Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Mappe

I migliori ristoranti di Savona dove mangiare e bere bene

I consigli per sfruttare al meglio una gita nella città della Riviera di Ponente. La nostra selezione di trattorie genuine, ristoranti raffinati, pizzerie e gelaterie. Senza dimenticare enoteche e cocktail bar

Quali sono i posti migliori per mangiare e bere bene a Savona? Mentre ci siamo spesso dedicati alle attrattive gastronomiche della Riviera di Levante, è il momento di passare a Ponente. Una città a misura d’uomo, che può contare sul porto e su interessanti percorsi escursionistici, anche nell’entroterra. Oppure semplicemente sul suo lungomare, dove è piacevole passeggiare tra le visite ai monumenti.

Anche la cucina, naturalmente, è da esplorare. Non manca il pesce, che i pescherecci consegnano quotidianamente, nonché una varietà di prodotti di terra che arrivano dalle aziende agricole del circondario. Diverse sono anche le tipicità di Savona, che vanta ad esempio una particolare farinata. La quale, a differenza del solito, si fa con sola farina di grano, e si chiama quindi ‘bianca’. Poi la panissa di ceci, ideale all’ora dell’aperitivo, nonché i maccheroni con la trippa, una zuppa mista di carne e pasta. 

Per assaggiare un po’ di tutto, abbiamo composto una mappa dei migliori ristoranti, trattorie, pizzerie e gelaterie. Senza lasciare da parte, però, nemmeno enoteche e cocktail bar.

Ristorante SCRAP
Bino
Osteria La Farinata
Quintogusto
A Spurcacciun-a
Carletto
InSISTO
PizzaMaria
Osteria delle Mancine
Alalunga
Retrobottega
21/23 Laboratorio Lievitati
Drop
Gastrò
Symposium Wine Bar
Ristorante

Ristorante SCRAP

‘Avanzo, scarto’, significa scrap in inglese. Un ristorantino contemporaneo nato sulla Darsena di Savona a settembre 2022, che lavora sul cibo in ottica sostenibile. Tenendo presenti però gusto e ricerca gastronomica. Tre soci appassionati di vini naturali e con buone esperienze in cucine di livello, e una sala con mise en place minimale e scaffali affollati di bottiglie. Il menu non segue la solita suddivisione tra portate, ma prevede ‘piattini’, ‘piatti’ e un percorso degustazione con 4 assaggi da condividere, a scelta del cuoco (60€). Scrap predilige materie prime poco ‘preziose’ e le lavora per valorizzarne le potenzialità, anche grazie a spunti tradizionali. Ad esempio focaccetta di patate ripiena di capretto con fiori di broccolo sottaceto (10€), cipolla di Savona fritta con limoni sotto sale e olive al forno (8€); poi tonnetto alla brace col suo fondo (25€), tortelli di prebuggiùn e prescinseua (22€) nonché ceci in zimino con totani alla brace (25€). 


Ristorante SCRAP

Ristorante

Bino

Lo chef di Noli Giuseppe Ricchebuono, insieme ad Alessia Vezzolla, si occupa dal 2023 di Bino, un ristorante situato all’interno del Museo della Ceramica di Savona. Una sala raffinata con opere che dialogano con la collezione, e una cucina — coordinata da chef Gianfranco Rossino — che si concentra sui prodotti del territorio senza lasciarsi imbrigliare dalle ricette classiche. Per assaggiare varie proposte c’è ‘Il percorso di Bino’, con sei portate a 60€. In alternativa, antipasti, primi e secondi alla carta sia di mare che di terra. Tra tutti il polpo con nocciole Misto Chiavari e spinaci (18€), il riso ai due ragù di lingua e cozze (18€) e il roll di faraona con pera, crema di Navone e tartufo (25€). Tra i dessert ci sono anche proposte ‘anticonvenzionali’, come il dolce ai funghi, nocciole e rosmarino e la piña colada in versione savonese (10€).


Bino

Osteria-Bistrot

Osteria La Farinata

A Savona si fa una versione della farinata ‘bianca’, piuttosto particolare. C’è chi la preferisce ‘liscia’ e chi invece la aromatizza con rosmarino, cipollotti o altri ingredienti. Questa osteria la propone in varie versioni (6-9€), sia nell’impasto che in farcitura a porzione, cuocendola espressa (a fronte di una piccola attesa di una ventina di minuti). Si trovano però anche antipasti misti, focaccette e panissa, poi primi della casa — gnocchi e trofie al pesto — nonché secondi di carne. Oppure lo stoccafisso in umido e il fritto misto di pesce (13-16€).


Osteria La Farinata

Ristorante

Quintogusto

Nella piazza centrale di Savona, i proprietari Mirko Lacota e la moglie Alina — rispettivamente in cucina e in sala — lavorano dal 2023 su materie prime provenienti dal mercato e quindi suscettibili di variazioni quotidiane. Buona attenzione per le verdure, proposte di stagione anche tra gli antipasti (18€), e per gli abbinamenti non banali. A base di pesce sono invece i fusilloni con baccalà alla ligure (18€), oppure la palamita con carote e pasta soffiata (18€). Si lavora anche la carne, ad esempio l’agnello, proposto con terrina di patate al timo selvatico (24€), o l’anatra, nella farcia dei bottoni con crema di ortiche e fave (18€). Si può scegliere anche un menù degustazione con 5 portate a 60€. Contesto elegante.


Quintogusto

Ristorante

A Spurcacciun-a

Il ristorante gastronomico A Spurcacciun-a ha una storia familiare lunga oltre un secolo, e dal 2018 è guidato dallo chef Simone Perata, 36enne con esperienze in Italia e all’estero. Arredi raffinati e una terrazza dalla quale si vede il mare, dove accomodarsi per degustare piatti che spesso partono dalla tradizione ligure, ma con qualche aggiornamento. C’è il cappon magro, ma nella versione dello chef (48€), la toma di Pecora Brigasca con kimchi di fragole e cavolo nero alla brace (38€) e gli spaghettoni in ciuppin (un’interessante zuppa di pesce che abbiamo raccontato qui). Ancora pesce tra i secondi, con la cima di rana pescatrice alla Wellington (50€) e il tonno rosso alla Rossini. Ma si trova anche carne, come la royale di faraona alla cacciatora (45€). Menù degustazione da 120 e 140€ e cantina eccellente.


A Spurcacciun-a

Ristorante

Carletto

Il locale di chef Carlo Astengo si definisce un ‘private restaurant’, per l’intimità degli spazi, eleganti ma dall’atmosfera raccolta. Dal 2021 si trova in Palazzo Santa Chiara, una parte del convento cinquecentesco delle suore clarisse che accoglie non più di una quindicina di commensali. Il menu segue la stagionalità degli ingredienti e l’inventiva dello chef, che spesso offre proposte estemporanee. Tra gli antipasti ci sono ad esempio la tartare di manzo su cialda di taralli e sesamo tostato con crema di ostrica (26€) e la spuma di patate al profumo di rosa (24€). A seguire magari spaghettoni quadrati con crema di pane al timo e datterini confit (24€), filetto di cervo al pepe Nabur con lardo di Colonnata (28€) e dessert semifreddo al basilico con cioccolato e caramello salato (12€). È disponibile un menu degustazione a 60€.


Carletto

Gelateria

InSISTO

Alessandro Attilio è diventato gelatiere per passione. Di origini napoletane, si è spostato a Savona e ha aperto qui una gelateria proprio nella piazza del comune. È al lavoro dal 2018 facendo attenzione a materie prime stagionali, sia per i gusti a base frutta che per le creme. Anche le cialde sono fatte in casa, e ci sono possibilità anche per intolleranti al lattosio e vegani. Buon assortimento inoltre di sorbetti, granite, gelati su stecco e semifreddi. 


InSISTO

Pizzeria

PizzaMaria

Dopo una prima sede a Genova, PizzaMaria è arrivata anche a Savona. Un locale moderno, con sedute di design e scritte al neon, completo di tavoli all’aperto per la bella stagione, che propone una pizza stesa sottile e piuttosto leggera. 48 ore di lievitazione e una selezione di ingredienti solo italiani per le farciture. Che sono quelle classiche (Margherita 7€), oppure un po’ più elaborate, con combinazioni ispirate a città e regioni d’Italia. C’è ad esempio la Trapani, a base di gorgonzola dolce, fiordilatte, melanzane e grana. Da PizzaMaria, inoltre, si trova anche la focaccia al formaggio.


PizzaMaria

Osteria-Bistrot

Osteria delle Mancine

Un’osteria nel vero senso del termine, quella sulla vecchia darsena di Savona, con un’atmosfera cordiale e un’accoglienza familiare. La cucina è di stampo dichiaratamente ‘paesano’ e privilegia il territorio ligure. Con però alcune concessioni a materie prime di livello provenienti da altre regioni. Come il prosciutto crudo di Cuneo, servito tra gli antipasti. Poi si passa al brandacujùn (12€), alle tagliatelle al ‘tocco’ di carne (un sugo tradizionale a base appunto di carne e pomodoro, 12€) e alla trippa in umido con cannellini (11€). D’estate ci si siede ai tavolini all’aperto con vista sulle barche.


Osteria delle Mancine

Ristorante

Alalunga

Alalunga è il progetto di un gruppo di pescatori che hanno deciso di chiudere il cerchio, occupandosi anche di cucina. Dopo FrittoMisto e FishBurger — format più agili con servizio direttamente dal peschereccio — hanno aperto Allunga, un locale con belle sale moderne che si trova proprio di fronte alla barca. Lì propongono il loro pescato e quello dei colleghi, con un menu che si adatta alle disponibilità quotidiane e che quindi ‘è scelto direttamente dal mare’. Alalunga organizza anche giornate di ittiturismo ed esperienze in peschereccio.


Alalunga-2

Cocktail bar

Retrobottega

Retrobottega non è solo un cocktail bar, ma un locale che affianca ai drink cibo e selezioni musicali interessanti. Con una parte adibita a ‘emporio’ di prodotti liguri, si può venire dall’aperitivo al dopocena e, nel fine settimana, anche per un sostanzioso brunch a base di avocado toast oppure pancakes&sciroppo d’acero. Ogni sera, comunque, è a disposizione il loro fish&chips o un assortimento di cicchetti, sempre variabili.


Retrobottega-4

Pasticceria-Panificio

21/23 Laboratorio Lievitati

Aperto tutto il giorno da mattina a sera, 21/23 è un laboratorio di panificazione con rivendita diretta. Il pane si impasta con farine locali e si lavora con lunghe maturazioni. Poi ci sono i grandi lievitati, la pasticceria, i dolci per la colazione e la merenda e infine la pizza. Cuoce in forno a legna ed ha il cornicione soffice che ricorda lo stile campano. Per le farciture, si resta sul classico con la wurstel&patate (8,50€) e la salsiccia e friarielli (9€); ma ci sono altresì proposte più elaborate come la Viola, con crema di patate viola, provola, cipolla caramellata e basilico (12€).


21_23 Laboratorio Lievitati

Pub

Drop

Drop si può definire un ‘pub contemporaneo’ che punta su drink non banali, una buona selezione di birre artigianali, nonché panini, wrap e invitanti assaggi per l’aperitivo. Un bicchiere si accompagna ad esempio a nuggets di pulled pork (8,50€) o chips di patata dolce (6,50€). Sui panini, invece, si può personalizzare la stratificazione scegliendo gli ingredienti. In menu ci sono però anche insalate fresche, condite con pesce, formaggi e frutta secca.


Drop

Osteria-Bistrot

Gastrò

Un locale informale nel centro di Savona, che lavora sulla cucina tradizionale con occhio al biologico e alla ‘salubrità’ delle preparazioni. Gastrò non è solo un ristorante ma anche una gastronomia dove comprare piatti già pronti da asporto, così come ortofrutta, conserve e biscotti. Chi vuole mangiare in loco si accomoda invece a uno dei tavolini in legno e sceglie da un menu che cambia ogni giorno: dalle polpette del marinaio con baccalà, patate e pomodoro (9€) agli involtini di verza con riso e crema di lenticchie rosse (8€). Poi primi di pasta oppure zuppe (9-13€), burger di legumi o uova poché (11-12€) e infine diversi contorni a base di verdure (5€). È una buona idea terminare col bonet ligure agli amaretti di Sassello e chinotti canditi (5€).


Gastrò

Enoteca-Winebar

Symposium Wine Bar

Un’enoteca con una sala luminosa e minimale da tener presente per l’assortimento di vini naturali. Insieme ai calici, però, si possono ordinare anche piattini ben pensati. Come i crostini con tonno affumicato, stracciatella, nocciola del Piemonte e confettura di mango e papaya, oppure quelli con coppa stagionata e giardiniera artigianale. Nella bella stagione si approfitta di un piacevole dehors


Symposium Wine Bar

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento