Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Dove Mangiare

Le 5 migliori trattorie storiche della Romagna

Generosa cucina della tradizione e culto della convivialità. Un itinerario tra insegne storiche sulle colline romagnole ai confini con la Toscana con i consigli del ristoratore Fausto Fratti

Dove mangiare in Romagna nell’entroterra e sui colli? Le colline e i passi a pochi chilometri dal litorale romagnolo sono un mosaico di valli poco contaminate e colline punteggiate da borghi antichi e piccole gemme archeologiche, che i turisti spesso ignorano. E non solo. Qui la cucina della tradizione — quella generosa, sana e genuina — si sostiene sul lavoro di produttori eccellenti; contadini, allevatori e vignaioli che permettono il lavoro di trattorie e osterie che sono sempre una garanzia.

Santarcangelo di Romagna, ph. Travel Emilia Romagna

Abbiamo chiesto a Fausto Fratti — responsabile per decenni della storica tavola dell’Osteria del Povero Diavolo a Poggio Torriana, in provincia di Rimini, e oggi organizzatore di eventi gastronomici, come Spessore e La Collina dei Piaceri — di segnalarci le sue preferite. Ci aveva già pensato nel 2022 con “ilmartedintrattoria” a metterne insieme 5, figlie di storie famigliari longeve (la più “giovane” ha 60 anni!) e soprattutto votate a “calore e familiarità, vicinanza e informalità. Cucine domestiche che diventano pubblico luogo d’incontro e convivialità per chi le frequenta”. Ve le raccontiamo qui, in un itinerario dall’entroterra riminese fino alla prima provincia di Arezzo, in territori che sono sempre stati di confine ma, soprattutto, di contatto.

Ristorante Zaghini a Santarcangelo di Romagna — Rimini

Il borgo di Santarcangelo è una gemma ancora perlopiù sconosciuta ai turisti che frequentano le spiagge della vicina Rimini, distante una decina di chilometri in linea d’aria. Tra palazzi nobiliari, piccole dimore borghigiane, vicoli e piazzette, qui è aperta dal lontano 1895 una trattoria genuina e sincera, con sede inizialmente in Piazza Balacchi e poi, dagli anni ’60, in Piazza Gramsci, con l’addizione di una pensione.

Ristorante Zaghini

Da allora, ci si dedica con devozione al “mangiare” dell’entroterra. Zaghini si sceglie per le specialità della casa, come il pollo allo spiedo (ancora girato a mano) e le tagliatelle, che nei dintorni godono di una fama leggendaria. Le sfogline le tirano tutti i giorni, e fanno anche cappelletti, strozzapreti da condire col ragù e maltagliati coi fagioli. Poi passatelli “come Dio comanda”.

Ristorante Zaghini, tagliatelle al ragù e piselli

Nessun menù degustazione, ma un rituale fatto di primo-secondo-dolce che nella ripetizione dei classici non trova noia ma la ricerca di una tradizione integra, per mantenerne il significato. Le carni sono locali — castrato di agnello, coniglio, salsiccia — e i vini del territorio, tra tutti il Sangiovese. Scontrino medio di 35€.

La sala del Ristorante Zaghini

Piazza Antonio Gramsci, 14 — Santarcangelo di Romagna, Rimini

0541626136

www.ristorantezaghini.it

Trattoria Da Savino a Coriano — Rimini

Vicinissima sia a Riccione che a San Marino — di cui si vedono le tre punte a breve distanza — Coriano è un piccolo centro abitato da millenni, prima dell’epoca romana. È ancora circondato da campagne di viti e ulivi, con case coloniche e piccolissimi borghi ben conservati. Oggi c’è anche il Museo di Marco Simoncelli, a suo modo un eroe contemporaneo, che condivideva la passione motociclistica di tutti quelli di qui.

Cappelletti della Trattoria Da Savino

In frazione Cavallino, proprio a bordo strada, si trova la trattoria aperta nel 1950 da Savino e Pasquina, oggi condotta dal nipote Marco. La cucina è legata alla terra e ai suoi prodotti, tassativamente locali: dai salumi e formaggi da accompagnare alla piadina (quella bassa, come si usa sul litorale) alle paste ripiene, con raviolacci verdi alla robiola e tagliatelle al ragù. Si prosegue con coniglio in porchetta e galletto alla cacciatora, oppure, d’autunno, la faraona con castagne e zucca. Anche i dolci sono caserecci, tanto la zuppa inglese quanto quelli da forno. Porzioni generose e conto finale sotto i 30€.

Esterno della Trattoria Da Savino

Via Cavallino, 32 — Coriano, Rimini

0541656206

Instagram

Trattoria Zaganti a Verucchio — Rimini

Verucchio si trova su una collina poco lontana da Rimini, sul confine con San Marino, mentre la parte in pianura è attraversata dal fiume Marecchia, sul quale si vedono ancora i resti di un antico ponte romano. La trattoria Zaganti tiene fede al suo nome e alla sua carriera di 60 anni, confermandosi come meta di lavoratori — e più di qualche camionista — per un pranzo buono, generoso e al giusto prezzo. Il locale è proprio come quelli che vi ricordate dagli anni ’80, e ciò è una parte della sua esperienza.

Tagliatelle fresche di Zaganti

L’oste vi esporrà a voce il menu elencandovi cosa arriva in giornata dalla cucina. Cappelletti in brodo in inverno, oppure cannelloni alla ricotta, tortelli coi funghi e passatelli (al bordo ma anche asciutti, col pomodoro). La carne alla brace è la regina dei secondi — salsicce e castrato — prima di arrivare ai dolci, tra crostate e panna cotta. Il Sangiovese della casa si serve ancora in caraffa. Lo scontrino? Popolare, a dir poco (20€ in media).

Trattoria Zaganti, crostate

Via Ponte, 44 - Verucchio, Rimini
0541678110
Facebook

Trattoria dell’Autista a Savignano sul Rubicone — Forlì-Cesena

A proposito di “romanità”, il simbolo di Savignano è proprio il ponte a tre grandi arcate de “il dado è tratto” di Giulio Cesare. Il borgo a pochi chilometri dalle spiagge riminesi merita comunque una visita anche per la sua bella piazza e le casette in pietra o dipinte a colori tenui. Oltre che per un pranzo alla trattoria dell’Autista, che, ancora una volta, anticipa nel nome grandi aspettative.

Trattoria dll'Autista, passatelli asciutti

Rustica e senza fronzoli, proprio come dovrebbe essere ogni trattoria che si rispetti, accoglie i suoi clienti dal 1935. Oggi siamo alla quarta generazione di una famiglia che propone cucina romagnola fatta sempre in casa. C’è la piada con salumi e formaggi e i tortelli alle erbe al burro e salvia; le tagliatelle al ragù — la ricetta? Quella dell’Artusi — e la carne alla brace, oppure il coniglio ripieno e il brasato.

Trattoria dell'Autista, Torta di mele

Tra i dolci, quello più amato è la torta alla ricotta, completa di uvetta e cioccolato. Più attento di quello che ci si aspetterebbe da una trattoria “alla vecchia maniera” è il lavoro sui vini, con una cantina che seleziona il meglio del territorio. Per un pasto completo si resta sotto i 30€.

Trattoria dell'Autista, esterno

Via Cesare Battisti, 20 — Savignano sul Rubicone, Forlì-Cesena

0541945133

Facebook

Ristorante ErbHosteria a Badia Tedalda — Arezzo

Tra la Romagna appenninica e la prima provincia di Arezzo c’è un legame antico, fatto di scambi e sconfinamenti attraverso le meravigliose foreste del Casentino. Il ristorante ErbHosteria si trova in una frazione di Badia Tedalda, proprio al crocevia tra Toscana, Marche ed Emilia-Romagna.

Insegna di ErbHosteria

Le tradizioni gastronomiche, così, si sono miscelate tra di loro, ispirando il lavoro del signor Piero Valentini, che porta avanti una tavola familiare aperta al pubblico dal 1917. Le erbe e i fiori selvatici sono l’ingrediente speciale, con piatti naturali, gustosi e particolari che sono lo specchio dei boschi intorno.

Un primo di ErbHosteria

Dalla misticanza selvatica alla torta salata di borragine, dai fagottini integrali di achillea alle foglie di stagione in tempura, passando per il fagiano con tartufo e ginepro e l’antica ricetta della torta di farro. Porzioni generose e scontrino medio sui 35€.

Misticanza di erbe e fiori di HerbHosteria

Località Rofelle, 18 — Badia Tedalda, Arezzo

0575714017

www.erbhosteria.it

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento