rotate-mobile
Magazine

La storia della pizza: un viaggio millenario attraverso sapori e culture

Identità golose 2024: dall'Antico Egitto alle tavole di tutto il mondo scopriamo i segreti della pizza, con la cronistoria affascinante tra gusto e tradizione

La pizza, simbolo indiscusso della gastronomia italiana e amata in tutto il mondo, vanta una storia millenaria che affonda le sue radici nell'Antico Egitto. Già all'epoca, infatti, si preparavano focacce rudimentali cotte su pietre roventi e condite con semplici ingredienti come olive, datteri e fichi.

Ma la pizza come la conosciamo oggi è frutto di un'evoluzione lunga e complessa, che ha attraversato diverse culture e influenzato le cucine di tutto il bacino del Mediterraneo. Un viaggio affascinante che ha visto l'aggiunta di nuovi ingredienti, la nascita di diverse varianti e la conquista del palato di milioni di persone.

Storia della pizza: dall'Antico Egitto all’avvento del pomodoro

La pizza è un'icona culinaria amata in tutto il mondo, capace di soddisfare i palati più esigenti e di unire le persone intorno a un piatto delizioso. Ma qual è la sua storia?

La storia della pizza è lunga, complessa e incerta. Le prime pizze, pani dalla forma piatta simili alle focacce moderne, compaiono sin dal tempo degli etruschi, nella Persia e nell’antica Grecia. I Greci le chiamavano "plakous" e le condivano con aromi diversi, tra cui aglio e cipolla. 

Verso la fine del XVI secolo e l'inizio del XVII secolo emergono documenti che menzionano una varietà di pizza morbida, conosciuta come "mastunicola". Ma è in Italia che la pizza comincia a prendere la forma che tutti conosciamo e amiamo: la vera innovazione, infatti, avviene a metà del Settecento nel Regno di Napoli, con l'introduzione del pomodoro. Inizialmente accolto con diffidenza, questo nuovo ingrediente rivoluziona la ricetta della pizza, creando un connubio di sapori destinato a conquistare il mondo.

La leggenda narra che nel giugno del 1889 il pizzaiolo Raffaele Esposito realizza la "pizza Margherita" in onore della Regina Margherita di Savoia: la pizza, con pomodoro, mozzarella e basilico, rappresentava i colori della nuova bandiera tricolore italiana.

Da Napoli a New York, la pizza conquista il mondo

Fino ai primi anni del XX secolo, la pizza rimane un fenomeno circoscritto a Napoli e, in misura meno diffusa, al resto d'Italia. Ma, grazie agli emigrati italiani, e soprattutto a quelli che si stabiliscono negli Stati Uniti, la pizza comincia il suo cammino verso la conquista del mondo.

La pizza si diffonde così nelle grandi metropoli come New York e Chicago, conquistando il palato dei cittadini di diverse culture. Alcune fonti riportano che il primo locale dedicato unicamente alla pizza viene aperto dal napoletano Gennaro Lombardi nel 1905 a Manhattan: lontano dall'Italia e dai suoi prodotti, Lombardi deve modificare la ricetta originale, usando il carbone al posto della tradizionale legna e sostituendo la mozzarella con il formaggio americano.

Dopo la seconda guerra mondiale, la pizza napoletana, con già tre secoli di storia alle spalle, comincia a diffondersi in tutta Italia, diventando poi un fenomeno globale. Gli italiani emigrati hanno quindi svolto un ruolo fondamentale nel far conoscere, apprezzare e diffondere la pizza in tutto il mondo. Oggi, molti chef di diverse nazionalità sono diventati esperti nella preparazione della pizza, sperimentando ingredienti insoliti e tecniche di cottura innovative e partecipando ai campionati mondiali dedicati a questo piatto iconico.

Dalle pizzerie artigianali che utilizzano ingredienti locali e stagionali alle catene internazionali che offrono una vasta gamma di opzioni, la pizza si è affermata come uno dei piatti più amati e versatili della cucina mondiale.

Identità di pizza: un Talk imperdibile a Identità Golose 2024

Se sei appassionato di pizza e desideri approfondire la sua storia e la sua evoluzione, non perderti il Talk "Identità di Pizza" che si svolge sabato 9 marzo all'Allianz MiCo di Milano durante la diciannovesima edizione di Identità Golose 2024, il congresso internazionale di cucina d'autore più importante in Italia e tra i più rinomati al mondo. 

Il Talk riunisce sette maestri pizzaioli d'eccezione: Irina Steccanella (Irina Trattoria e Pizzeria, Savigno - Bologna), Antonio Pappalardo (La Cascina dei Sapori, Rezzato (Brescia) e Inedito, Brescia), Francesco Capece (Confine, Milano), Davide Longoni (Panificio Davide Longoni, Milano), Vincenzo Capuano (Pizzeria Vincenzo Capuano, Napoli), Giuseppe Cutraro (Peppe Pizzeria, Parigi) e Ciro Salvo.

Questi relatori di grandissimo rilievo confrontano le loro esperienze e conoscenze sulla pizza, esplorando i suoi legami con la cultura, la tradizione e l'innovazione culinaria. Un evento imperdibile per tutti gli amanti della pizza e della buona cucina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento