedicato alla carne. E ora si va dritti in Germania, a Monaco, per disputare la finale europea a fine settembre. 

Van Ver Burger, dopo la premiazione

European Street Food Awards 2023: l’evento e come funziona

Si tratta della più grande competizione riservata ai fuoriclasse del cibo di strada, quasi fosse una Michelin goliardica e verace che gira il mondo per scoprire i più talentuosi trucker. Fondata nel 2017 da Richard Johnson, giornalista e autore del best-seller “Street Food Revolution” e conduttore di vari format tematici targati BBC, l’European Street Food Awards è arrivato anche in Italia per passare in rassegna una miriade di cibi regionali, etnici e gourmet su quattro ruote. E si è affidato per il quinto anno consecutivo a Eatinero – organizzatori di eventi e catering con food truck - per la selezione dei migliori in Italia. 

European Street Food Awards 2023: Van Ver Burger

Dietro questo piccolo truck due cuochi, Pasquale Digiglio e Daniele Paradisi, che dopo aver “spadellato in tutta Italia”, decidono di iniziare l’avventura su ruote. “Facciamo burger e piatti con ingredienti vegetali e a basso impatto ambientale. Proponiamo una cucina emozionale, bilanciata, basata su uno studio degli ingredienti e quanto più possibile sulla stagionalità. Siamo convinti che si possa mangiare con etica e consapevolezza, senza rinunciare a ricette appaganti”. Un modo divertente, appassionato e molto dinamico di veicolare la cucina vegana e cruelty free. Ricette che riprendono i grandi panini del mondo come il Po’ Boy - da poor boy (ragazzo povero) – un caposaldo della cucina della Louisiana (Stati Uniti d’America) con pollo ma in versione plant; o il Bibicù, con pulled pork stracotto in salsa BBQ ma interamente vegetale.

A decretare i vincitori la giuria costituita da Alessandro Scanzi, assessore al turismo del Comune di San Pellegrino Terme, Marcello Ferrarini, street chef e conduttore del programma "Senza glutine con gusto” su Gambero Rosso Channel, Luca Imberti, titolare dei Ristoranti Cicero di Soncino (CR), Siseroshi di Scarpizzolo (BS) e del food truck Pedro e Sara Fracassetti, food writer. Anche il pubblico ha potuto dire la sua con il premio People’s Choice, infatti ogni consumazione garantiva il diritto al voto indicando la propria preferenza su una cartolina. A vincere il secondo classificato, Rock Burger sempre da Torino: i suoi panini di tradizione piemontese e soprattutto langarola hanno convinto i clienti della manifestazione. E ora non resta che attendere la finale a Monaco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento