rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Ristorante

Dos Pebrots

Negli anni la creazione di Albert Raurich si pone come tempio nevralgico del mangiare bene della capitale catalana portando con sé tutte le esperienze culinarie del patron a partire dai trascorsi a El Bulli fino ad arrivare al precedente capitolo di Dos Palillos. Sarebbe altamente riduttivo definire Dos Pebrots un tapas bar gourmet poiché questa piccola oasi innestata nei vicoli popolari del Raval rappresenta un vero e proprio viaggio gastronomico con alla base un’assoluta padronanza nella trasformazione contemporanea di tutte le materie prime radicate nel territorio. La proposta alla carta è una miniera di piccole gemme culinarie incastonate in un percorso che non segue una filosofia ben definita, ma moltiplica unicamente un’estrema varietà di ingredienti di qualità presentati con estrema cura. Il menu si struttura in tre macrosezioni, dalle tapas monoporzione a piatti strutturati per poi concludersi con la parte dolce; una sezione presenta poche proposte, ma altrettanto interessanti intorno a riso e pasta con una comune radice mediterranea. Tre è anche il numero dei menu degustazione di prezzo crescente, essenziale il primo con un main dish a scelta fino ad arrivare al ‘festival’ da più di dieci assaggi in un vero e proprio viaggio che spazia dal mare al quinto quarto passando da golosità totalmente vegetali. In cucina comandano i contrasti e la ricerca della rotondità più pulita al palato, umami e agrodolce su tutto, vegetali saporitissimi e un quinto quarto dalla delicatezza indiscutibile; menzioniamo un signature come il fiore di carciofo con garum e il salpicon di lingua con cipolla e aceto tipica pietanza dei banchetti nobili già più volte citata da Cervantes nel Don Chischiotte. Questa serie di tapas estremamente appaganti all’occhio e al palato prosegue con un completamento del menu (c’è anche una parte dolce) che passa per piatti di carne e di pesce dalle multiformi ispirazioni: si va dallo sgombro rivisitato in street food mediterraneo al vero e originale kebab persiano, arrivando poi al celebre maialino che rende omaggio all’Antica Roma di Apicio grande contralto della selezione di pescato alla brace tributo all’Antica Grecia. Troviamo pochi tavoli e una cucina a vista con un lungo pass sul quale consumare questo boquet di pietanze espresse ed impiattate davanti ai vostri occhi: intorno al focolare di Dos Pebrots si sta riscrivendo la storia del concetto di tapas portando i valori e la storia della cucina mediterranea ad un livello superiore.

Dos Prebots-2

Si parla di Dos Pebrots

Dove C. del Doctor Dou, 19, Ciutat Vella, 08001 Barcelona, Spagna
Dettagli @dospebrots

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento