Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Mappe

I migliori ristoranti dove mangiare in Valle Aurina e Val di Tures

Bisogna spingersi fino ai confini estremi dell’Italia per viaggiare tra valli, molini, laghi e tavole. I nostri indirizzi preferiti nella zona più tranquilla dell’Alto Adige

Alle estreme propaggini dell’Italia, nell’Adige altissimo, quello che confina e si mischia con l’Austria, si confondono una matassa di valli (molte si riuniscono sotto il nome generico di “Val Pusteria”, ma le differenze ci sono, pur risultando impercettibili ai turisti) più o meno conosciute, più o meno percorse da itinerari. La Valle Aurina è una di queste, un territorio che è casa per piccoli villaggi, sede di lavoro, punto di ritrovo con attività di artigianato, passeggiate e ristoranti. Pochi sono quest’ultimi, che riuniamo tra Valle Aurina e Valle di Tures, che tirano la testa fuori dalla sabbia per diventare delle destinazioni gastronomiche. Non bisogna però pensare a un territorio poco prolifico: la presenza, ad esempio, del toponimo “Molini di Taufers” aiuta a capire quanto la zona fosse centrale per le farine, l’acqua e per il cibo in generale. Ecco dunque le insegne migliori per i ristoranti in Valle Aurina e Val di Tures.

Arcana
Schüsslerhof
Restaurant Albergo Daimer
Lunaris 1964
Moaregg Alm
Schnaidaleachn
Hofschänke Eder
Ristorante

Arcana

A Campo Tures c’è un indirizzo da tenere in conto per chi si spinge fino in Valle Aurina. Arcana è il ristorante di gusto dell’hotel Moosmair, dove soggiornare se si vuole partire per esplorare la zona. La proposta gastronomica è concentrata in modo specifico sulle erbe selvatiche, perno intorno al quale si costruiscono le diverse pietanze. Per fare qualche esempio: formaggio di capra alla griglia, chutney di sambuco, cicoria e melograno, oppure crema alle nove erbe con schiuma di agrumi, fiori d’estate e raviolo al formaggio cremoso, o anche risotto al pino mugo, sedano affumicato, chips di patate, ribes. Ci sono 4 menu a degustazione, da 3-4-5 portate che stanno tra i 52 e i 73€. Si aggiunge poi anche un menu vegetariano. La stagione invernale ricomincia il 6 dicembre 2023. Arcana Valle di Tures-2

 

Ristorante

Schüsslerhof

Ristorante, appartamenti, bar, fattoria. Tutto parte da quest’ultimo punto, dato che quasi agli inizi del ‘900 risale l’azienda agricola da cui è fiorita tutta l’attività. Azienda che poi nel 1991 viene presa in mano da Monika e Rudolf che hanno portato la produzione in regime biologico nel 2003 e hanno introdotto un giardino in permacultura nel 2004. Di tutte queste attività fanno parte la produzione di latte da allevamento interno, formaggio grigio, carni e burro. Aperto a pranzo la domenica, a cena tutti gli altri giorni (fatta eccezione per il lunedì e il martedì) questo indirizzo porta in tavola una genuina cucina di montagna, senza dimenticare piatti vegetariani, vegani e senza glutine. Riapertura per la stagione invernale a dicembre. 

Schüsslerhof

Ristorante

Restaurant Albergo Daimer

Dietro la facciata di quello che sembra una semplice pensione con parcheggio, si nasconde un indirizzo dove concedersi, di tanto in tanto, un’evasione gastronomica. E sì perché accanto a canederli, sia dolci che salati, strudel e fettuccine ai funghi, compaiono anche lenticchie in latte di cocco e arachidi, involtini primavera e macarons col gelato. Le sale interne sono molto semplici, ma il gusto nei piatti e nelle presentazioni non manca.

Restaurant Daimer

Ristorante

Lunaris 1964

All’interno di una bellissima struttura di ospitalità e benessere (Amonti & Lunaris) a Cadipietra si trova il ristorante guidato dallo chef Matthias Kirchler. Nel nome del ristorante il richiamo all’anno di apertura, 1964, e poi la ristrutturazione nel 2018 con il nome Lunaris presente anche nel rebranding. In tavola arrivano due menu, che raccontano prodotti e cucina della Valle Aurina con un tono contemporaneo. 12 le portate del menu a degustazione, che escono al prezzo di 144€, a cui, da quest’anno, si aggiunge anche un menu vegetariano in 11 portate a 124€, Ardmore, che ha il compito non semplice di dimostrare che, anche a certe altitudini, si può portare una cucina vegetale di livello fatta di erbe aromatiche, funghi, licheni, ortaggi e formaggi coltivati e prodotti da artigiani del luogo.

Lunaris 1964

Rifugio

Moaregg Alm

Tra le numerose baite del luogo, Moaregg, situata vicino alla cabinovia di Klausberg, è una delle più apprezzate. Sarà, chiaramente, per l’ambiente circondato solo da montagne e prati, oppure per la serenità del luogo o la qualità della cucina. Vista la particolare posizione, questo indirizzo è aperto tutti i giorni dalle 8:30 di mattina fino alle 17 del pomeriggio, ideale per pranzo, merenda e colazione. In tavola arrivano piatti piuttosto classici, da mangiare nella bella sala interna con vista o all’esterno. Ci sono ad esempio in canederli in brodo allo speck oppure quelli pressati al formaggio grigio, come anche la polenta con salsiccia e funghi servita nella padella. Per i bambini c’è un intero e lungo menu.

Moaregg Alm

Ristorante

Schnaidaleachn

Tra le baite immerse nelle montagne della Valle Aurina, va segnato anche questo indirizzo – superata la criticità della pronuncia – che si trova a 1400 metri ed oltre, con bellissima vista sulla vallata del paesino di Rio Bianco. L’estate si mangia all’aperto, nella terrazza con vista, d’inverno c’è una pista per gli slittini per piccoli e grandi appassionati del genere. In tavola arrivano prodotti e ricette del territorio, con erbe selvatiche, formaggi artigianali e pietanze che esulano dalla tipicità di certe cucine locali. Per fare qualche esempio: in menu si trovano i canederli di fegato con rape fermentate o quelli di tarassaco, la zuppa di crescione selvatico con crostini di pane o le tagliatelle fatte in casa con il pesto di erbe selvatiche. È aperto anche a cena. Riapertura il 6 dicembre. 

Schnaidaleachn

Ristorante

Hofschänke Eder

Questo sperduto indirizzo tra Lutago di Sopra e Gisse (ma tranquilli, si raggiunge anche in macchina, non solo tramite sentiero) offre confortevoli piatti e rinforzanti merende. Dalle torte presentate in enormi fette, molto apprezzate dai clienti, agli affettati fatti in casa, disponibili in copiosi taglieri oppure nelle tipiche spadellate altoatesine (ma qui le patate arrosto arrivano separatamente da salumi e uova), tutto sembra a misura di persona in cerca di una buona tavola. Carni, formaggi e canederli (spesso conditi da erbe selvatiche) fanno il resto.

g-hofschaenke-eder-07

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento