Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Mappe

Milano: 14 indirizzi dove mangiare e bere a Lambrate e Casoretto

Cocktail bar di ultima generazione, trattorie storiche e birrifici artigianali: ecco dove muoversi e prenotare nel quartiere a nord est di Milano

Il nuovo volto di Lambrate e dintorni passa anche attraverso questi indirizzi dove mangiare e bere bene. Un quartiere a cavallo tra passato e futuro, chiamato così per la presenza del vicino fiume Lambro, è quella zona che sorge a nord est di Milano e dove un tempo si fabbricava la “Lambretta” (lo scooter iconico firmato dall’azienda meccanica Innocenti) e le macchine del caffè della Faema. Luogo popolare e popoloso oggi pronto a guardare avanti con locali, caffetterie, cocktail bar che non gli fanno invidiare nulla ad altre zone di Milano. Uno spartiacque naturale quello della ferrovia, che divide in due il quartiere sempre più conosciuto e frequentato grazie a nuovi indirizzi che si incastrano con i suoi locali storici. Senza dimenticare Casoretto, a poche centinaia di metri da Lambrate, altra zona da tenere sott’occhio per questa rigenerazione gastronomica che qui vi proviamo a mappare.

Trattoria Sincera
Norah Was Drunk
FRED
Clandestino non esiste
Tela
Unseen
Propaganda alimentare
Pasticceria Grossi
Il Forno di Lambrate
Birrificio Lambrate
Grissinificio Edelweiss
Trattoria Bertamè
Trattoria Mirta
Joy Milano
Ristorante

Trattoria Sincera

Nuovo indirizzo che parla esclusivamente lombardo: Trattoria Sincera porta la firma degli imprenditori che hanno lanciato FRED e Arca, e vede in cucina lo chef autodidatta Federico Boni. Solo ricette e materie prime del territorio, niente pastasciutta (in Lombardia non era tradizione) e un banco gastronomia con salumi e formaggi: violino di capra, mortadelle di fegato di maiale, Formai de Mut dell'Alta Valbrembana e Raspadura di Lodi. Tra i piatti spuntano i mondeghili (7,5€), il risotto con midollo alla milanese (14€), cotoletta (22€) e pisarei e fasoi (9€).

Cocktail bar

Norah Was Drunk

Un locale dedicato a un prodotto poco utilizzato in Italia: l’assenzio, che qui invece trova spazio in una carta cocktail equilibrata tra nuovi drink e assaggi singoli. Dietro il bancone Niccolò Caramiello e Stefano Rollo, anche proprietari, che vi guideranno nella scelta del cocktail più adatto. La drink list cambia ciclicamente e contiene tante ricette del passato, modernizzate: come il Julep, a base di menta e bourbon, o i classici dell’aperitivo italiano rivisitati. Prezzo sugli 11/12€ a cocktail. Per mangiare si possono ordinare piccoli piatti con salumi, conserve dal Portogallo e formaggi di caseifici locali. Il pane, invece, viene dal micropanificio de Le Polveri di Aurora Zancanaro.

Cocktail bar

FRED

Si ordina un drink mentre si sceglie un disco in vinile. Questo è FRED, indirizzo che mette insieme la passione per la musica dei suoi proprietari (attivi a Milano nel mondo della nightlife, ideatori anche di Arca e Trattoria Sincera) e quella per la miscelazione. Un record store dove fermarsi a pranzo e a cena grazie al menu con tacos (12€) hamburger (13€), tartare (15€), e primi piatti (16€) da accompagnare con i cocktail di Emanuele Casati (dagli 8 ai 13€).  Informale e molto friendly, con un dehors esterno.

Pasticceria-Panificio

Clandestino non esiste

Bakery artigianale con caffetteria, questo piccolo locale in piena Lambrate prepara prodotti freschi in giornata e si distingue dalle solite caffetterie con specialty coffee per lavorare il caffè da crudo, come fosse una piccola torrefazione. Un nuovo progetto di Lea Pedrinella e Lorenza Licciardello – già dietro Onest, altro locale in zona Dateo – che punta tutto su lievitati e prodotti da forno: pagnotte, croissant, plumcake, biscotti con un mix di farine lavorate attraverso fermentazioni – da 24 a 48 ore - e idratazione almeno del 75%.

Cocktail bar

Tela

Tela è un nuovo progetto inaugurato a fine 2022 in zona Casoretto. Non un semplice cocktail bar ma uno spazio che racchiude più cose al suo interno con il filo comune dell’arte. Infatti Tela è in primis una galleria d’arte e spazio espositivo (anche gli arredi minimal lo ricordano), che ha lo scopo di dare spazio alle nuove voci artistiche del panorama locale. Tante sono le mostre che ospitano e che cambiano ciclicamente, da guardare bevendo un drink al bancone. Prezzo cocktail dai 10 ai 12€.

Cocktail bar

Unseen

Un cocktail bar che prende ispirazione dal mondo anime e manga giapponese, soprattutto a livello estetico e grafico. Appena varcata la porta di Unseen il salto è dentro un’altra dimensione, tra luci al neon, arredi minimal e un bancone senza bottiglie visibili. Pochissimi coperti e una drink list che cambia di continuo, molto focalizzata su fermentati e opzioni Low ABV (con poco alcol). Dietro il bancone Milo Occhipinti (proprietario) e Alessia Bellafante. Chiedete un pow3r juice, cocktail blu fluo, iconico di questo locale. Prezzi dai 10 ai 12€.

Osteria-Bistrot

Propaganda alimentare

Si trova a Casoretto questo nuovo indirizzo che sta facendo parlare di sé. Un sedicente agriturismo urbano, che propone una cucina sostenibile e basata esclusivamente su materie prime senza sofisticazioni. Carne di animali allevati liberamente, ortaggi da agricoltura biologica, vini naturali a comporre un menu senza alcune distinzione tra le portate, prettamente vegetali e stagionali. Troverete le tagliatelle con pesto di noci e radicchio all’acqua di funghi fermentati (13€), la pecora con puntarelle (18€), la frolla salata con cipolle arrosto e miele selvatico (7€). Piatti nati per essere condivisi.

Pasticceria-Panificio

Pasticceria Grossi

La riconoscete per la fila che si forma fuori, indicatore della qualità di questa pasticceria di quartiere che va avanti da oltre 50 anni. Un laboratorio artigianale che sforna ogni giorno creazioni dolci e salate, incentrato sulla tradizione milanese (ottimo il loro panettone) così come sui classici della pasticceria italiana ed internazionale. Praline, cioccolato, mignon e torte anche personalizzate, da portar via o gustare nella zona caffetteria dal mattino fino a sera.

Pasticceria-Panificio

Il Forno di Lambrate

Nella nuova generazione di forni a Milano c’è sicuramente il Forno di Lambrate, riqualificato grazie al lavoro del suo proprietario Cesare Bonelli, con una storia curiosa alle spalle. Infatti dopo un Master alla Business School di Londra, decide di diventare fornaio e cambia vita proprio in questo quartiere. Il Forno di Lambrate punta tutto su prodotti semplici e prezzi popolari (pane che parte da 5€ al kilo), con materie prime ricercate e di qualità. Troverete anche le pizze in teglia, dolci e crostate sempre diverse.

Pub

Birrificio Lambrate

La storia del quartiere passa anche attraverso questo locale peso massimo nel mondo brassicolo in Italia. Infatti il Birrificio Lambrate è uno dei pionieri del movimento dell'Italian Craft Beer, nato proprio qui nel 1996 grazie a questo micro birrificio artigianale. Oggi si è allargato, vanta due locali (l’altro in via Golgi 60 aperto nel 2011) e un impianto di produzione proprio dietro la stazione di Lambrate, in via Sbodio 30. Un vero e proprio brewpub, dove provare le loro birre e accompagnarle con piatti sostanziosi come stinco e patate (14€).

Pasticceria-Panificio

Grissinificio Edelweiss

Un punto fisso nel quartiere quello del Grissinificio Edelweiss, che sforna grissini a regola d’erte e secondo la tradizione torinese da generazioni. A seguire questa attività di oltre 60 anni la famiglia Arcari, che si può trovare ancora dietro il bancone di questo locale vecchia Milano. Troverete ogni tipo di grissini: alla paprika, al rosmarino, piccanti, al sesamo (da 8€ al kilo) ma anche biscotti secchi e torte.

Ristorante

Trattoria Bertamè

A cavallo tra il quartiere di Città Studi e Lambrate, questo piccola trattoria nata nel 2016 è un bell’indirizzo per un pranzo veloce o una cena sotto il glicine centenario. Infatti Bertamè è un posto informale e casalingo, intimo e molto accogliente dove godersi un pasto senza troppi fronzoli. Il giardino invernale vi accoglie per gustare piatti semplici di mare e terra, basati sulla tradizione italiana: pasta con le sarde, orecchiette al ragù di cinghiale, galletto croccante.

Ristorante

Trattoria Mirta

Nata nel 2007 nel cuore di Casoretto dall’amore per la cucina di una coppia: l’uruguayano Juan Lema, Chef Patron, e la milanese Cristina Borgherini, direttrice di sala. Trattoria Mirta è punto di riferimento per la zona, una di quelle trattorie sincere, con i pavimenti in graniglia e i tavoli di legno, dove mangiare una cucina tradizionale e basata su materie prime sempre stagionali. Tra i piatti cult la parmigiana di melanzane in salsa di pomodoro e il galletto disossato con purè. Prezzi onesti e contenuti (antipasti 7€, primi 10€, secondi 15€).

Cocktail bar

Joy Milano

Un bar di quartiere in tutto e per tutto. Qui ci si viene per la birra dopo l’ufficio o le lezioni (il martedì c’è la serata discount a prezzi ribassati) e per assistere ai tanti eventi di stand up comedy e musica del vivo. Joy Bar è divertente e informale come la gente che lo frequenta, che da Lambrate arriva qui ogni sera per bere un cocktail (dai 7ai 10€), e come i suoi 4 soci che hanno rivoluzionato questo angolo di quartiere diventato ormai una piazza aperta a tutti. Caffetteria dove fermarsi anche per lavorare e studiare, Joy Bar è anche un piccolo bistrot dove mangiare piatti semplici e gustosi.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento