Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Venerdì, 12 Luglio 2024
Mappe

Dove mangiare sui Monti Sibillini e intorno le piste da sci

Tra Marche e Umbria i Monti Sibillini sono una catena montuosa nota per il Parco Nazionale e le piste da sci. Territorio vocato alla produzione di norcineria, funghi e tartufo, in questa guida i migliori ristoranti, trattorie, agriturismi e rifugi dove fermarsi per provare piatti tipici del territorio

I Monti Sibillini sono una parte dell’Appennino dell’Italia centrale in quella porzione di territorio a sud ovest delle Marche e che in parte sfocia nella vicina Umbria, tra i comuni di Montemonaco, Ussita, Amandola, Arquata del Tronto ma anche Norcia. Territorio noto per il bellissimo Parco Nazionale, riserva di biodiversità e faunistica, d’inverno diventa una meta per sciare grazie ai 28km di piste, tra Forca Canapine, Pintura e Bolognole. Il suo massiccio più alto è il Monte Vettore, caro ai marchigiani, che lo frequentano in ogni periodo dell’anno anche per gite fuoriporta organizzate all’ultimo momento. Ma soprattutto qui si viene per provare una cucina schietta e genuina, fatta di prodotti del territorio, come la rinomata norcineria con salumi di ogni genere, olive ascolane, primi piatti fatti in casa con sugo d’agnello e castrato, e i famosi vincisgrassi. In questa guida vi mostriamo dove mangiare se vi trovate nel comprensorio dei Monti Sibillini, tra trattorie, ristoranti stellati, piccole locande e baite.

La Marchigiana
Il Tiglio
Chalet Crystal
La Taverna della montagna
Agriturismo Re Artù
Osteria del Vettore
Da Roverino
Agriturismo Cittadella
Agriturismo il Sentiero delle Fate
Le Tre Lanterne
Ristorante

La Marchigiana

Realtà storica nel comune di Sarnano, in provincia di Macerata, La Marchigiana è stata aperta nel 1961 dalla signora Santina, bisnonna degli eredi Alessandro e Massimiliano Compagnucci. Oggi questo avamposto di cucina tipica marchigiana e montanara da piccola osteria nata per i viandanti è diventato un ristorante che merita più di una tappa. Il menu accontenta tutti i palati con antipasti regionali, primi piatti come il famoso sugo di cinghiale o quello a base di tartufo e, per finire, la protagonista indiscussa, la grigliata di carne. Entrati all’interno del ristorante, è infatti impossibile non notare lo storico camino con la brace che è sempre acceso tutti i giorni dell’anno. Qualità e materie prime eccellenti, selezionate dai fratelli Compagnucci tra i migliori allevatori di carne locale e produttori agricoli di zona. Menu completo a 40€ vini esclusi.

La Marchigiana-2

Ristorante

Il Tiglio

Unica stella Michelin nella zona del Piceno a consacrare il duro lavoro di questo chef, Enrico Mazzaroni, dietro il ristorante Il Tiglio. Una bellissima storia di rinascita e resilienza, con un legame fortissimo con la propria terra a Montemonaco sulle pendici dei Monti Sibillini cuore del Piceno, che si riflette nel menu tutto territoriale. ll Tiglio nasce come agriturismo e ha visto tanti accadimenti: dal crollo del ristorante con il terremoto del 2016 alla sua parentesi al mare di Porto Recanati, fino al rientro consapevole nella sua amata montagna. Si può scegliere tra due tipi di menu: uno da 7 portate (58€ bevande escluse) e uno da 12 portate (95€ bevande escluse). Piatti che osano: gambero rosso e cervello, colombaccio bollito, le tagliatelle al caffè nero con orecchie di maiale.

il tiglio

Rifugio

Chalet Crystal

Lo Chalet Crystal è una locanda nel vero senso della parola, un albergo e ristorante nel cuore dei Monti Sibillini a Ussita, in provincia di Macerata. Immersi nel verde del Parco Nazionale qui ci si può ristorare con antipasti tipici del territorio, come salumi di fegato, ciauscuolo, formaggi pecorino, primi piatti con funghi e tartufo, nella stagione, e grandi arrosti.

Chalet Crystal

Osteria-Bistrot

La Taverna della montagna

Il rifugio Taverna della montagna nasce nel cuore dei monti Sibillini, a quasi 1000mt di altezza, nel borgo di Foce anche chiamato "Stella dei Sibillini". Un posto peculiare, proprio per la sua posizione dominante, all’interno di un antico villaggio di pastori incastonato in una vallata tra la catena del Monte Vettore e quella del Monte Sibilla. Originariamente il rifugio era una piccola osteria di paese, negli Anni ‘60 è diventata riparo per militari per poi nell'81 diventare rifugio escursionistico. L’atmosfera è calda e accogliente, grazie anche ai due camini che dominano la sala. Il menu propone diversi piatti tipici, dai salumi nostrani alle tradizionali zuppe, dalla selvaggina alla polenta, dalle tagliatelle all'agnello e castrato alla brace, per concludere con dolci casarecci. Il tutto accompagnato da un buon Rosso Piceno e genziana fatta in casa.
Ristorante-Taverna-della-Montagna-a-Foce-di-Montemonaco-sui-Monti-Sibillini21

Agriturismo

Agriturismo Re Artù

L’Agriturismo Re Artù si trova a Montefortino, in provincia di Fermo, ed è un ristorante dove fermarsi per provare una cucina casalinga e verace. L’ambiente è semplice e ricorda i locali di fine Anni ’70, un tratto che sottolinea la genuinità di questo ristorante. La cucina non si discosta dai grandi classici del territorio: salumi e formaggi di zona, antipasti misti con bruschette di salsiccia e funghi, primi piatti con sugo di castrato o d’agnello, e le grandi braci di carne mista perfette per il pranzo della domenica. Prezzi più che onesti: menu completo a 35€.

Agriturismo Re Artù

Osteria-Bistrot

Osteria del Vettore

Scavalliamo nel versante umbro dei Sibillini con l’Osteria del Vettore, a Castelluccio di Norcia in provincia di Perugia. Un ristorante con una bellissima terrazza panoramica che nei mesi più caldi regala una vista incredibile sulla piana di Castelluccio e sul Monte Vettore, e per questo sempre presa d’assalto da locals e turisti. Qui vincono i prodotti del territorio e il km zero. La carne è uno degli ingredienti principali, come vuole la tradizione norcina: ci sono i salumi (7€), i formaggi misti (8€) e poi diversi altri tipi di carni, bovini, ovini e maiali, tutti rigorosamente allevati nella zona, famosa per la qualità della sua produzione. Ottimi anche i primi piatti conditi a base di ragù di cinghiale (9€), capriolo, agnello (12€), salsicce (9€), preparati secondo le ricette tradizionali. Per finire in bellezze le bistecche di manzo, il carpaccio di manzo, le costate e le braciole, gli arrosti di pecora e le gustosissime grigliate di carne dove la salsiccia di Norcia è regina.

Osteria del Vettore

Agriturismo

Da Roverino

Un piccolo albergo e ristorante a gestione familiare nel cuore di Comunanza, una cittadella nel Piceno e ai piedi dei Monti Sibillini. Una struttura che mostra gli anni con orgoglio, ancora ancorata all’estetica classica delle trattorie di paese Anni ’80, dove si mangia bene e con poco. Re indiscusso della tavola il tartufo, in stagione, insieme ai funghi che condiscono ogni pietanza dalle bruschette ai primi piatti. Da Severino le porzioni sono abbondanti e rispecchiano il clima conviviale di questa terra e di questa locanda.

ristorante-da-roverino

Agriturismo

Agriturismo Cittadella

All’Agriturismo La Cittadella la cucina è esclusivamente tradizionale già a partre dagli antipasti con assaggi di formaggi pecorini di montagna, frittate di verdure, fagioli con le cotiche, zuppe di cereali e legumi. I primi piatti hanno come base paste tirate a mano e condite con sughi di carne e vegetariani: da prendere le tagliatelline ai funghi porcini, le pappardelle al ragù, e la polenta con le lumache. Immancabile la grigliata di chiusura, tradizione marchigiana che contempla in primis l’agnello e poi il maiale. L’Agriturismo La Cittadella, a Montemonaco, è anche una country house con piscina da vivere tutto l’anno.

Ristorante-Agriturismo-La-Cittadella-di-Montemonaco-sui-Monti-Sibillini1

Agriturismo

Agriturismo il Sentiero delle Fate

Una storia familiare di amore per la terra e le sue produzioni. L’Agriturismo il Sentiero delle Fate si trova nella piana di Castelluccio di Norcia, e racconta dell’impegno della famiglia Coccia che da sempre vive e lavora qui occupandosi di agricoltura. I capostipiti Pompeo e Marietta fin dagli Anni ’30 hanno coltivato i campi di lenticchie e frumento, praticato l’allevamento ovino con la transumanza invernale, diventando esperti casari. Ora si sussegue la generazione successiva che porta avanti con passione questo lavoro sui Sibillini, affianco al Monte Vettore, che racconta il territorio anche a tavola. Infatti oltre alla bottega dove acquistare i prodotti locali c’è anche il ristorante: dai taglieri di salumi e formaggi di produzione propria, tagliatelle con ricotta fresca e zafferano, zuppa di lenticchie di Castelluccio, arrosticini.

Agriturismo il sentiero delle fate

Ristorante

Le Tre Lanterne

Nel paesino di Acqusanta Terme, in provincia di Ascoli Piceno, nota per le zone termali e le acque sulfuree, si trova il ristorante Le Tre Lanterne. Un indirizzo che si discosta dalla proposta classica di questo territorio, all’interno di un ristorante con spa che attira turisti tutto l’anno. La cucina dello chef Sandro reinterpreta con garbo il territorio pur senza mai discostarsene: tra grandi classici come tagliatelle ai funghi porcini e grigliate di carne.

Le tre lanterne

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento