Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Domenica, 14 Luglio 2024
Mappe

I migliori ristoranti per mangiare bene a Policoro in Basilicata

I consigli per sfruttare qualche giorno di meritata vacanza sulla Costa Ionica. Una selezione di agriturismi genuini, ristoranti ricercati, street food di mare e gastropub. Ma anche pasticcerie, pizzerie e gelaterie

Quali sono i posti migliori per mangiare bene a Policoro, in Basilicata? Nella cittadina lucana, che con la bella stagione attrae non pochi turisti per via della sua costa attrezzata, del bel mare e delle diverse attrattive archeologiche, le possibilità sono molteplici.

In provincia di Matera (e dunque ‘a portata di gita’ verso i Sassi) l’antica Eraclea è stata un centro importante della Magna Grecia, mentre oggi è una delle cittadine più vivaci del Metaponto, specie dal punto di vista agroalimentare. Se dalle campagne circostanti arrivano infatti frutta e verdura in abbondanza — come le popolarissime fragole, oppure i peperoni, immancabili in versione ‘crusco’ — il litorale ionico garantisce il pescato fresco che è protagonista delle tavole di qui.

Non mancano però agriturismi che si dedicano anche a carne e selvaggina, ristoranti raffinati che contaminano le tradizioni locali, pizzerie, pub con ottima cucina e pasticcerie moderne: tutti insieme nella nostra guida per passare qualche giorno alla scoperta della gastronomia di Policoro.

Essenza
Corte dei Basiliani
Nemo
Macchia di Riso
Ricciardulli
Atttenti al Luppolo
Nemea Dessert Shop
Panificio Gallotta
Gelateria del Corso
Ristorante

Essenza

La chef Enza Crucinio, cresciuta in una famiglia per metà di agricoltori e per metà di ristoratori, conosce bene il territorio. Ha imboccato la strada della cucina inizialmente come cameriera e lavapiatti, e poi ha approfondito la cucina giapponese, diventando di fatto la prima sushi chef donna della Basilicata. Si è formata poi in ottimi ristoranti della zona e, nel 2017, ha è passata per il tv show Hell’s Kitchen, condotto da Carlo Cracco (una buona fucina di talenti, come abbiamo raccontato). Nel 2019 è riuscita infine ad aprire il suo Essenza nel borgo storico dei Casalini, partendo da materia prima e ricette locali, ma rivisitandole alla luce delle sue tante esperienze. Oggi però il locale si trova vicino al corso, e tra gli antipasti c’è la frisella di mare con salsa alla nerano e tartare di tonno (18€) o le alici al panko in saor, accompagnata dalle tipiche patate ‘alla trapptan’ lucane (15€). Poi zuppa di mare ‘4.0’ con salsa di lische e pesce crudo (20€) e il millefoglie alle fragole del Metapontino (6€). Ad accompagnare il tutto, i drink del premiato bartender Leonardo Lasala, con una lunga lista di signature.


Essenza

Ristorante

Corte dei Basiliani

Un ristorante che gode di una location davvero peculiare: la Corte dei Basiliani si trova negli ambienti inferiori del castello di Policoro, con possibilità di accesso sia dalla corte che da fuori le mura. Dispone anche di un giardino panoramico per mangiare all’aperto, mentre i tavoli interni sono alloggiati nei locali in cui anticamente si lavoravano e conservavano le carni. Si propongono ancora, sia di allevamento che selvaggina, ma il punto forte è la cucina di pesce, con piatti semplici ma ben eseguiti. Tra antipasti misti di crudi e cotti, paccheri allo spada e linguine allo scoglio, inoltre grigliate e fritture miste, lo scontrino medio si aggira intorno ai 40€.


Corte dei Basiliani

Pub

Nemo

‘Ristopub’ è una definizione un po’ riduttiva per Nemo, locale che dal nome dichiara l’ispirazione marinaresca. La materia prima è tassativamente locale, ma un po’ meno sono i modi di trattarla, con la passione dei gestori per il Giappone che li ha portati a studiare anche sul campo. Così, in un’atmosfera giovane e informale, si trovano vari tipi di sushi, insieme a tapas di mare — come le polpette di polpo con maionese piccante (4€) — e pure panini di pesce. Ad esempio il Gambero Rosso, con tartare, burrata, maionese al basilico, scarola e chips di carote (12€). Le fritture hanno una sezione a sé, mentre da bere ci sono birre artigianali, alla spina e non, nonché una piccola ma selezionata carta dei vini e una buona scelta di gin tonic. Ricordatevi sempre di chiedere cosa prevedono i fuori menu.


Nemo

Agriturismo

Macchia di Riso

Per raggiungere Macchia di Riso basta spostarsi a Nova Siri, una decina di chilometri a sud di Policoro. Qui c’è un agriturismo che vale la piccola deviazione, immerso nel verde, con una bella veranda panoramica e un giardino piacevole. Gli ingredienti, va da sé, sono più possibile a chilometro zero, con preparazioni non complicate che vanno dritte al punto. Senza tralasciare però la presentazione. Polpette di cicoria su purè di fave, filetto di maialino in agrodolce con cicoria saltata, oppure flan di asparagi con pancetta affumicata e cialda croccante al peperone crusco. Le proposte, tra le quali molti vegetali, si possono assaggiare anche in un menu degustazione completo, da 40€.


Macchia di Riso

Pizzeria

Ricciardulli

Un agriturismo a conduzione familiare in piena campagna, distante però un solo chilometro dal mare, e quindi vicinissimo alla spiaggia. Ricciardulli ha puntato da qualche tempo sulla pizza, facendosi apprezzare per i suoi impasti leggeri a lenta lievitazione, e rendendo così piuttosto difficile trovare un tavolo libero (ergo: organizzatevi per tempo con la prenotazione). Tra gli antipasti ci sono anche taglieri di formaggi e salumi lucani (12-14€), poi misti fantasia dell’orto (10€) e fritti d’ispirazione partenopea, come il tris di montanarine (7,50€). Si può ordinare anche qualche peperone crusco come snack, e poi proseguire tra pizze classiche (la Cosacca costa 5€), o più creative. Ad esempio la Fresca d’Estate, con impasto alla canapa e pesto di rucola, poi bresaola, fonduta di Grana, gel di limone e scaglie di mandorle croccanti (15€). Bello spazio anche per mangiare all’aperto.


Ricciardulli

Pub

Atttenti al Luppolo

Un buon beer pub aperto da un gestore che, dopo diversi anni a Roma, ha deciso di tornare a Policoro e aprire lì il suo Attenti al Luppolo. Le birre alla spina ovviamente sono artigianali e selezionate con competenza, e ci si possono accompagnare taglieri di stuzzichini, chips fatte in casa, ma anche piatti più sostanziosi. Ad esempio gli hamburger di carne bovina podolica locale, costine di maiale e pulled pork. Per i panini su usa anche una ciabattina ‘tipo puccia’, mentre per i dessert ci si affida alla collaborazione della pasticceria Nemea (la scheda di seguito).


Attenti al Luppolo

Pasticceria-Panificio

Nemea Dessert Shop

Un’apertura recente, che ha portato qualche novità nel panorama delle pasticcerie di Policoro. Nemea è un ‘dessert shop’ moderno che propone molte torte personalizzate con tecniche di cake design, ma anche classici di biscotteria secca. Ci sono poi i dolci da merenda, come le frolle ripiene di mele e confettura di albicocche, monoporzioni fantasiose, ad esempio il cake alla banana con glassa rocher, ganache al cioccolato al latte e granella di nocciole, oppure i ‘nuovi classici’ delle bakery internazionali. Uno su tutti? Il cinnamon roll nordeuropeo.


Nemea Dessert Shop

Pasticceria-Panificio

Panificio Gallotta

I Gallotta sono una famiglia di panificatori diventata nel tempo un punto di riferimento per il paese. Si sono tenuti al passo coi tempi, e quindi insieme ai classici della tradizione regionale ora propongono anche prodotti senza glutine. Sono disponibili inoltre per catering personalizzati e gestiscono il cooking lab, un vero laboratorio di cucina nella struttura che ospita il panificio. Sono buoni sia il pane che le torte salate, con una nota di merito per la Mattonella: una pizza rustica farcita con prosciutto e formaggio, dalla sfoglia sottilissima.


Panificio Gallotta

Gelateria

Gelateria del Corso

La Gelateria del Corso produce buon gelato artigianale a Policoro dal 2001. Sul bancone si trovano decine di gusti stagionali, tra frutta e creme come tiramisù, zuppa inglese o pistacchio con wafer croccanti. Ma ci sono anche alcune linee senza glutine, senza lattosio e, di recente, anche prive di zuccheri aggiunti. Non mancano brioche farcite, yogurt e torte semifreddo.


Gelateria del Corso

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento