Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Mappe

Le migliori cioccolaterie di Genova: 5 indirizzi e la loro storia

A Genova quella del cioccolato è una tradizione molto radicata. Un’antica merce pregiata che la città seppe sfruttare fino a diventarne uno dei principali centri commerciali e di scambio dell’intera Europa

Si intuisce l’importanza del prodotto anche dalla toponomastica di alcune strade dell’area metropolitana che richiamano il suo prestigio. Basti pensare al vico del Cioccolatte, dove un tempo si trovavano i laboratori dei maestri cioccolatai di Genova. Poteva anche capitare un giorno di caligo in città e non riuscire a distinguere i contorni della Lanterna, ma bastava seguire il profumo delle fave di cacao per raggiungere le botteghe frequentate fin dal ‘600 dalla borghesia locale che era solita consumare il cosiddetto oro marrone. Ecco cosa è rimasto e cosa è cambiato nel corso dei secoli in questo giro di Genova in 5 cioccolaterie.

Fabbrica di cioccolato Zuccotti
Antica Confetteria Romanengo
Viganotti
Buffa cioccolateria storica
Fabbrica di cioccolato Benvenuto
Negozio-Bottega

Fabbrica di cioccolato Zuccotti

Dal 1933 allieta i genovesi con i suoi prodotti a base di cioccolato. Alessandro Zuccotti, il fondatore di questa realtà, scelse la zona di Santa Zita per aprire i suoi laboratori. Il passaggio è stato letteralmente dalle stalle alle stelle. Gl edifici in abbandono erano delle antiche stalle che Zuccotti ha trasformato nella sua Fabbrica di Cioccolato e Bomboneria di Lusso. Dopo lo stop forzato causato dalla scarsità di cioccolato durante la Grande Guerra, l’attività riprese focalizzandosi sulla qualità delle materie prime e sul mantenimento delle tradizioni di famiglia. Da non perdere i cremini.

Fabbrica di cioccolato Zuccotti

Negozio-Bottega

Antica Confetteria Romanengo

È un viaggio nel tempo quello che si vive varcando la soglia della bottega genovese di Romanengo. Dal 1780 è un punto di riferimento per gli amanti del cioccolato. Nata come attività dedicata al commercio delle spezie, solo col tempo emerse la vera attitudine di questa realtà: quella di manifattura artigianale dolciaria. Il cioccolato giunse nella prima metà dell’800, grazie ai viaggi della famiglia in giro per l’Europa dove vennero appresi i segreti del confiseur-chocolatier francese. Da quel momento la scalata verso il successo fu inarrestabile e il cioccolato di Romanengo riuscì a conquistare la Duchessa di Galliera, Umberto I di Savoia e la Regina Elena. Ancora oggi, però, il mercato della qualità prevale su quello del lusso. Da provare il cioccolato ottocentesco con parti uguali di cacao e zucchero. In città ha diversi indirizzi ed ha aperto anche a Milano.

Romanengo

Gelateria

Viganotti

Siamo nella seconda metà dell’Ottocento, quando in Via della Maddalena a Genova la famiglia Viganotti aprì la sua prima bottega. Da quel momento sino ad oggi, di storia se n’è fatta (l’abbiamo raccontata qui). Storia anche curiosa visto che tutto ebbe inizio quando il giovane Romeo era solito intrufolarsi nelle cioccolaterie della città per conoscerne i segreti. La sua vena imprenditoriale - che si sviluppò nel corso degli anni - diede il via al grande successo dell’attività. Oggi la gestione della cioccolateria Viganotti è passata nelle mani della famiglia Boccardo che ha proseguito la produzione seguendo le antiche tecniche di lavorazione del cioccolato. Imperdibile la selezione che conta centocinquanta varietà di praline.

Uno strumento dell'Ottocento di Romeo Viganotti

Negozio-Bottega

Buffa cioccolateria storica

I primi documenti relativi alla cioccolateria Buffa risalgono al 1932, anno in cui sono stati acquistati i primi macchinari. Ancor più antichi sono, però, i brevetti che Luigi Buffa ha depositato in Francia e in Inghilterra riguardo la produzione di un particolare cioccolato gelatinoso. Una lunga storia, dunque, quella di questa importante realtà genovese che ancora oggi segue l’antico ricettario accrescendolo sempre rispettando la tradizione. Oggi sono Enrica Vicchi Musante e Francesco Liotta ad avere le redini dell’azienda. Le tecniche di lavorazione sono completamente manuali, ma i titolari sono stati in grado di innovarsi registrando due nuovi marchi presentati durante la manifestazione di Expo 2015 a Milano. Da provare il Primigenio, a base di massa di cacao pregiata e zucchero di canna lavorati a freddo.

Buffa Cioccolato

Negozio-Bottega

Fabbrica di cioccolato Benvenuto

Questa insegna si trova a Genova sin dal 1930. Nel cuore del centro storico cittadino, segue ancora le ricette di una volta, tramandate di padre in figlio e fondate sulla qualità del prodotto. Un perfetto esempio di come la tradizione possa andare di pari passo con l’innovazione. Per questo sta per nascere la nuova linea di produzione totalmente biologica. Entrando nello spaccio è possibile osservare le lavorazioni che avvengono nel laboratorio, con gli antichi macchinari che ben si integrano con quelli più moderni. Consigliata la frutta ricoperta di cioccolato.

Benvenuto Cioccolato

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento