Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Le Storie

Questa app ti fa scovare i bar che servono specialty coffee: ora non hai più scuse

Si chiama Kava e l’ha creata uno sviluppatore portoghese col pallino per il caffè. Con i consigli degli utenti, offre una mappa globale dei migliori bar, indicazioni su cibo e possibilità di smart working, e la possibilità di interagire con altri appassionati

Se anche voi, dopo aver approfondito il mondo variegato del caffè specialty, avete difficoltà a tornare alle ‘solite’ tazzine, sapete quanto sia complicato trovare posti che lo servono in maniera accurata. Volendo, giusti anche per mangiare qualcosa di altrettanto buono o passare un po’ di tempo lavorando da remoto. E soprattutto in viaggio, quando scarseggiano locali noti e consigli di amici fidati. Da maggio 2023 i coffe-lover hanno uno strumento in più: l’applicazione Kava, che offre una mappatura dei bar che propongono caffè di qualità nel mondo, corredata da informazioni rispetto alle migliori proposte della casa, l’ambiente, il cibo, nonché l’accoglienza. Tutto generato e validato dalla community di utenti.

Specialty coffee

Come e quando è nata l’applicazione Kava

In meno di un anno, l’app Kava ha composto una mappa globale, con un mappamondo costellato di pin rossi dagli Stati Uniti al Giappone, passando per Brasile, Thailandia e addirittura Kirghizistan. E il tutto è in continuo aggiornamento. L’ha messa in piedi e lanciata il portoghese Sam Brown, già esperto di applicazioni (prima nel campo del vino, dal 2020 con SommAnywhere) oltre che grande appassionato di caffè di qualità. Ha trascorso molto tempo in Croazia e dunque la scelta di battezzarla con la parola locale per ‘caffè’ è stata naturale.

Caffè specialty in varie preparazioni

In quanto nomade digitale”, ha dichiarato in un’intervista, “mi trovo spesso in viaggio, e quando atterro in una città sconosciuta desidero trovare i posti migliori per gustare caffè di alta qualità. Tuttavia, le ricerche su Google spesso portano a suggerimenti inaccurati e le raccomandazioni dei blog sono spesso poco affidabili o obsolete. E se trovo un posto che sembra interessante, spesso non è chiaro che tipo di ambiente troverò una volta arrivato. Sarà adatto per lavorare con il laptop? Che tipo di cibo offriranno?”. 

Kava: una mappa in espansione e una community di appassionati

Muovendo da qui, Kava offre due spunti. Per prima, la possibilità di navigare su una mappa, geolocalizzandosi e individuando i migliori bar nei dintorni. Inoltre, funzionando per segnalazioni ‘dal basso’ debitamente verificate, stimola il consolidamento della comunità intorno alla cultura specialty. Dando la possibilità di valutare le esperienze e i servizi con tanto di sharing di foto e commenti, amicizie da stringere e followers da ‘fidelizzare’. Questo patrimonio di interazioni cresce nel tempo e fornisce agli utenti idee chiare su dove andare a prendere il caffè e cosa aspettarsi. Il giovane Sam Brown, per tutto questo, deve essersi ispirato all’applicazione Untappd, uno strumento che funziona proprio allo stesso modo, già in voga tra gli estimatori della birra.

Macinatura di chicchi specialty

Come funziona l’applicazione Kava per trovare caffè specialty

Kava è disponibile sia per Android che iPhone. Ci si registra, si completa il profilo con le informazioni di base — la propria zona e tutt’al più una breve bio con foto profilo — e si comincia a navigare. Tra le location già note, complete di tipologie di estrazioni, consigli sulle preparazioni della casa, voto medio degli utenti e offerta gastronomica, e anche se c’è possibilità di fare smart working. L’account si può arricchire con immagini delle proprie tazze preferite, voti e commenti.

Il caffè nel bicchiere dopo la preparazione in filtro

Oppure (e la forza di Kava sta proprio qui), ogni volta che si trova un locale non ancora mappato, si sottopone lo spunto ai creatori e si attende mezz’ora affinché venga approvato e implementato sulla mappa. Sintetizza Sam Brown: “Kava non è rivolto solo a persone che viaggiano costantemente. Cerchiamo di sostenere i caffè di alta qualità mettendoli in contatto con chi li beve e si preoccupa di ciò che c'è nella propria tazza. Offriamo agli amanti del caffè un luogo in cui condividere e connettersi con altri appassionati. Soprattutto, sosteniamo l'industria del caffè di alta qualità che è sostenibile ed etica”.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento